Famiglia e bambini

Bambina diversa da quando frequenta l'asilo

Federica

Condividi su:

Buon giorno,
La mia bambina ha iniziato l'asilo da circa 2 settimane
I primi giorni di inserimento sono stati un po' pesanti, non accettava il fatto che io (mamma) la lasciassi per stare da sola all'asilo ma per fortuna passati i primi giorni ha iniziato a socializzare e ad andarci volentieri.
Ora ogni sera prepariamo insieme i suoi vestiti l'avviso che il giorno dopo andrà all'asilo con il papà poi lui andrà al lavoro lei giocherà con i suoi amici e le maestre e dopo il pisolino io l'andrò a prendere e passeremo del bel tempo insieme.
Ha accettato la cosa e ci va volentieri tutta felice e contenta di vedere la sua amichetta ma quando torna a casa non mi sembra più la solita bambina di prima.
È "capricciosa" dispettosa, non accetta nessuna regola che prima accettava tranquillamente è un continuo "voglio questo, voglio quello" e ha crisi di pianto e urla se non ottiene ciò che vuole e questa cosa mi sta un po' preoccupando non ha mai fatto così .
Il papà non può fare niente se ad esempio chiede dell' acqua e la prende lui per dagliela anche lì inizia a piangere disperata con delle crisi di pianto inizia proprio a dire "papà no io non la voglio voglio la mamma la mia mamma mi deve dare l'acqua" non accetta nulla dal papa solo da me.
Io lavoro e quando torno dal lavoro e loro sono stati insieme, il mio compagno lo vedo proprio disperato non lo ascolta piange tutto il tempo glie ne combina di tutte e lo porta proprio all esasperazione.
Premetto nel dire che la bambina è sempre stata con me fino ai 2 anni e mezzo per poi appunto andare all'asilo e non ha mai accettato molto le regole o le cose dette dal papà già da prima ma non l'ho mai vista così irrequieta così dispettosa e disubbidiente.
Non capisco cosa le stia prendendo, ogni giorno e un continuo pianti urla per ogni minima cosa e non so più come comportarmi.
Io cerco sempre quando vado a prenderla di passare del tempo di qualità con lei giochiamo ci coccoliamo gli racconto qualche storia mi cerco di far raccontare da lei cosa le passa per la testa e delle sue giornate cuciniamo insieme, insomma cerco di stare più tempo con lei.
Noto in lei che un po' le manco, lo noto dagli abbracci che mi da forti, intensi come se non volesse mai lasciarmi mi chiede un bacio e subito dopo me ne chiede un altro stringendomi forte a lei.
Però non capisco tutto questo suo comportamento da dove arriva.
Può essere associato all' inizio dell' asilo e dal.cambiamento appunto delle nostre abitudini di prima? Lo stare insieme prima H24 e adesso comunque aver iniziato l asilo e avere meno tempo per noi?
È una cosa passeggera? Posso fare qualcosa per migliorare questi suoi nuovi atteggiamenti?
Grazie per la vostra risposta Francesca.

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno Signora, non posso che confermare la sua intuizione. Sua figlia, abituata a stare con lei H24, da quando è iniziata la sua frequenza all’ asilo sta vivendo evidentemente questi primi distacchi, queste prime separazioni, con sentimenti simili ad una esperienza di abbandono: le cose non sono più come prima (ovviamente dal punto di vista della bambina) e quando torna la sera manifesta la sua rabbia nei confronti della mamma che l’ha lasciata sola per tutto il giorno attraverso la messa in atto dei suoi comportamenti.


Credo che da un lato sia da accettare e contenere  l’arrabbiatura serale, e nello stesso tempo si debba aiutare la bambina a capirne le ragioni attraverso frasi molto semplici.


Dott. Claudio Donadoni


Studio di Psicoterapia Psicoanalitica.           


BERGAMO, Via del Lapacano 8.

Salve, mi spiace molto per la situazione descritta. L'inizio dell'asilo può essere un momento che crea ansia nella bambina poiché è il primo momento di separazione dai genitori. Ritengo comunque utile intraprendere un percorso psicologico di parent training al fine di trovare strategie utili per fronteggiare l'ansia da separazione e il rispetto delle regole date da entrambi i genitori. Se sceglierà di affidarsi ad un professionista, io faccio anche consulti online, resto a disposizione, Dott.ssa G.Mangano

Buongiorno Francesca, 


La sua bimba, e tutti voi, state attraversando una fase di adattamento a una nuova condizione che, come tale, richiede la messa in gioco di nuove risorse e di nuovi equilibri. 


Cambiare è un processo sempre impegnativo per la psiche e una delle prime fasi nell'adattarsi ai cambiamenti è proprio quella della rabbia/rifiuto. 


Se come genitori riuscirete ad accogliere e legittimare questa rabbia e accompagnare la vostra bimba a starci dentro, la aiuterete ad arrivare ad una serena accettazione della "nuova vita". È importante non lasciarvi andare a sensi di colpa o inadeguatezza. E può essere utile, oltre a tutto quel che già sta facendo come mamma molto bene, leggere insieme libri sul tema dell'inserimento e del distacco, ma anche libri dedicati al papà, che possano aiutare papà e bimba a scoprire il loro personalissimo modo di stare insieme.


Sono disponibile per un supporto in questa fase, anche online. 


Letizia Sala 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Famiglia e bambini"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Come reagire a una situazione difficile tra i miei genitori?

Vorrei parlare di una cosa che mi è appena successa… sostanzialmente i miei genitori ...

4 risposte
Come superare la situazione con i miei genitori?

Salve, sono una ragazza di 19 anni. da circa tre anni ho un problema con i miei genitori. Circa due ...

3 risposte
Bambino di 4 anni piange dicendo che non vuole mangiare, anche se ha fame!

Buonasera, La mia bambina di 4 anni non ha mai mangiato tanto. Non prova interesse per il cibo ma ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.