Ansia

Il mio disturbo di ansia si è aggravato, ora ho di nuovo gli attacchi di panico

sabella

Condividi su:

Buongiorno dottori ultimamente scrivo spesso su questo forum, purtroppo il mio disturbo di ansia si è aggravato, ora ho di nuovo gli attacchi di panico! ieri sera ero a cena con amici e non sono riuscita a toccare cibo ho una tosse stizzosa e fastidiosa che non mi permette di fare alcune cose e poco prima di mangiare sono andata a leggere su internet le cause della tosse, d'improvviso mi si è chiuso lo stomaco, oggi purtroppo la stessa cosa questa sera non ho praticamente mangiato e quando sono uscita sentivo una tensione allo stomaco molto brutta! Tornata a casa ho avuto il respiro affannoso! Ieri sera sono dovuta correre nel bagno del locale dove stavo ho iniziato a piangere e ad avere il respiro affannato, mi capita spesso ultimamente di piangere senza motivo! Il mio problema di non voler mangiare ve lo spiego non è una mancanza di appettito ma che ho paura di mangiare e di masticare, ho lo stomaco chiuso e non riesco a mandare giù nulla! Inoltre non mi va neanche di uscire di casa! Sono preoccupata per me, per la mia salute, mi sto distruggendo, ho prenotato un appuntamento da una collega per sabato spero mi possa aiutare perchè sta diventando troppo pesante la situazione! Cordiali saluti!!

10 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Sabella, leggendo il suo messaggio si evince che sta attraversando un periodo molto difficile e che sicuramente ha bisogno di un aiuto. Leggo che ha già contattato unom specialista del settore, quindi non le manca la consapevolezza del suo disagio e di come da sola non riesce a risolvere i suoi problemi di ansia. E' un buon punto di partenza prendere coscienza dei propri limiti e riuscire a chiedere aiuto, sono dei buoni presupposti per far sì che un percorso psicoterapeutico possa funzionare.

Cordiali saluti

 

Gentile utente,

lo stomaco è un organo facilmente interessato nei disturbi d'ansia; ha mai fatto una psicoterapia mirata? Le segnalo un mio articolo proprio sugli Attacchi di Panico in cui si parla sia delle cause che dei rimedi

http://www.psicologi-italia.it/psicologia/attacchi-di-panico/1254/attacchi-di-panico-cura.html

Cordiali saluti

Gentile Sabella,

le consiglio di approcciare ad una terapia ipnotica a indirizzo ericksoniano.
E' un tipo di intervento molto efficace e utile, nella maggior parte dei casi accelera anche la risoluzione del problema.

Se ha bisogno di chiarimenti sulla tecnica, per poter cercare uno specialista adeguato, può contattarmi e cercherò di essere il più esaustiva possibile.
Sperando di esserle stata di aiuto le auguro una buona risoluzione

Gentile Sabella i tuoi attacchi di ansia possono essere risolti con la psicoterapia . Ti consiglio di contattare uno psicoterapeuta psicodinamico che ti aiuterà a comprendere le cause profonde di questo disturbo  doloroso e invalidante riguardo i tuoi rapporti sociali . Tanti auguri

Dott. Artabano Febo Pescara (PE)

Cara Sabella, mi fà piacere l'apprendere che finalmente hai preso un appuntamento con una mia Collega Psicoterapeuta. I Disturbi Psicologici sono dovuti sempre all'accumulo degli eventi frustranti accaduti nel corso della nostra vita da 0 anni a oggi caratterizzati dai Significanti emotivi Sensi di Colpa, Rabbia Trattenuta, Dispiaceri, Paure che danno come risultante i sintomi e il malessere attuale. Questi eventi frustranti con i relativi Significanti emotivi essendo la causa del tuo panico vanno rivisitati con appropriate metodiche Psicoterapeutiche al fine di " consumarne "i relativi Significanti emotivi. Quindi la risoluzione " definitiva " del Panico e del malessere associato consiste nel " resettare " la tua vita da 0 anni a oggi. Solo"resettando " la nostra vita è possibile ambire all'utopistica FELICITA' che consiste nel perseguire i propri SOGNI in piena LIBERTA' e in pace con la nostra COSCIENZA. Ciao e buona Psicoterapia.

Gent. ma Isa mi presento sono la Dott.ssa Lorella Di Nicola psicoterapeuta.

