Ossessioni, dubbi orientamento sessuale e identità di genere.

Claudio

Ciao, mi chiamo Claudio, ho 18 anni e sono nato in Romania. Quando ho compiuto 6 anni mi sono trasferito in Italia. Da quando ero piccolo mi piacevano le cose maschili, volevo solo cose maschili. Da bambino giocavo sempre con mio Fratello e volevo diventare come lui. Per esempio a me da piccolo certe volte mi dicevano femminuccia per farmi arrabbiare, non mi piaceva essere considerato cosi. Certe volte posso dire che mi sentivo un po' più femminile ma sarà successo due tre volte, per esempio se vedevo in un film una ragazza giovane che parlava tanto con uomini maturi pensavo di essere tipo io la donna ma sempre immaginandomi come un maschio. Il primo porno che ho visto era di due lesbiche, e mi sono eccitato pensando di essere la lesbica che viene presa da dietro. Ma sempre uomo mi sono sentito, e passato il tempo e avevo eccitazione pure per le donne e non avevo più questi problemi. Gia da piccolo immaginavo di baciare una donna e di prenderla con me e portarla via. A 11 anni ho avute delle esperienze masturbatorie con un mio amico che mi hanno scioccato, lui mi obbligava a mettermi da passivo e lui voleva montare visto che era più grande avevo paura di dire di no. E mi ha fatto schifo quella cosa mi sono sentito umiliato. Pero dopo ha cominciato a piacermi. Da li mi sono sentito umiliato e non ci ho pensato più e non volevo più avere a che fare con lui. In quel periodo mi attraevano tantissimo le donne, erano le prime masturbazioni e mi masturbavo su di loro, ogni donna mi eccitava. Mio padre quando avevo 12 anni e venuto a mancare. Sono stato male ma poi e passato tutto. Da li ho cominciato a vedere tanti porno, le donne mi piacevano tantissimo ma pure i membri degli uomini. Ero innamorato di una ragazza di classe mia a quell'età pero ero ancora piccolo. A 14 anni ho avuto la mia prima ragazza. Mi ricordo che ogni volta che vedevo le ragazze in classe mi eccitavo. Alla mia ex ragazza ho dato il mio primo bacio, ed e stato qualcosa di bellissimo. Sono stato un mese con lei e appena ci siamo lasciati sono stato male. Mi ricordo che a quei tempi entravo nelle chat per cercare ragazze, e non trovando ho fatto chat roulette con dei maschi. E mi eccitavano. dopo un po' ho visto che non trovavo manco maschi e mi fingevo femmina bisex per attrarre maschi e femmine. E mandavo foto del mio didietro e mi eccitava tantissimo. Da la poi avuto una relazione seria con una ragazza che è durata due anni. All inizio della relazione ero innamoratissimo, mi sentivo benissimo con lei, la baciavo e la desideravo sempre, dopo un po' di tempo abbiamo avuto il primo rapporto. La prima volta non sono riuscito a eccitarmi. Ma la seconda volta e venuto tutto spontaneo e abbiamo perso entrambi la nostra verginità. Il sesso con lei andava bene ,ma certe volte visto che facevo uso di marijuana, non riuscivo a venire. Perché mentre lo facevamo perdevo l'erezione. Pero era raro che succedesse. Quando andavo con lei non pensavo agli uomini. Solo a lei, certe volte fantasticavo su una sua amica mentre lo facevo con lei. Dopo che ci siamo lasciati e ci siamo visti dopo un po' di tempo abbiamo fatto sesso ed e stata la volta più bella della mia vita. Da li ho sofferto tanto dopo di lei arrivando quasi per suicidarmi ma mi ero calmato. Dopo ho cominciato a drogarmi e poi ho smesso. Sono tornato in Romania ed ero felice almeno mi potevo rifare una vita nuova per dire. Da li ho cominciato con fantasie omosessuali sempre di più e mi eccitavano molto. Sempre nel ruolo passivo, premetto che non mi sono mai sentito un grande dominatore con le donne. Mi sentivo normale. Da li ho cominciato a praticare chat erotica e a penetrarmi. Non avevo problemi non mi definivo neanche. Non mi sentivo gay. Mi masturbavo su donne e con la chat erotica. Dopo un po ho cominciato sempre con la chat erotica. E guardavo porno gay con persone giovani per esempio, uomini maturi che facevano sesso con ragazzi giovani, e la mi sentivo coinvolto nel senso, un maschio che viene dominato da un altro maschio. E guardavo donne che facevano sesso con uomini maturi e la mi eccitavo sia per la donna e l'uomo ma non mi sentivo io la donna mi eccitava solo. Io non mi effeminavo mai e stavo bene cosi, una volta in una chat ho parlato con un uomo e mi ha detto di mettere le mutande da donna. Ero molto a disagio nel vedermi cosi ma era eccitante. Poi pero vedendo per esempio belle donne mi intrappolavo nel loro corpo nel senso mi sentivo io con le mutande cosi e mi eccitavo tanto. Da la non ci ho pensato più, pero poi volevo tanto essere preso da un uomo maturo come una donna. Ma erano solo fantasie mi sentivo sempre uomo io. Penso l unica cosa femminile che ho e che sto nella doccia tanto. Adesso mi sono ossessionato dall'essere trans. Ho provato a mettermi per esempio le mutande da donna ma non sento mie. Mi sento a disagio con loro. E adesso mi eccita solo pensare di fare sesso con un uomo maturo le fantasie eterosessuali non esistono più. Pero amo una ragazza pure se non ho stimoli sessuali pensando a lei. E non mi capisco più. Io sono sempre stato dell'idea che l orientamento sessuale e bianco e nero. Io ho paura di essere trans adesso. Non ho disforia. Non so e da quando sono piccolo che non mi piacciono le gambe mie perche sono troppo femminili e sono un po' storte ma con il mio membro non ho avuto mai problemi oppure con i peli e queste cose. Sono confuso tantissimo. Quando ho visto che mi cresceva la barba ero felicissimo. Sono sempre stato felice di essere maschio. Non voglio operarmi pure se avrò la disforia di genere preferisco morire cosi. Ormai sono confuso e sto male, mi sono visto un porno con una donna e tanti maschi e pensavo di essere la donna al centro. Sto soffrendo. Voglio essere il me di prima. Un ragazzo felice di fare conoscenze e di fare conoscenze nuove. Purtroppo non sarò mai più felice. Scusate per il modo un po' volgare quando ho parlato di sesso, o per il mio Italiano. Adesso non faccio altro che ossessionarmi da questa cosa. Non posso più fare niente perché penso di essere trans e gay. Vorrei solo capire me stesso e tornare ad essere felice

2 risposte degli esperti per questa domanda

Salve Claudio, mi spiace molto per la situazione ed il disagio espresso e comprendo quanto possa essere difficile per lei convivere con questa situazione riportata.Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.

Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare pensieri rigidi e disfunzionali che impediscono il cambiamento desiderato e mantengono la sofferenza in atto ed altresì trovare un modo migliore per dialogare con se stesso in maniera più costruttiva.

Resto a disposizione, anche online.

Cordialmente, dott FDL 

 

Caro Claudio

leggendo la domanda si percepisce le tue difficoltà nel trovare il tuo orientamento sessuale .

Credo che per avere una chiara e lucida risposta ti consiglio di consultare un sessuologo clinico che puoi trovare nel sito della federazione italiana di sessuologia scientifica il quale può aiutarti.

Se il sessuologo ha la formazione di psicoterapeuta psicodinamico è più ideale per la terapia necessaria

Auguri