Cosa sbaglio nell'essere mamma?

Rosa

Buongiorno,
Ho una bimba di 18 mesi ed alcuni suoi comportamenti mi preoccupano. Da sempre non ha mai avuto paura degli estranei e non ha mai protestato quando andavo via (é successo pochissime volte). All'inserimento al nido nessun pianto; quando la lascio con nonni e papà nessuna protesta; oggi al parco ha addirittura preso la mano di una signora e voleva andare sullo scivolo con lei (non le dico il mio spavento); se sta in braccio e vede una signora/e che la saluta tende le braccia per andarle in braccio (lo ha sempre fatto anche da piccolissima). Inoltre comincia a dire le prima parole: papà, pappa, cacca, ciuo (ciuccio), iaia (zia); ma mamma niente. Quando le chiedo di dire mamma lei mi guarda e dopo due secondi dice papà. Solo quando sta poco bene, vuole stare attaccata a me e non vuole nessuno se non me. Questi comportamenti mi fanno soffrire molto e mi rendono una mamma molto insicura. Dove ho sbagliato? La bambina non mi vuole bene? O C'é qualche aspetto della bimba da approfondire che potrebbe essere patologico?
Grazie

2 risposte degli esperti per questa domanda

Buongiorno Rosa. In questa sede sarebbe controproducente dare una risposta definitiva alle sue domande, in quanto la situazione andrebbe approfondita con dei colloqui mirati che vadano ad analizzare ancora più nello specifico la vostra relazione e come questa è andata sviluppandosi in questi mesi. È comprensibile tuttavia la sua preoccupazione per comportamenti come la ricerca di contatto con gli estranei e potrebbe essere utile cercare di capire se ci siano circostanze in cui questo tipo di comportamento viene messo in atto più spesso.
Mi rendo disponibile anche online per dei colloqui di confronto nel caso in cui lo ritenesse necessario al fine di approfondire questi aspetti del vostro rapporto e per aiutarla a gestire in modo migliore lo stress che deriva dalle sue preoccupazioni.
Cordialmente,
dott. Alfonso Panella.

Gentilissima Rosa, 

comprendo la sua preoccupazione per questi comportamenti e mi dispiace che questa situazione le provochi sofferenza e insicurezza nel suo ruolo di madre, tuttavia non sarebbe professionale dare un giudizio sulla base di poche righe senza prima approfondire la situazione in un colloquio.
Mi rendo disponibile anche online e resto a sua disposizione per eventuali dubbi e chiarimenti.

Cordialmente,

Dott.ssa Moltisanti Chiara