Se ho capito bene tu soffri da diverso tempo di ansia,  mi chiedo se hai mai seguito un percorso di psicoterapia cognitivo – comportamentale, che risulta l’approccio più indicato nel tuo caso. Io curo i disturbi d’ansia  anche attraverso le tecniche di rilassamento. Se ti può interessare approfondire la mia conoscenza io esercito la libera professione nella provincia di chieti.

Spero che tu possa risolvere presto il tuo problema.

Cordialmente

Salve!

Da i sintomi descritti, mi sembra necessario e urgente che lei si rivolga personalmente ad uno psicoterapeuta per avere una diagnosi e avviare un percorso psicoterapico.

Cordiali saluti

Cara, salve! Sono la dott.ssa Elisa Berardi. Innanzitutto la reputo abbastanza consapevole del fatto che lei non soffre di un disturbo alimentare, bensì di una forma di ansia piuttosto ingravescente. Può capitare che la sintomatologia col tempo si aggravi, anche durante la psicoterapia, soprattutto quando si parla di argomenti o punti salienti della propria esperienza di vita affettiva e/o familiare passate e non superate, poichè reputate inconsapevolmente traumatizzanti.

Comunque sia, potremmo ipotizzare quasi sicuramente, dati i sintomi da Lei riportati, che possa soffrire di sintomi psicosomatici o addirittura ipocondriaci. Il DAP (Disturbo di Attacchi di Panico), in genere si manifesta anche con la paura di morire, anzi e anche angoscia che si possa soffocare da un momento all'altro. Io questo lo escluderei.

Lei riesce ad uscire con gli amici volentieri? Presenta dei rituali od ossessioni prima o dopo di mangiare? Presenta spesso delle nausee o vomito la mattina appena alzata? Se così fosse, potrebbe trattarsi di un profondo senso di inadeguatezza in un settore o più specifico della sua vita quotidiana. Oppure possono essere nascosti o rimossi, non accettati, dei sensi di colpa dovuti ad episodi di natura relazionale. Che rapporti ha con un eventuale partner? Non conoscendola approfonditamente posso solo portarla a riflettere sulla consapevolezza di sè e di quello che fa solamente per il Suo bene e per accrescere la Sua autostima e capacità di affrontare e risolvere le situazioni imbarazzanti o che le recano anche un leggero disagio.

Ultima cosa ma non meno rilevante, è riflettere sul fatto che Lei riesca a dormire (riposare) la notte almeno 2/3 volte alla settimana, senza soffrire di una particolare insonnia.

Mi auguro di ricontattarla dopo la Sua importante visita di questo fine settimana.

Cercherò il più possibile di alleviare le sue ansie o angosce a seconda della entità della sua sofferenza psichica e credo anche sociale.

Cerchi di investire di più su stessa, creandosi magari degli hobby diversi, ritagliandosi degli spazi nuovi e proficui per Lei (anche piccolissimi).

Il fatto che non riesca bene a deglutire, potrebbe essere dovuto ad un "bolo isterico" (senso di palla alla gola che no va nè giù e nè su), che si estende probabilmente anche alla bocca dello stomaco (cardias).

Cordiali saluti a Lei, in fede, la

 

Cara Sabella mi dispiace molto per quello che ti sta accadendo...ma questo è un chiaro segnale che il tuo corpo ti sta inviando che è giunto il momento di iniziare a fare qualcosa per te stessa!

Se non ce la fai da sola fatti accompagnare da qualcuno di tua fiducia per iniziare un percorso di psicoterapia, possibilmente di tipo CGNITIVO-COMPORTAMENTALE.

UN CARO ABBRACCIO e TANTI AUGURI

Dott.ssa Alessandra Pastorello Caltanissetta (CL)

Gentile signora, ha già fatto il primo passo contattando uno specialista. Sicuramente la collega a cui si è rivolta l'aiuterà a fare maggiore chiarezza rispetto le tematiche che l'affliggono e conoscere le possibili alternative per risolverle. Distinti saluti

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Ansia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

La mia vita dominata da paure e ansie

Salve a tutti, sono una ragazza di 32 anni. Sto vivendo un periodo critico: sto con un ragazzo da ...

8 risposte
Problema nell'affidare i bambini ai nonni

Buongiorno, sono madre di tre figli (4 - 3 - 1 anno) figli voluti, desiderati e tanto amati. Premett ...

5 risposte
In un loop senza fine

Buongiorno Vi scrivo per avere un vostro parere e/o consigli: sono una ragazza di 31 anni laureata ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.