Ansia e stress

Grazia

Ciao, ho 23 anni e sono sempre ansiosa e stressata e non riesco proprio a reagire. Anche quando penso di essere rilassata, in realtà la mia mente continua a lavorare e quindi vivo sempre in uno stato di angoscia. Spesso ho attacchi di ansia seguiti da repentini cali di pressione, che mi rendono sempre stanca. Per questo motivo non riesco più ad andare avanti con gli esami universitari e tutto ciò mi rende depressa è scollegata dal resto del mondo. Non ho alcuna idea su come risolvere questa situazione.
Grazie mille in anticipo

5 risposte degli esperti per questa domanda

Gentile Grazia,

il suo racconto è breve ma chiaro. Se ho compreso bene, è come se sia la sua mente che il suo corpo fossero costantemente in allerta. Immagino l'angoscia e la fatica, oltre che la stanchezza! Potrebbe aiutarla intraprendere un percorso psicologico per comprendere quali paure e difficoltà ci siano alla base di questa costante attivazione che in qualche modo la tiene  "accesa" tutto il giorno e allo stesso tempo la spegne e la fa sentire scollegata dal resto del mondo. La sua breve descrizione mi ha fatto pensare a due aspetti: la paura e il controllo. Che ruolo hanno nella sua vita questi due aspetti? Come li vive?

Resto a sua disposizione,

dott. Simone Bracchi

Salve, mi dispiace per la situazione che sta vivendo al momento.

L'ansia, quando diventa disfunzionale, rischia di assorbire tutte le energie della persona, la quale si sente priva di forze e svogliata.

Ha mai provato in passato ad indagare l'origine della sua ansia con un professionista? In generale come affronta le situazione complicate?

Le consiglio vivamente di confrontarsi con uno psicoterapeuta, al fine di capire il motivo dell'angoscia e cercare alcune strategie per riuscire a contenerla e gestirla. Vedrà che così le cose miglioreranno e sarà più serena.

Per eventuali chiarimenti sono qui.

Buona giornata.

Dott. Fiori

Generalmente io tendo a descrivere l'ansia come una sorta di accumolo energetico che precede e predispone un compito psichico importante da intraprendere. Avendo lei 23 anni è possibile che questo compito sia di natura evolutiva o abbia a che fare con il diventare adulti. 

In questo senso, basterebbe capire di che compito di tratta e indirizzare le energie su di esso (direzionandole in senso evolutivo) per superare il sintomo. 

Salve Grazia, le posso fare presente che l'ansia e lo stress sono sintomi di paure interne, collegate quindi a qualcosa. Non so se nella sua vita sono gli studi al momento che le mettono in uno stato di stress, oppure altre situazioni che lei può conoscere. Se fossero gli esami universitari a provocarle così tanto stress, si potrebbe fermare a chiedersi come mai vive tale insicurezza. Le proprie ansie si iniziano a gestire quando ci si conosce un po meglio, quando si riconosce da dove provengono, così da dare un nome a queste paure. Altrimenti non è facile reagire, si finisce più per subirla l'ansia. Ci pensi.

In bocca al lupo!

Dr. Cameriero Vittorio 

Gentile Grazia,

è un peccato che venga disperso del tempo prezioso nel suo percorso di studi e che lei soffra probabilmente di ansia generalizzata.

E consigliabile un percorso di psicoterapia per comprendere le origini del suo malessere e riuscire a superarlo.

Cordiali saluti.

Dr. Gennaro Fiore

medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).