Com'è difficile scegliere

Sabina

Salve, ho 40 anni, felicemente sposata e con due bellissimi bambini. Sono anche ingegnere con un lavoro full time in una grande ed importante azienda multinazionale. Ho anche la possibilità di lavorare 10 giorni al mese da casa. Quello che mi manda in crisi è che ho vinto il concorso nella scuola, fatto perché mi allettava l'idea di lavorare meno ore ed avere più tempo per me e per la mia famiglia. Ora pero che l'ho vinto vivo con ansia il momento in cui sarò chiamata a decidere se accettare un ruolo nella scuola e lasciare il mio attuale lavoro (più professionalizzante e remunerativo, ma anche decisamente più impegnativo e stressante) oppure restare dove sono e rinunciare all'idea dei pomeriggi liberi e di due mesi al mare. Cosa dovrei fare?

1 risposta degli esperti per questa domanda

Salve Sabina, mi spiace per il disagio che può sperimentare in questa situazione. Non sta a noi professionisti, purtroppo, poter effettuare decisioni al posto vostro ma quello che possiamo e dobbiamo fare è stimolarvi e sostenervi nel vostro percorso di scelta: solo lei contiene dentro di sè, oltre a fattori cognitivi, anche fattori emotivi, viscerali, desideri e bisogni che deve trovare il coraggio di mettere sul tavolo per poter prendere una scelta. Qualsiasi scelta si porterà dietro costi e benefici: valuti cosa è disposta a rinunciare e cosa no.

Se può esserle d’aiuto, resto a disposizione, anche online per approfondire la questione.

Cordialmente, dott FDL