ADHD e DSA

Cura naturale per un adulto affetto da ADHD

diamanda

Condividi su:

Sto scrivendo da parte del mio migliore amico che è affetto da ADHD, Asperger ed episodi depressivi.
Lui soffre di questi disturbi da quando era piccolo, ma nessuno si è mai accorto della sua malattia quando era bambino. Quindi adesso è un adulto ed è stato da uno psichiatra che gli ha fatto la diagnosi precisa dei suoi disturbi.
Ma siccome lui non vuole prendere farmaci, io volevo sapere se esistono delle erbe medicinali che lui può prendere e che possano aiutarlo ad alleviare i sintomi dei suoi disturbi.
Io non sono un dottore e non ho conoscenze mediche.
Quindi sto scrivendo a tutte le associazioni, nazionali ed internazionali, per poter sapere qualcosa e poter aiutare il mio amico.
Grazie

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Diamanda,


In una diagnosi così complessa l'uso di psicofarmaci prescritti dallo psichiatra può essere di effettivo supporto al suo amico. 


Il rifiuto da parte del suo amico ad assumerli potrebbe essere letto come una forma di resistenza a prendere atto delle sue difficoltà e trovare un modo per conviverci (un supporto psicologico in questo senso sarebbe molto utile).


Lei dice di scrivere per conto del suo amico. E' il suo amico ad averle espresso l'intenzione di prendere pillole naturali e di averle chiesto di fare la ricerca per proprio conto? Oppure Diamanda è lei ad aver preso questa iniziativa?


Se è il suo amico a volere questo, sarebbe più opportuno che fosse lui a farla in prima persona (anche con il suo sostegno)  e a confrontarsi con gli esperti, poiché questo lo aiuterebbe sia a comprendere l'entità dei suoi problemi sia ad acquisire gli strumenti (farmaci, psicoterapia, ecc…) per gestirli.


Noi psicologi non prescriviamo farmaci.


Dato che sta compiendo questa ricerca, suggerisco al suo amico di contattare direttamente le associazioni o centri (potreste andare insieme) che si occupano dei disturbi di ADHD E ASPERGER presenti nella Regione in cui vive, dove potranno essere presenti diverse figure professionali che, lavorando in equipe, potrebbero offrire interventi integrati.


Tenga conto che è NECESSARIO avere la conoscenza diretta della persona (che ha il disturbo) per fare qualsiasi tipo di prescrizione.


Solo così può essere offerto l'aiuto più adatto alla persona e alla sua specifica situazione. 


Cordiali saluti

Gentile Sig.ra


il medico prescrive la terapia adatta a questi disturbi, poi èil paziente a decidere se assumerla o meno.


Prima di prendere una netta decisione, Le suggerisco di confidare allo psichiatra del Suo amico, le perplessità nell'assunzione dei farmaci, sono sicura che riceverà maggiori delucidazioni sui dubbi dell'assunzione,  sui vantaggi e/o svantaggi di essa e sulle possibili soluzioni alternative.


 


 


 

Gent.le sig.ra,


lei scrive per conto di un suo amico e formula quindi una domanda indiretta. D'altra parte il suo amico ha avuto il "coraggio" di interpellare uno psichiatra, sembra dunque deciso a ricercare un aiuto. Purtroppo ricevere una diagnosi non equivale a ricevere un aiuto... sarebbe perciò interessante sentire dalla viva voce del suo amico di che cosa "soffre". Per il suo amico consiglio di cercare un terapeuta disposto ad ascoltare i suoi disturbi e le sue difficoltà al di là dell'etichetta diagnostica che ha ricevuto, etichetta che molto spesso finisce per "tappare" la questione soggettiva che lo riguarda, anzichè permettergli di articolarla, senz'altro il modo migliore per poter essere aiutato. Buona fortuna e... buona ricerca!

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "ADHD e DSA"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Mio figlio di 5 anni si distrae facilmente

Buongiorno, ho un bambino di 5 anni e frequenta l'ultimo anno della scuola dell'infanzia. Purtroppo ...

1 risposta
Atteggiamento nervoso

Buongiorno, sono mamma di un bambino stupendo di 8 anni; suo padre ed io anche da separati siamo in ...

3 risposte
Convivere con disturbo dell'attenzione

Carissimi, ho 25 anni e studio e lavoro nei Paesi Bassi da un paio d'anni. Da sei mesi a questa ...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.