Ansia

Ho paura di uscire , parlare con altre persone , toccare/essere toccata e dire /fare cose sbagliate

Anita

Condividi su:

Salve sono una ragazza di 15 anni, da quasi 2 anni soffro di disturbi alimentari (da cui sono quasi uscita) autolesionismo, pensieri suicidi e crisi da un po' di tempo si è aggiunta la paura di uscire, andare in mezzo alle persone, sbagliare  dire cose inutili e fare brutte figure.
Spesso quando sono in mezzo alle persone ho dei pensieri (molto simili a delle vicine) che mi dicono ad esempio che ci sono persone che ridono di me o che tutti mi stanno fissando (anche se spesso non è vero) e questo mi fa andare in crisi più totale e spesso mi fa avere attacchi di panico .
Vi chiedo aiuto perché ho già avuto a che fare con queste "vocine" a partire dai disturbi alimentari e alle crisi ma ho paura che la situazione degeneri e avendo sempre affrontato tutto da sola è il momento di chiedere aiuto .
Grazie mille
A.

5 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Cara Anita, si, è il momento di chiedere aiuto. È molto difficile affrontare da sola questi disturbi. Fatti seguire e accompagnare da uno/una psicologo e vedrai che ti sarà molto utile. Potrai ricevere un grande aiuto per capire meglio i tuoi disturbi e trovare il modo per cambiare ciò che ti fa soffrire. Per stare meglio e riconquistare il benessere è necessario imparare a volersi bene. Un caro saluto 

Cara A., da quello che descrivi, credo sia importante contattare una specialista Psicologa esperta in adolescenza per avviare un lavoro psicoterapeutico e comprendere l’origine e il significato di questi sintomi che segnalano un forte disagio momentaneo. Dialogando con una professionista sarà possibile ritrovare la serenità e la possibilità di vivere e crescere in armonia con te stessa. 

Ciao Anita mi dispiace per la tua situazione, sei molto giovane e non puoi continuare a farti carico da sola della situazione.


D'altra parte io non ti conosco, avrei bisogno di incontrarti e di capire meglio la situazione per poterti aiutare.


Il mio consiglio è parlane prima con i tuoi genitori, io sono disponibile a riceverti a Forlimpopoli.


Buona giornata

Carissima Anita,


capisco che già poter scrivere quello che stai vivendo è uno sforzo. Ritengo più opportuno tu possa chiedere aiuto di presenza ad una Psicoterapeuta che ti possa sostenere ad uscire dai tuoi molteplici problemi e soprattutto la provenienza di essi. Quindi cortese cerca di prendere urgentemente appuntamento, vedrà che ti sarà utile per uscire da questa condizione buia della tua vita.


Cordiali saluti


 

Ciao Anita, sì è il momento di chiedere aiuto. Bisognerebbe individuare un professionista e cominciare un percorso attraverso cui affrontare tutte queste ansie che descrivi, capire i pensieri sottostanti, le tue emozioni. Affrontare il problema con il cibo e l'autolesionismo. Non spaventarti, si affrontano e si superano. I tuoi genitori sono al corrente della situazione? Potrebbero aiutarti ad individuare un terapeuta.


Se hai difficoltà o non sai a chi rovolgerti scrivi.


Resto a disposizione

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Ansia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Ansia con il partner

Buongiorno, Scrivo per un a problematica che mi affligge da mesi: quando sto con il mio ragazzo ...

3 risposte
Quando se ne esce dall'ansia?

Io prendo Xanax 0,25 mattina pranzo e sera, ma la sensazione di fastidio sul petto non sparisci mai ...

5 risposte
Non so cosa fare, sto male con me stessa e gli altri

Sono una ragazza di 20 anni, mi sento triste e vuota, cerco sempre di rendermi utile magari lavorand ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.