Adolescenza

Il dolore mi lacera e mi divora

Bartolomeo

Condividi su:

Non so cosa mi stia accadendo al momento, ma non sono più me stesso, o almeno, non mi sento più tale. Sono sempre stato bravo a scuola, ma quest'anno ho difficoltà a concentrarmi, e a relazionarmi con i miei compagni e gli amici, sebbene mantenga buoni rapporti con tutti. A casa passo molto tempo da solo e in classe non partecipo più alle lezioni e mi isolo facilmente. Non so più cosa fare, ho perso me stesso. A volte cado in uno stato di depressione talmente profonda da risultare apatico, freddo e distaccato. Ho voglia di urlare, ma la mia espressione facciale non cambia. Il dolore mi lacera e mi divora. Ho persino contemplato il suicidio, ma ho voluto dare a me stesso ancora un pò di speranza. Aiutatemi, non resisterò ancora molto

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Bartolomeo,

crisi come la sua possono essere frequenti in adolescenza, perchè non prova a parlarne con un professionista magari andando ad un consultorio o ad altri centri del SSN? Anche avere altri contatti, cambiare ambiente, fare una vacanza e conoscere altre persone potrebbe giovarle per cui non disdegni queste cose.  Se poi ci dovessero essere problemi familiari o personali che continuano a far sentire i loro effetti, dovrebbe parlarne assolutamente con uno psicologo, meglio se psicoterapeuta. Si informi se esiste nella sua scuola oppure chieda ai suoi genitori di portarlo da uno psicologo: Al giorno d'oggi non è infrequente una tale richiesta e mi risulta che i genitori siano solleciti nell'esaudirla. Coraggio la maggiore età è alle porte e con essa nuovi equilibri.

Dott.ssa Rita Messini Latina (LT)

Ciao in merito alla tua richiesta rivolgiti privatamente ad un collega per approfondire le dinamiche interne al tuo dolore, quale potrebbe esserne la causa, quali eventi in questo periodo della tua vita sono per te dolorosi e difficili da affrontare. Una psicoterapia ti può aiutare a comprendere il tuo dolore e a trovare un modo per elaborarlo ed andare avanti. Spero di esserti stata utile, cordiali saluti.

Gentile Bartolomeo,

data la tua minore età, non è possibile offrirti un consulto senza l'autorizzazione dei tuoi genitori. In ogni caso, non sarà purtroppo attraverso questo canale che riuscirai a comprendere e a risolvere il tuo malessere.

Perchè non parli apertamente con i tuoi, esprimendo la necessità di consultare uno psicoterapeuta?

Resto a disposizione

Salve Bartolomeo, dalle tue parole traspare chiaramente la tua sofferenza e la volontà di venir fuori da questo disagio psicologico. Per poter darti un aiuto è necessario avere maggiori informazioni, per esempio sulla durata di questa sofferenza, da quanto tempo hai notato difficoltà a concentrarti e relazionarti con i tuoi pari? L'ideazione suicidaria, le difficoltà di concentrazione e il ritiro sociale potrebbero esser sintomi di una diminuzione del tono dell'umore. Ma non è possibile effettuare una diagnosi e darti dei suggerimenti se prima non si ha un quadro più completo. Per esempio se è successo qualcosa nella tua vita che ha innescato in te questo cambiamento. Cosa fai per stare meglio che però non ti aiuta nel lungo termine. 

Il consiglio che posso darti è quello di rivolgerti ad uno psicologo per iniziare un percorso di sostegno psicologico.

Resto a disposizione per eventuali chiarimenti e contatti.

Un cordiale saluto,

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Adolescenza"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Mio figlio mi detesta

Inizierei con il dire che sono davvero disperata perché non so più come gestire questa ...

5 risposte
FIGLIO COMPLETAMENTE ISOLATO, A CHI RIVOLGERSI?

Buonasera, ​sono la mamma di un ragazzo di 13 anni ed ho urgente bisogno di trovare una soluzione ...

2 risposte
Non riesco a capire perchè mia figlia mi odia !!

Buonasera, mi trovo a scrivere dopo l'ennesima lite con mia figlia di 19 anni .. non so più dove ...

9 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.