Ansia

È da qualche tempo che non vivo più bene....

Loredana

Condividi su:

Buon giorno, mi chiamo Loredana ho 45 e scrivo dalla provincia di Reggio Calabria. È da qualche tempo che non vivo più bene.... Mi sento sempre stanca, non ho voglia di uscire e non faccio più le cosa che mi piacevano tanto fare. Ho sbalzi d umore. Da circa 20 anni sto con una persona. Ho iniziato questa storia all età di 26 anni, e stato il mio primo ragazzo. Ci frequentavamo normalmente... Passa un po' di tempo, e piano piano cambia, Incomincia ad essere più possessivo, Incomincia ad attribuirmi storie insistenti, mi dice che lo prendo in giro e che io non tengo a lui. Passa il tempo e le cose peggiorano. Incomincia ad offendermi, io reagisco alle sue provocazioni e si finisce sempre per litigare... Sono quasi sempre io quella che va a cercarlo a convincerlo che sta sbagliando. Non è sempre così, quando è tranquillo ci divertiamo pure. Mi dice sempre che gli ho rovinato la vita, che se non fosse stato per me non si sarebbe trovato a questo punto. Anche io ho le mie colpe, ma gli sono stata sempre fedele e ho cercato sempre di capirlo e giustificarlo cosa che lui non vede. Qualche hanno fa è venuto a mancare mio papà. Sono stata malissimo mi sentivo in colpa per la sua morte... Il mio dolore non è stato capito da lui. Purtroppo sbagliando volevo stare sola non volevo vedere nessuno..... incolpavo tutti per quello che era successo. Non so perché mi succede questo, e successa la stessa cosa per la morte del mio amato cane, qualche tempo fa. Mi è stato vicino, mi diceva che dovevo reagire e farmi forza....almeno questo per il primo periodo, più avanti poi per lui la cosa incominciava ad essere pesante. Io non volevo uscire, mangiare, niente mi dava fastidio anche che lui me lo chiedesse. Non so perché reagisco così,non riesco ad accettare quello che mi accade. Me la prendo con il mondo intero per quello che mi accade, dico cose che non peso. Non so se questo accade per tutto quello che ho passato in questi 20 anni, o perché c è un problema di fondo. So solo che vorrei essere capita anche quando dico cose che non vorrei... È riuscire a ritornare la persona solare che ero un po' di tempo fa. Grazie.

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Loredana, da come scrive sembra chiaro come si trovi in una fase della sua vita complessa in cui le cose non sembrano andare come si sarebbe aspettata. Penso che sarebbe utile cercare di capire che cosa le stia dicendo la sua ansia; spesso pensiamo che i sintomi vadano "semplicemente" eliminati mentre sarebbe più utile dargli un senso. Da come ha scritto sembra che spesso viva le cose con sentimenti di colpa e con la sensazione di dover fare lei qualcosa per sistemare il tutto. Mi chiedo quanto tutti questi elementi abbiano a che vedere con i suoi sintomi. Penso che qualche seduta in cui esplorare aspetti come questi a cui accennavo potrebbe risultarle molto utile per riprendere in mano la sua vita.


Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento, a presto.

Cara Loredana,


vorrei iniziare da uno degli ultimi punti della tua mail, la morte del tuo cane. Anche questo è un vero e proprio lutto perché i nostri animali domestici (non me ne voglia nessuno, ma mi riferisco soprattutto ai cani) ci stanno accanto una vita intera donandoci quotidianamente amore incondizionato e disinteressato. Per questo morivo questo lutto va elaborato a tutti gli effetti come gli altri lutti. Inoltre mi sembra che questa situazione sia accentuata dal lutto per la morte di suo padre che non solo non è stato mai elaborato, ma che anzi è stato per lungo tempo oggetto di senso di colpa, senso di colta che spesso attanaglia “chi resta vivo” in modo così fa da impedirsi (simbolicamente e non) di godere di quella vita che ancora si possiede. Infine la situazione sentimentale forse è diventata teatro di amplificazione di questo dolore e anche questo aspetto meriterebbe il suo spazio di elaborazione e chiarificazione. Purtroppo oltre ad accogliere il suo dolore credo che via email io possa fare ben poco, soprattutto perché mi sembra che ciò di cui lei possa aver bisogno sia una relazione nella quale aprirsi e confrontarsi, e il rapporto terapeutico è prima di tutto una relazione. Pertanto, se le fa piacere, mi contatti pure per fissare un appuntamento conoscitivo presso il mio studio a Reggio Calabria per parlare di persona di tutto questo.


Un caro saluto


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Ansia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Ho paura di uscire , parlare con altre persone , toccare/essere toccata e dire /fare cose sbagliate

Salve sono una ragazza di 15 anni, da quasi 2 anni soffro di disturbi alimentari (da cui sono quasi ...

3 risposte
Quando se ne esce dall'ansia?

Io prendo Xanax 0,25 mattina pranzo e sera, ma la sensazione di fastidio sul petto non sparisci mai ...

3 risposte
Non so cosa fare, sto male con me stessa e gli altri

Sono una ragazza di 20 anni, mi sento triste e vuota, cerco sempre di rendermi utile magari lavorand ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.