Paura del buio e dei temporali

Elena Cristiana

Buongiorno gentilissimi dottori, Ho una bimba di 8 anni e da più di un mese con l’arrivo della sera inizia ad avere proprio veri attacchi di panico per paura del buio e temporali anche se magari è sereno, manifestando conati di vomito e addirittura vomito…non riesco a tranquillizzarla anche se cerco di starle vicino, vuole stare da sola in camera o chiude tutte le tapparelle per non vedere fuori…premetto che da più di un mese è mancato mio papà ma lei stava male prima che mancasse…lei dice di aver visto un cartone animato di Mascha e Orso dove faceva un temporale e da li che ha iniziato ad avere paura…da piccola ha sempre avuto paura dei trattori e manechini (paura che è passata) ma dei trattori ancora adesso manifesta paura, è una bimba molto sensibile e io non so più come comportarmi per aiutarla perché vederla cosi e non poterla aiutare sto malissimo anche io…premetto che sono felicemente sposata e con un’altra bimba di 6 anni con cui lei va d’accordissimo anzi la sorella più piccola l’aiuta molto … Ho provato anche parlare con la psicologa e sono nella ricerca di uno psicologo per lei sperando che possa aiutarla a superare questo disagio… Grazie della vs cortese risposta Cristiana

2 risposte degli esperti per questa domanda

Gentile mamma,

da come scrive mi sembra di capire che sua figlia abbia sperimentato in questo periodo di vita più di una paura. 

Quando le chiede cosa le fa paura del trattore cosa risponde? il rumore? come è fatto?

Dei manichini invece cosa diceva? 

Alla sera arriva il momento difficile, momento in cui arriva il buio, ci si sente più vulnerabili, la nostra mente "tende a controllare meno le paure o i pensieri" della giornata, ecc. 

Potreste provare a trovare un "amuleto" che la difende, creato da lei o scelto da lei e vedere cosa dice. 

Sembrerebbe che la paura insorge in riferimento ad aspetti che sua figlia non riesce a controllare o a gestire o a trovare una causa oppure al rumore. 

Uso spesso il condizionale o sto ponendo domande per cercare di capire al meglio possibile la sua richiesta e dare strumenti il più vicino possibile. 

Si osserva però, già da queste poche righe, che siete una famiglia molto unita e che lei è particolarmente attenta al benessere e alle eventuali sofferenze o paure. 

Ci sono dei pensieri che sua figlia "tiene" molto in mente? Cioè qualcosa che deve fare di routinario o di scaramantico o di controllo?

Lei fino ad oggi cosa ha già provato fare?

Le consiglio se le difficoltà persistono di rivolgersi a uno psicologo che si occupa di età evolutiva così da poter valutare dei colloqui di supporto per lei mamma e per sua figlia. 

Le linko degli articoli scritti da me, sperando che possano essere utili: 

- https://www.psicoterapeutafedericaciocca.it/articoli/disturbi-d-ansia.html

- https://www.psicoterapeutafedericaciocca.it/articoli/disturbo-ossessivo-compulsivo-infanzia-adolescenza.html

- https://www.psicoterapeutafedericaciocca.it/ambiti-di-intervento/terapia-famigliare.html

- https://www.psicoterapeutafedericaciocca.it/articoli/disturbo-post-traumatico-da-stress-e-bambini.html 

Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza o se volesse rispondere in privato alle domande poste.

Le auguro di trovare presto una soluzione al suo problema.

Cordialmente

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e psicoterapeuta

Ricevo a Torino, Rivoli e online

Salve Elena Cristiana, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare la bambina e le preoccupazioni di una mamma. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli e trovare strategie utili per aiutare la bambina a fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarvi ad identificare quei fattori che possono aver contribuito alla genesi ed al mantenimento delle difficoltà descritte.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL