Problemi relazionali

Sto cercando di staccarmi ma non riesco

ELENA

Condividi su:

Buongiorno, da due anni sto frequentando un uomo che secondo me soffre di narcisismo perverso. Alterna periodi di amore profondo e di venerazione con momenti di assenza e di freddezza. All'inizio chiedevo spiegazioni e mi arrabbiavo e puntualmente lui mi riconquistava. Ora cerco di tenere un comportamento indifferente quando sparisce, senza chiedere spiegazioni e senza arrabbiarmi. Ora siamo nella fase che non si fa più vivo, mi chiede di vederci, io lascio spazio senza fissare nessuna data e puntualmente lui non si fa vivo. Ovviamente sto cercando di staccarmi ma non riesco. Anche solo il fatto che mi cerchi mi emoziona, e non riesco a troncare definitivamente. E' sempre dentro ai miei pensieri. Devo parlargli? spiegargli che è meglio che mi stia lontano? come ci si allontana da personaggi così che poi ti cercano per telefono, per sms, per internet...? grazie.

9 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Cara Elena, ritengo possa esserti utile la lettura di mio articolo (nel mio blog, lo trovi facilmente in Internet digitando il mio nome) "Amare un manipolatore: dalle stelle all'inferno". Ti aiuterà a discriminare anzitutto se il tuo lui possa o no verosimilmente essere definito un narcisista perverso come temi. Ad ogni buon conto sappi che per il suo continuo cercarti con tutti i mezzi, si potrebbe configurare il reato di stalking. A mio avviso sarebbe più prudente che tu ti defilassi e non certo che ti rendessi disponibile ad un ennesimo colloquio vis-à vis. Se è tua intenzione separartene e troncare la vostra relazione, cerca di avere tutta la determinazione di cui sei capace. Non ti sarà facile, non ti sarà indolore e non sarà immediato. Il processo si configura come un lutto, e richiede un certo tempo per essere elaborato. Per maggiori delucidazioni sul tema che poni, spinoso, doloroso e talvolta addirittura rischioso, non esitare a metterti in contatto con me.

hai bisogno di allontanarti. Vedi se riesci a negarti o a non rispondere al telefono. Se non riesci significa che lui incastra delle parti deboli di te e quindi hai bisogno dell'aiuto di qualcuno per staccarti cordialmente

Buongiorno, da quel che racconta a lei è chiaro che questo uomo ha un problema suo personale per cui non riesce ad avere un rapporto sano con lei e sente anche che questo rapporto non le fa bene, tanto è vero che dice che sta cercando di staccarsene. Il fatto che lei non riesce significa che c'è un motivo per cui lei, nonostante tutto, accetta questo tipo di "trattamento" o che, come aggiunge, ha comunque bisogno delle sue attenzioni, di sentirsi cercata vista perchè senza queste attenzioni lei sente una mancanza. Parlargli a cosa servirebbe? Resterebbe lontano?

Lei stessa dovrebbe andare a vedere come mai ha così tanto bisogno delle attenzioni di quest'uomo, pur non essendo attenzioni sane e solo quando le avrà risolte sarà in grado di lasciarlo andare per la sua strada....

Cara Elena,

le relazioni con le persone, soprattutto quelle sentimentali, dicono molto di noi, di quello di cui abbiamo bisogno, di quello che ci fa paura, di quello che pensiamo di "meritare". Nelle relazioni a due ognuno ha la sua parte di "responsabilità", è il tassello di un puzzle che si incastra con l'altro e crea, nei casi di sofferenza, un circolo vizioso che è davvero difficile interrompere. Difficile, ma non impossibile. Io credo che ad un certo livello tu abbia fatto già il primo passo: renderti conto che questa situazione ti fa soffrire, che forse è meglio allontanarti, staccarti anche se è difficile, anche se provi ancora dei sentimenti verso di lui. Per prima cosa quindi voglio rinforzare questo tuo atto di prenderti cura di te stessa, di cercare una situazione che non sia così altalenante, che ti dia un senso di equilibrio e di stabilità. Ma per farlo, secondo me, dovresti prima, tramite un percorso personale, capire quali sono le motivazioni che ti spingono ad intrecciare relazioni di questo tipo (se guardi nel tuo passato, riesci ad individuare altre relazioni significative simili? che ti ricordano quello che stai vivendo adesso?). Se non lo fai, il rischio è di protrarre questa relazione e continuare a soffrire, oppure magari interrompere questa ma ritrovarti prima o poi in una situazione simile. 

