Ansia

Non so se davvero ho un problema

Laura

Condividi su:

Io credo di avere un problema, tuttavia, a volte, se ci penso con attenzione, mi convinco di esagerare. Non ho mai chiesto aiuto a nessuno direttamente ma ultimamente mi ritrovo a desiderarlo sempre più spesso. Ho pensato al suicidio, ma non l'ho mai attuato in maniera concreta. Tuttavia adesso vedo la morte, che prima temevo, come una liberazione.

Penso che se le cose andranno male avrò sempre l'opportunità di farla finita con tutto questo. La vedo come una via di fuga e mi consolo pensando che se perderò tutti, se davvero non riuscirò a sopportare tutto questo, potrò mollare tutto.
A volte penso di non potermi fidare di me stessa. Mi chiedo perfino se non stia fingendo di stare male tuttavia questa angoscia che provo mi sembra fin troppo reale. Ho una paura terribile per il futuro e credo sia anche giusto alla mia età tuttavia non riesco ugualmente a convincermi che sia normale. Ho dei seri problemi a relazionarmi con le persone e spesso saboto tutti i miei legami.

Ho poca fiducia in me stessa e vivo ogni amicizia o conoscenza in modo ossessivo, oppure mi ritrovo a pensare che la persona con la quale ho instaurato la suddetta amicizia non sia davvero interessata a parlare con me. Perfino con i miei familiari mi ritrovo a sentirmi di troppo, a disagio, come se non fossi al posto giusto, come se stessi sbagliando qualcosa. Ho continuo bisogno di conferme anche se non le chiedo esplicitamente e mi butto giù per ogni piccola cosa.
Piango spesso in solitudine e qualche volta mi addormento pensando che se non mi sveglierò il giorno dopo sarà solo una liberazione.

Di questi pensieri spesso me ne pento e mi sento ancora peggio dopo averli formulati perché credo dimostrino la mia poca forza, la mia codardia.
Sento che deluderò tutti, perfino me stessa e che nella vita non farò nulla di buono e quindi forse non vale la pena sopportare tutto questo. Però questi pensieri si attenuano quando sto insieme a determinate persone anche se non vanno mai via del tutto e a volte anche mentre parlo faccio cose totalmente diverse cado nello sconforto senza motivo. Per questo motivo mi chiedo se non stia esagerando, se non stia allarmandomi e sia soltanto un capriccio il mio, un modo per attirare l'attenzione. A volte sento di impazzire.

1 risposta degli esperti pubblicate per questa domanda

Cara Laura,


nel tuo scritto leggo grande solitudine ed angoscia Vorrei solo dirti che sei giovane, molto giovane e che hai tutte le possibilità per modificare la tua vita, la tua visione del mondo, di te stessa. E' necessario un cambio di rotta ed anche rimboccarsi le maniche e chiedere aiuto perchè a volte da soli non riusciamo a venirne a capo e spesso siamo intrappolati nei nostri schemi e nelle nostre convinzioni. Ti consiglio di rivolgerti ad un professionista che ti aiuti a tirare fuori le tue risorse e vivere la vita che meriti. In bocca al lupo!!!

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Ansia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Ossessioni e Ansia

Buonasera gentili dottori,mi rivolgo al vostro cortese ascolto in quanto sto vivendo un periodo ...

9 risposte
Ansia e pensieri ossessivi

Gentili dottori, Ho 30 anni, una bellissima famiglia, una compagna che adoro ed un figlio di 4 anni...

8 risposte
Come devo reagire per superare questo periodo?

Vi spiego la mia situazione, sperando di avere consigli utili. La mia vita fino a poco tempo f&agrav ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.