Famiglia e bambini

Mia figlia di 5 anni ha paura di non fare bene qualcosa , di essere sgridata dalla maestra

elena

Condividi su:

Buonasera Scrivo in relazione a mia figlia 5anni . Non ha mai frequentato il nido e' sempre stata portata al lavoro con noi (lavoriamo in proprio) in questo grande ufficio ha sempre avuto la sua cameretta dei giochi oltre che tutta la sua famiglia sempre con lei ( mamma , papa, zii, nonni..) e ogni volta che entrava un bambino non ha mai avuto difficolta' a farlo giocare o a socializzare. all'eta di 3 anni ha cominciato la materna sebbene solo al mattino e non tutti i giorni io e mio marito ci siamo sempre scontrati su questo punto .. non avendo mai lui frequentaato l'asilo l'ha sempre ritenuto superfluo , ma pur litigando ed impuntandomi l'ho fatta frequentare almeno un po' gia' all'eta' di 3 anni...ovviamente ora con i 5 anni frequenta giornalmente e a tempo pieno la materna . La bambina e' davvero molto intelligente (ha praticamente imparato a leggere e scrivere quasi da sola, usa il computer quasi come un adulto )e' loquace con ottime capacita' di espressione e con un vocabolario che raramente si sente in bocca ad una bambina cosi' piccola... e' simpatica e gioca con tutti senza eccezione ... e' sempre stata una bambina prudente non sgomita non attacca altri bambini raramente cerca di farsi valere con le parole .. Non sa imporsi ad esempio sulle altalene lei si mette in fila ma se i bambini passano prima di lei li lascia fare .. non tocca mai a lei... spinge gli altri sulle altalene ma non tocca mai a lei farsi spingere , se lei sta pedalando su una bici e un bambino le chiede se puo' utilizzarla lei acconsente e scende dalla bici senza mai trovare il coraggio di farsi ricambiare il favore ( soprattutto se l'altro bambino dice di no..) Ha mille paure ad esempio quelle di restare sola in una stanza che sia buia oppure no.. oppure paure di non fare bene qualcosa , di essere sgridata dalla maestra ..( cosa mai succesa x altro..) Inoltre lei sfoga queste paure dando dei pizzichi alla pelle dell'adulto che in quel momento l'accompagna ( l'ha sempre fatto fin da piccolissima , ad esempio prima di dormire pizzicava la pelle del papa' o la mia..) Ho sempre pensato che prima o poi questi comportamenti sebbero scemati ma adesso mi chiedo se ho sbagliato qualcosa.. l'ho iscrtta ad un corso di ginnastica ritmica , sperando che lo sport l'aiuti ad ottenere un iniezione di coraggio ed autostima, attendo vs gentile risposta e Vi saluto Elena

6 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Elena, la sua bambina sembra davvero ricca di risorse, anche se forse il confronto con la realtà scolastica è uno dei punti deboli, magari non per colpa della bimba ma del contesto. La paura di non saper fare e di essere sgridata corrisponde a fantasie interiori, non devono necessariamente essere accadute in precedenza. Potrebbero anche soltanto essere momenti forti di un regolare sviluppo dell'attenzione a far bene le cose che proprio in questa facia di età comincia a consolidarsi. Dovrebbe essere cura delle maestre comprendere di cosa si trati, almeno per gli aspetti che si manifestano a scuola, e cercare di attenuarne il carico. Quanto alla sua cedevolezza e generosità... non sarà certo una bambina che alimenta conflitti! In queste condotte si mescolano aspetti di personalità e di contesto di crescita, è davvero difficile rispondere a distanza.

Un suggerimento però mi pare importante: Cerchi un buon centro di psicomotricità educativa, dovrebbe trovarne nella sua zona, e eviti i corsi troppo strutturati che non faranno che anfatizzare proprio gli aspetti problematici... la sua bambina non ha bisogno di autostima (aspetto MOLTO sopravvalutato oggidì...) ma di amore, sostegno, e di potersi esprimere in tutta la sua spontaneità.

Gentilissima Sig.ra Elena, dalla Sua descrizione emerge una bimba molto competente, educata, rispettosa e con molta voglia di fare, di esplorare l'ambiente esterno. Molte delle caratteristiche che possiede sono frutto di genitori attenti all'educazione e allo sviluppo della bambina. Da quello che ho potuto capire la Sua preoccupazione sta nelle paure di Sua figlia, alcune normali e fisiologiche per la sua età, che si riversano in pizzicotti dati agli adulti di riferimento. Apparentemente potrebbe essere che la bimba scarica la tensione, l'aggressività, l'accumulo di adrenalina, prodotto dalle paure o da altre cose, in questo modo. Detto questo si potrebbe approfondire la tematica per capire meglio da dove proviene questa tensione che deve scaricare. L'importante è che non si colpevolizzi rispetto alle Sue capacità genitoriali, deve dimostrarsi, difronte alla bambina, sempre competente e forte, mai dubbiosa rispetto alle sie competenze di mamma. E' stata una buona mossa quella di far praticare uno sport alla bambina, permette non solo di socializzare, di essere più forte, ma anche di scaricare la tensione accumulata in vari contesti (scuola, casa, ecc...). Rimango a disposizione. Cordiali saluti

Cara Elena, Anche io quando ero bambina soffrivo di questo tipo di ansia. prima di tutto ti consiglio di far addormentare tua figlia a letto collocando una piccola luce ai suoi piedi in modo tale che la possa guardare mentre si addormenta. Poi tu naturalmente la spengerai prima di andare a letto una volta che tua figlia si sara' addormentata. Detto questo, ritengo che se tu guardi la televisione insieme a lei e trascorra piu' tempo insieme, le paure ed i timori se ne andranno col tempo. Cordialmente

Gentile utente, difficile dire on line se la piccola abbia qualche serio problema. Tenga presente che i 5 anni sono classicamente un periodo di “paure“ che quindi passerà con l'età. Tuttavia alcuni comportamenti che lei ha descritto fanno pensare che la piccola manchi di alcune abilità sociali. Se tali comportamenti dovessero permanere sarà bene consultare uno psicologo che valuti la situazione familiare, dal momento che l'autostima risente in primis dei rapporti con i genitori. Inoltre questa resistenza del padre contro la scuola materna mi sembra fuori luogo: il bambino a 3 anni ha bisogno assoluto di socializzare, tanto più se è figlio unico.

Cara signora, la mia impressione è che sua figlia non abbia un grave problema psicologico, ma solamente bisogno di prendere sicurezza in se stessa. Come lei dice la bambina è stata abituata ad appoggiarsi molto a papà e mamma. Per questo è normale che abbia timore a prendere distanza e avventurarsi verso nuove scoperte. Non ha ancora raggiunto quella situazione che i cognitivisti chiamano attaccamento sicuro (attaccamento B). Per il resto, da quanto riferisce, sembra tutto O.K. Prima di portarla da specialisti e sottoporla a controlli psicologici col rischio che si metta in testa di avere qualcosa che non funziona nella mente è meglio spingerla, con calma e pazienza, a stare con altri bambini e a gestirsi con più autonomia. La scelta di inserirla in attività sportive o musicali o artistiche o quant'altro è ottima, a condizione che si tratti di attività che alla bambina dopo un po' piacciano. Ricordiamoci però che i bambini hanno bisogno di conservare del tempo libero per i loro giochi, quindi non si deve caricarli di troppe attività. saluti

Gentile Elena riscontro nella sua lettera un duplice messaggio relativo alla sua bambina. Da una parte la descrizione di una bambina disponibile,altruista, prudente, intelligente e socievole. Dall'altra una bambina paurosa,timida,mancante di autonomia, con la paura della stanza grande, timorosa dei rimproveri anche se inesistenti e aggressiva con le persone accudenti.I due aspetti sembrano apparentemente inconciliabili. Le suggerisco di ascoltare le sue paure e stimolarla ad esprimerle per come le vive evitando di denigrarla per questo.Quando teme di non fare bene qualcosa o di venire sgridata le chieda quale potrebbe essere la conseguenza brutta che potrebbe accadere per individuare i suoi timori e cogliere le paure più profonde come l'abbandono, la perdita dell'amore e della protezione.Poi la rassicuri in maniera incondizionata cioè che le vorrà bene anche se sbaglia, non è sempre brava o ha paura.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Famiglia e bambini"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Da tempo chiedo il secondo figlio ma lui non vuole

Salve ho 44 anni il mio compagno 46 abbiamo una bimba di 5 anni e 1/2 da tempo chiedo il secondo ...

4 risposte
Vorrei andare via di casa, ho bisogno di consigli?

Inizio col dire che ho avuto un'infanzia difficile, in famiglia siamo in 6, anche se sono l'unico ...

3 risposte
Come ci si salva?

Salve, sono una ragazza di 18 anni. O forse dovrei. Ho sempre amato la libertà, l’ho ...

7 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.