Attacchi di panico o problemi al cuore?

Mariapia

Buonasera, volevo un parere su quello che mi accade ormai da mesi.. ho 21 anni, non ho molti problemi di salute. Ho sempre sofferto di ansia e attacchi di panico da anni, purtroppo non ho mai avuto modo di curarli o imparare a controllarli.. se non attraverso ansiolitici e tranquillanti. Da un po di mesi vivo questi momenti in cui, anche senza un motivo apparente, mi inizia una tachicardia che certe volte supera anche i 150 battiti. e ho notato che, anche dopo aver preso le gocce e essermi messa a letto… la tachicardia non va via e iniziò a tremare dalle gambe in su. Ho effettuato una visita cardiologa e un elettrocardiogramma, il cardiologo mi ha diagnosticato una tachicardia sinusale e prescritto altre analisi. Nonostante ciò, lui ritiene che non sia collegato al cuore.. ma quotidianamente passo da una frequenza cardiaca bassa a questi cosiddetti attacchi.. con tanto di palpitazioni. Secondo un vostro parere esperto, potrebbe mai trattarsi di ansie e quant altro? Grazie mille in anticipo

2 risposte degli esperti per questa domanda

Salve Mariapia, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo quanto possa essere difficile convivere con questa situazione riportata. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.

Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi e disfunzionali che mantengono in atto la sofferenza impedendole il benessere desiderato.

Da quello che dice, effettuando i controlli dovuti non è emerso nulla di significativo relativamente alle condizioni del suo cuore per cui è molto probabile, dei sintomi che riscontra, che tutto ciò sia dovuto ad ansia e attacchi di panico che deve imparare a gestire onde evitare che questi possano gestire lei.

Resto a disposizione, anche online.

Cordialmente, dott FDL

Buongiorno Maria Pia 

Leggendo il suo racconto e basandomi su ciò che viene descritto ritengo importante che lei richieda un consulto psicologico. 

Come si evince dalle sue parole ha già ,giustamente ,approfondito la tematica dal punto di vista medico , per comprendere se la causa fosse data da scompensi fisici . Avendo appurato che questi stati di malessere non sono causati da problematiche cardiocircolatorie o altro le consiglio di esplorare con l'aiuto di uno psicologo la tematica da un punto di vista motivazionale .

Analizzare i vissuti e trovare strategie utili per fare fronte a questi momenti di malessere , senza il necessario utilizzo di farmaci potrebbero aiutarla a identificare i pensieri disfunzionali che le impediscono il benessere sperato.

Sono a sua disposizione anche con una terapia online, se volesse approfondire l'argomento .

Cordiali saluti 

Dott.ssa Tricarico Valentina . Psicologa