Bimba di 4 anni che non riesce a interagire con altri bambini

Francesca

Mia figlia, compirà 4 anni a dicembre, e ha avuto un percorso di crescita con un ritardo nelle acquisizione delle tappe motorie con arrivo al cammino autonomo a 32 mesi, per un ipotonia che sta via via migliorando, apparentemente senza una causa.
Ora è inserita al secondo anno della scuola dell’infanzia, ha un linguaggio con un vocabolario di 30parole ca, ancora stenta a formare delle frasi e spesso utilizza il sostantivo con un predicato all’infinito (va dalla logopedista 2vv a settimana e lei la descrive sveglia e collaborante), controllo sfinterico ancora non appreso completamente (fuori casa è quasi impossibile fargliela fare e non ne sente l’esigenza). Da bambina solare, attorno ai 24 mesi ha cominciato a dimostrare segnali di chiusura e di difficoltà relazionale, inizialmente verso chiunque non fossero mamma e papà, arrivando anche a non mangiare e bere in pubblico e crisi di pianto disperato se qualcuno le si avvicinava.
Ora va meglio, pare abbia aumentato la sua autostima: con gli adulti, manifestando delle preferenze, si approccia con timidezza e diffidenza iniziale, ma si relaziona anche con piacere; con i bambini non riesce a giocare, entrare in relazione, toccarli, se non veicolata da un adulto.
Preciso che non é una situazione statica: lo scorso anno scolastico ha cominciato non volendo far merenda con gli altri bimbi e stando solo con la maestra, e ha terminato mangiando in mensa ed entrando a manina con altre bimbe!
Poi pausa estiva, in cui abitando al mare trascorrevamo tutti i pm in spiaggi con altri bambini, ma uscita dal suo cerchio di quotidianità e di relazione con quelle 5-6 bambine di scuola, abbiamo ricominciato con gli stessi problemi.
Vuole stare solo con la maestra, no merenda e adesso si è aggiunto il problema di trattenere la pipì e non voler assolutamente farla a scuola, finché ogni tanto succede che scappa da sola.
È sempre stato valutato il suo problema motorio/ritardo del linguaggio, ma mai relazionale, che attualmente mi spaventa molto di più.
Grazie.
Francesca

2 risposte degli esperti per questa domanda

Salve Francesca

innanzitutto dovrebbe fare una visita neuropsichiatrica alla sua asl di residenza, dove potrà avere un quadro ed una diagnosi chiara. Può prenotare la visita attraverso la prescrizione della pediatra direttamente alla sua asl oppure privatamente.

In via generale le dico che i trattamenti con il metodo ABA per questo tipi di "disabilità" funzionano abbastanza bene. Quindi potrebbe associare questo intervento riabilitativo alla logopedia. Inoltre per i genitori è previsto un percorso di parent training che aiuta gli adulti ad aiutare la bambina ed a non scoraggiarsi difronte ad alcune difficoltà o insuccessi. Ne parli con la sua pediatra oppure con la logopedista se dovesse vedere la pediatra poco disponibile. Buonasera

Buongiorno, dalla sua domanda è possibile riconoscere le potenzialità di cambiamento che possiede una bambina di quattro anni. Per questo motivo, come lei accenna alla fine della sua lettera e alla luce delle sue preoccupazioni, le suggerisco di effettuare una valutazione psicologica della minore al fine di approfondire lo sviluppo relazionale della bambina. 

In questa fascia d'età, è molto importante poter effettuare una diagnosi precoce che consenta di progettare un intervento adeguato, utile ad ottimizzare la prognosi anche grazie alle grandi potenzialità di cambiamento ed evoluzione.