Prenditi cura di te, meriti molto di più!

Resto a disposizione in caso tu volessi

Un caro saluto

Cara Elena,

Amore è quando il cuore resta aperto nonostante la testa funzioni!

Ci sono degli elementi di questo rapporto, e se si quali, che possono essere utilizzati a vantaggio della sua crescita personale?

Insomma, quest'uomo sembra essersi trasformato in un tiranno.......ma non è necessariamente una sfortuna! Forse è solo ciò di cui aveva bisogno......ovvero una inconsapevole attrazione generata dalla sua esigenza di cambiamento: di cambiamento di se stessa.

Per ricapitolare, questa sembra essere un'utile occasione di crescita, e se ritiene, può essere altrettanto utile chiedere un sostegno di tipo psicologico. Ci sono anche nella sua città, un gran numero di colleghi competenti, in grado sicuramente di aiutarla.

Un caro saluto

Cara Elena, credo che in casi come il suo credo sia inappropriato fornire consigli di “buon senso”. Mi pare che i comportamenti del suo compagno siano quantomeno ambigui, ma lei stessa afferma che, malgrado la sofferenza di alcuni momenti, in altri la appaga lo sguardo di lui che si posa su di lei. Io non credo ci sia un giusto e uno sbagliato nelle posizioni che si possono assumere, si tratta semplicemente di posizioni che si è, o meno,  in grado di sostenere. Probabilmente sarebbe importante per lei capire perché rimane in questa situazione, perché non si allontana da una condizione che sembra generare molto disagio.

Forse le può essere utile riflettere sul fatto che relazioni così cicliche come la sua, che vanno dall’indifferenza del partner, al maltrattamento psicologico, alla “luna di miele”, generano paralisi e  tanta confusione, perché non si capisce più con chi realmente si ha a che fare.

Il consiglio che le posso dare è di provare ad esplorare i suoi perché e di darsi l’opportunità di osservare la sua relazione da punti di vista diversi, cercando di capire nella sua storia dove si trova il seme di questo grande bisogno di essere amata.

Cara Elena,

dal suo messaggio emerge la sofferenza che le procura questo tipo di relazione amorosa ma anche la forte carica emotiva che la tiene legata a questa situazione. Le consiglio di elaborare a fondo questa componente emotiva perchè è la fune che la tiene legata in questo rapporto con un uomo dal "narcisimo perverso" come lo definisce lei.

Alla fine questo uomo stà rispondendo, con una modalità che causa tutta la sofferenza che lei conosce bene, a dei bisogni suoi che chiedono di essere contattati e che, per ora, parlano attraverso la creazione di un legame così doloroso. Al momento è l'unica voce che hanno. Dia loro la possibilità di esprimersi e vedrà che aprirà la porta ad una relazione con un uomo che la amerà come persona con le sue proprie bellezze e non come oggetto per vivere i propri conflitti interni.

Un caro saluto,

Gentile Elena, se è Sua intenzione chiudere questo rapporto perchè si è resa conto che non è in fondo quello che cerca da una relazione d'amore, deve sì parlargli e "mettere dei limiti". Ma per prima cosa c'è bisogno che maturi in sè stessa il desiderio di rompere, poichè a mio avviso non lo sento consolidato in Lei. Ci sono degli aspetti di questa persona, che certamente gratificano dei suoi bisogni, più o meno latenti. La consapevolezza di quali essi sono la potrà portare a comprendere come mai sia così difficile lasciar andare qualcuno la cui sola ricerca di sè la emoziona, e decidere in maniera Adulta che non le basta più, che non è quello il suo bisogno autentico (e che magari non è quella la persona giusta che risponde a ciò che cerca). Un cordiale saluto,

Cara Elena, è importante porti una domanda "sei innamorata di quest'uomo?", "che rapporto hai avuto con tuo padre?", "Che cosa ti piace di quest'uomo?". Le basi fondamentale per iniziare una storia seria sono il rispetto, la sincerità e l'intimità non solo a livello fisico.

cordiali saluti

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi relazionali"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Non riesco a fare amicizia

Salve, sono una ragazza di 22 anni e mi sento molto sola. Da sempre, nella mia vita, ho avuto diffic ...

4 risposte
Problemi e litigi con mio fratello

Salve a tutti! Sono Elisa, una ragazza di 23 anni che frequenta l'università..figlia di genit ...

3 risposte
Come posso uscirne?

Buonasera, Mi sono decisa a scrivere in questo forum in quanto mi trovo in una situazione alquanto ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.