Gestione adolescente e preoccupazioni

Anna

Mio figlio 16enni studia sempre meno. Amici, amici, amici. Pensa invece di avere tutto sotto controllo e di non dover cambiare niente. Non c’è verso di cambiare le sue abitudini recenti. Abbiamo appena instaurato un dialogo che era andato perso perché urlavo e scleravo con questo atteggiamento. Come si gestisce?
Io sono mamma single. Padre assente. Sto subendo tutto con enorme ansia per il suo futuro, paura che peggiori, che magari verrà bocciato. E l’idea di fare altro 2 anni così mi spaventano. Non dormo. Sto solo online per cercare informazioni. Ho la nausea dall’ansia e non faccio più niente oltre il lavoro, e le preoccupazioni. Aiuto. Ci sono gruppi di sostegno di genitori di adolescenti a Milano? Vedo tutto negativo.

1 risposta degli esperti per questa domanda

Buon pomeriggio Anna,

Dalle sue parole sento tutta la fatica e la preoccupazione nell'affrontare da sola questa situazione complicata legata al rapporto tra suo figlio e la scuola. Come si gestisce? Il mio parere è che per intervenire efficacemente bisogna prima comprendere quello che sta succedendo a suo figlio: come mai non studia? Ha sempre avuto questo atteggiamento verso lo studio? Come mai non lo percepisce come un problema?

Su Milano esistono diversi centri che offrono percorsi di gruppo per genitori, se è interessata mi può contattare in privato.

Spero di esserle stato utile, cordiali saluti