Nessuna prospettiva

Stella

Salve,
Scrivo perché in 23 anni la mia vita non è mai stata facile.
Mi spiego, non per problemi esterni, so che ci sono tante persone che hanno situazioni veramente spiacevoli e problemi più grossi. Il vero problema è sempre stato il mio modo di vivere ogni mia esperienza.
Non mi sento amata, non mi sento mai all'altezza, non colleziono nessun tipo di soddisfazione personale, sono andata avanti sempre con inerzia. Mi circondo di persone che non fanno altro che giudicarmi e volermi insegnare a vivere, o cosa peggiore, mi dicono: "te ne devi fregare". Quest'ultima frase mi accompagna da sempre. Io non riesco a fregarmene, io soffro se la mia famiglia non mi ama, soffro se ad un esame non riesco a dare il meglio di me, soffro se un'amica mi dice una cattiveria, io non me ne frego. Soffro per sentirmi poco, soffro se sono indietro con gli esami, soffro se nonostante problemi di salute non riesco a perdere peso. Mi sento una buona a nulla, senza nessuna prospettiva, senza nessun modo per stare meglio.

3 risposte degli esperti per questa domanda

Gentile Stella,

dalla sua richiesta si osserva importante pesantezza e si percepisce in modo particolare e forte questa sua sensazione di inadeguatezza. 

Posso immaginare che non si facile forse nè per lei nè per gli altri. Non si deve però giudicare in negativo. Non lo si fa apposta faticare a riconoscere i propri obiettivi di vita raggiunti, la propria autostima e le capacità personali.

Mi sembra di capire che questo sia presente da sempre. 

Come reagisce la sua famiglia di fronte ad un buon voto scolastico?

Se, invece, è capitato di prendere votazioni negative cosa le hanno detto?

Lei è figlia unica? E' una persona che fa confronti con gli altri?

Se dovesse raccontare i suoi successi e obiettivi ottenuti le verrebbe in mente qualcosa? 

Le consiglio di valutare un percorso di psicoterapia individuale per osservare da una nuova prospettiva questi suoi pensieri, le emozioni associate e pian piano conoscendo meglio, in un luogo protetto e senza giudizio, coperto anche da segreto professionale questo suo vissuto essere aiutata, supportata e accompagnata verso un maggiore benessere e senso di realizzazione personale. 

Le linko alcuni articoli che potrebbero esserle utili:

- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/aumentare-la-propria-autostima/

- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/quando-richiedere-una-consulenza-psicologica/

Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza o se volesse rispondere in privato alle domande poste per poterle dare maggiori rimandi.

Cordialmente

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e psicoterapeuta

Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Buongiorno Stella. Generalmente noi impariamo dalle circostanze come sentirci nel mondo, come percepire la nostra posizione dentro un contesto. Il fatto che lei si senta profondamente svalutata e non all’altezza potrebbe derivare da meccanismi relazionali che hanno guidato il suo modo di pensarsi.
Non ritengo inoltre corretto il consiglio che si sente dare di “fregarsene”, non è di certo qualcosa che fa di proposito il sentirsi male quando si sente svalutata dagli altri. Le consiglio invece di affidarsi ad un esperto per esplorare l’origine di questi suoi pensieri in un percorso che le permetta di rielaborarli e trovare sollievo.
Inoltre non svaluti le sue difficoltà, che hanno uguale valore rispetto a quelle di chiunque altro.
Sono a sua disposizione per un consulto più approfondito ed adatto alla sua situazione, anche online.
Cordialmente,
dott. Alfonso Panella.

Cara Stella,

dalle sue parole traspare il suo disagio e il suo dolore per la sua situazione ed è giusto a mio parere dargli il valore che merita. Non è che solo perchè esistono persone che stanno peggio di lei che il suo dolore è meno reale o meno importante. E' stata quindi coraggiosa a dargli una voce e una forma. Affrontare una propria problematica non è facile, sopratutto quando le persone che abbiamo attorno la ignorano, consigliandoci di 'fregarcene'.

Le consiglio di valutare un percorso individuale di supporto grazie al quale possa imparare a riconoscere le sue potenzialità e il suo valore, resto a disposizione per ulteriori chiarimenti

Dott.ssa Maria Chiara Paladini