Condividi su:

"Fai attenzione a come parli a te stesso perchè "te stesso" sta ascoltando
Lisa M. Hayes

Molti di noi  avranno sicuramente sentito parlare di "Pensiero positivo" oppure avranno conosciuto persone che ci hanno esortato a pensare "positivamente" o ad essere ottimisti.

Nella vita di tutti i giorni, oggi come nel passato, ci troveremo sempre a dover affrontare molti ostacoli i quali, una volta superati, ci condurranno indubbiamente a dei traguardi: questo accade in ogni ambito di vita, familiare, relazionale, lavorativo, amicale.

Ciò che veramente differenzia la spinta che ci aiuta ad affrontare questi ostacoli è proprio il nostro pensiero, o meglio, la qualità del nostro pensiero. Ognuno di noi ha dentro di se tutte le capacità necessarie per superare qualsiasi situazione della propria vita, non tutti ne sono consapevoli e le persone che lo sono spesso però si avvicinano a queste capacità con la convinzione negativa che "tanto è inutile", "tanto non ce la farò comunque", "tanto le cose andranno male".

A cosa serve avere delle capacità se poi il nostro pensiero ci "rema" letteralmente contro? A cosa serve avere la migliore nave del mondo capace di solcare qualsiasi mare se i venti sono contrari?

Cerchiamo di capire nel dettaglio che cosa si intende quindi per Pensiero positivo. Molti lo confondono con il semplice ottimismo, altri addirittura con l'"illusione" della persona che non "vede" i problemi o i fallimenti, altri come un semplice schema mentale che si attiva solo quando ci serve. Pochi lo vedono realmente per come è: un fantastico modello di guida da seguire. Pensare positivamente non vuol dire credere ciecamente che le cose vadano bene, non vuol dire chiudere gli occhi di fronte alle sfide o alle difficoltà, non vuol dire vivere la propria vita come se le situazioni negative e spiacevoli non esistessero.

Il Pensiero positivo è un compagno che ci guida costantemente nella nostra vita e ci dice ogni giorno: "ce la puoi fare". "Io posso" è un mantra che tutti noi dovremmo dirci ogni mattina. "Io posso". Ciò non vuol dire io ce la farò per forza ad ogni costo. L'"Io posso" racchiude in se la possibilità del successo e dell'insuccesso e nello stesso tempo è una spinta fortissima verso il raggiungere i nostri obiettivi, una spinta che ci aiuta a superare le nostre difficoltà senza l'angosciante pensiero negativo che "tanto non ce la farò mai". Il pensiero negativo diminuisce, nettamente, le possibilità di successo, il pensiero positivo le aumenta esponenzialmente. E se ci trovassimo di fronte ad un insuccesso nonostante tutto ciò? Pensiamoci un attimo: con il pensiero negativo noi ci troveremmo a dirci "ecco lo sapevo, sapevo che sarebbe andata cosi". Che cosa abbiamo imparato? Nulla. Non faremmo altro che confermare, inconsciamente, una nostra convinzione negativa. Grazie al pensiero positivo, invece, potremmo dirci: "cosa ho imparato da questa situazione? Cosa posso fare di diverso la prossima volta per avere successo?". Un insegnamento all'interno di una situazione problema: questo è pensiero positivo!

Se noi siamo fortemente convinti di una cosa, quindi formiamo dentro di noi una convinzione, ci sono molte più possibilità che questa cosa accada. Questa riflessione è confermata anche dai nuovi studi di Fisica quantistica: la scoperta più sorprendente della fisica quantistica è che "l'osservatore influenza direttamente il sistema osservato". Di fronte a queste consapevolezze quanto è vantaggioso allora continuare a pensare che le cose andranno male se noi siamo i primi ad influenzare il nostro sistema? Quanto è conveniente per la nostra vita avere pensieri limitanti, che limitano letteralmente le nostre capacità?

Noi, nel nostro piccolo, influenziamo in maniera sensibile il mondo e gli eventi che ci circondano: un pensiero positivo crea convinzioni positive (e viceversa) che creano azioni pro-positive per il nostro successo e, come afferma Gandhi:

"Le tue convinzioni diventano i tuoi pensieri.

I tuoi pensieri diventano le tue parole.

Le tue parole diventano le tue azioni.

Le tue azioni diventano le tue abitudini.

Le tue abitudini diventano i tuoi valori.

I tuoi valori diventano il tuo destino".

Mahatma Gandhi

Non è magia poter influenzare positivamente la nostra vita, ma è scienza. La vera magia si esprime nel riuscire a cambiare, finalmente, le nostre abitudini di pensiero.

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicologia del benessere"?

Domande e risposte

Sono ossessionato dal sogno di diventare un bravissimo clarinettista

Mi presento, sono Riccardo Lollo e ho 16 anni... il mio più grande sogno è diventare ...

7 risposte
Ansia di non riuscire a fare alcunchè di positivo nella vita lavorativa

Buonasera, ecco il mio problema. Sono ansiosa, ho l'ansia di restare l'ultima rispetto agli altri...

6 risposte
Come posso uscirne da questa ansia che non mi fà piu' vivere?

salve mi chiamo angela ho 41 anni da 12 anni soffro di attacchi di panico e ansia..l' ansia si è ...

6 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.