Psicologia del benessere

Non farti travolgere dalle emozioni: respira!

21 Ottobre 2019

contattami

Condividi su:

La respirazione è un atto automatico, naturale ed è un’attività che coinvolge tutto il corpo. Il ritmo del respiro cambia a seconda del nostro stato d’animo: diventa accelerato quando siamo ansiosi o spaventati, risulta regolare quando invece siamo rilassati.

Imparare a controllare il ritmo del nostro respiro, può aiutarci a gestire determinate situazioni e determinati  momenti senza lasciarci sopraffare dal turbinio di emozioni che, in quegli attimi, governa la nostra mente e di conseguenza influenza la reattività del nostro corpo. Immaginiamo un’ipotetica situazione da dover affrontare: un colloquio di lavoro o un esame.

In circostanze come queste, lasciarsi trasportare da un alto livello di emotività e da un eccessivo, quanto sproporzionato, carico di ansia può vanificare la nostra preparazione portandoci ad un nulla di fatto. In simili frangenti, ricorrere ad una tecnica di respirazione adeguata ci aiuta non soltanto a ritrovare quello stato di calma necessaria, ma ci permette di distogliere l’attenzione dalle preoccupazioni e di pensare con maggior chiarezza e lucidità.

Una corretta respirazione, ad esempio, è di fondamentale importanza anche nella gestione di un attacco di panico. Nel momento in cui avvertiamo il sopraggiungere di un attacco d'ansia intenso, la messa in atto di una modalità respiratoria appropriata aiuta ad attenuare e far scomparire gli invalidanti sintomi dell'ansia.

Esistono, in letteratura, semplici esercizi di respirazione che consentono di prevenire e/o ridurre stati ansiosi. Ad esempio, la cosiddetta “tecnica del palloncino” che consiste nel respirare gonfiando e sgonfiando la pancia, utilizzando il diaframma. E’ così chiamata proprio perché, ai fini di facilitare l’esecuzione, si può immaginare di avere un palloncino che si gonfia quando inspiriamo e si sgonfia quando espiriamo. La tecnica vuole che inspirazione ed espirazione debbano durare da 6 a 8 secondi ciascuna.

Ovviamente con l’aiuto di un professionista è possibile individuare la tecnica che più si adatti alle esigenze del singolo, tenendo conto delle problematiche lamentate e della facilità di esecuzione della tecnica stessa.

Con dei piccoli accorgimenti, possiamo imparare a gestire meglio le nostre emozioni e far si che non interferiscano negativamente con i nostri propositi e con i nostri progetti. Imparare a controllare il respiro aiuta,quindi, a ripristinare e a mantenere il giusto equilibrio psicofisico che è indispensabile per affrontare ogni situazione. L'importanza del respiro trova conferma anche nel Training Autogeno, dove viene dedicato un apposito esercizio finalizzato al ripristino del regolare ritmo respiratorio alterato da possibili condizioni di ansia e/o stress.

Non farti travolgere dalle emozioni: Respira!

Commenta questa pubblicazione

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicologia del benessere"?

Domande e risposte

Come posso respingere la nascente insofferenza verso il ruolo che devo avere?

Buonasera, ho 20 anni e da sempre sono stato cresciuto, "addestrato" e indirizzato per portare avant ...

6 risposte
concorsi e sfide

Salve sono la mamma di un bimbo di 6 anni appassionato, fin da quando aveva 2 anni, di LEGO.L'ho ...

4 risposte
Come superare il momento?

Buongiorno a chi mi vorrà rispondere. La mia situazione è questa: ho quasi 30 anni, ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.