Depressione

Perchè vuoi star bene ma non ci riesci?

Giuseppe

Condividi su:

Buonasera mi chiamo Giuseppe non so se questo scritto verrà divulgato o meno su questo sito ma non importa.
Voglio solo un consiglio su come crescere interiormente ed amarsi soprattutto.
Sono sempre giù di morale ogni istante penso a come fosse bello essere come gli altri sorridenti e felici nell'essere la propria persona e non desiderare esserne un altra non sono qui a fa la vittima sto qua solo per esprimermi per sfogarmi su tutto quello che mi passa per la testa ogni secondo della mia vita.
Ogni giorno penso che sono una persona inferiore agli altri che non potrò mai amarmi anche se lo vorrei tanto, sono fidanzato con una ragazza splendida sotto i miei punti di vista la trascuro ogni momento in che modo: la trascino sempre nelle mie paranoie nelle mie paure che lei possa tradirmi anche se so dentro di me che non lo farebbe mai ma comunque la tratto così male a volte che mi sento male. Per star calmo fumo qualche spinello per far si che mi aiuti a non deprimermi perché e ciò che mi sento esser depresso sempre, paranoico sempre, psicopatico sempre, apatico, antipatico, menefreghista sempre e sempre.
Non ho piü voglia di parlare
Vorrei solo che uno di voi specialisti possa ricevere questo messaggio come se io stesso stessi chiedendo aiuto.
Non sto bene. Penso ogni giorno come fosse la vita se fossi io a guardarla ma dall'alto.

Grazie se qualcuno si importasse di tutto ciò anche se non so stato chiarissimo.

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Giuseppe,


l'unica soluzione è una psicoterapia secondo un modello psicodinamico.


Il resto sono chiacchiere di treno.


La psicoterapia può ristrutturare le parti immature e ancora infantili della Sua personalità ed eliminare dai suoi ‘meccanismi’ quei granelli che – per così dire – ne ostacolano il corretto e felice funzionamento in direzione della crescita personale e dello sviluppo adulto della Sua identità, oltre ogni psicopatologica insicurezza e disistima.


Cordiali saluti.

prof. Roberto Pasanisi


psicologo clinico psicoterapeuta - docente universitario

Gentile Giuseppe,


non si giudichi sull’essere o meno stato chiaro nel descrivere i suoi pensieri ed il suo problema. Leggendo una richiesta o per esempio anche con un primo colloquio conoscitivo, che solitamente ha durata di 45/60 minuti, non potrà mai esserci una conoscenza esaustiva verso qualcuno.


L’uso della droga leggera lei è sicuro che la faccia sentire meglio? Quando ne fa uso? (mattina, pomeriggio, prima di coricarsi, ecc.), E’ un quantitativo massiccio o “debole”?


Le chiedo delucidazioni in riferimento a questo argomento perché dalla letteratura scientifica in realtà gli effetti della cannabis sono “diversi” rispetto alla sua descrizione, seppur ogni persona possa anche reagire in una modalità totalmente o leggermente “anti-convenzionale”.


Ha provato a valutare di intraprendere un percorso di psicoterapia per elaborare meglio queste sue difficoltà? Per valutare come poter modificare il suo pensiero negativo e imparare con le giuste strategie ad amarsi come persona, lavoratore, partner, ecc.?


Conoscere se stessi, osservarsi con dei “nuovi” occhiali, non giudicarsi, riscoprire le risorse interne presenti in ognuno di noi può essere un buon trampolino di lancio per iniziare come dice lei a vedersi dall’alto e non essere più schiacciato da questa sensazione di vuoto o pesantezza.


Resto disponibile per chiarimenti, se volesse rispondere in privato alle domande poste o per colloqui online.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Riceve a Torino, a Collegno e online

Ciao Giuseppe sei stato chiarissimo credo che le tue difficoltà provengano da qualcosa di profondo e che molto probabilmente hanno a che fare con la tua storia!


Ti consiglio di rivolgerti di persona ad uno psicologo solo così potrai capire cosa ti fa soffrire cercando inoltre di salvare il buono che c'è nella tua vita, come tu stesso dici, per esempio la tua fidanzata.

Ciao Giuseppe. Lo spinello peggiora i tuoi sintomi quindi se vuoi cambiare evita di fumare. Poi dedica 30' al giorno del tuo tempo a toccare volontariamente il fondo. Sforzati di stare più male che puoi. Di essere depresso, paranoico, psicopatico, antipatico e menefreghista. Evoca le peggiori fantasie. Le peggiori angosce che puoi. Dopo 30' stop. Torni ad essere esattamente ciò che sei. Devi toccare il fondo per tornare a galla. (Se vuoi).


Cari saluti.


Dott. Andrea Bottai - Firenze

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Depressione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Un mese fa il mio ragazzo ha perso il padre a causa del coronavirus.

Buonasera, Un mese fa il mio ragazzo ha perso il padre a causa del coronavirus. Stavamo affrontando ...

4 risposte
Non voglio uscire dalla depressione

Mi chiamo Angela e ho 15 anni da un anno sono in cura dalla depressione e dell"'autolesionismo, il ...

3 risposte
Come si ritrova l'amore di vivere la vita?

Ciao, ho 18 anni e non so bene come iniziare a scrivere questa richiesta. Non mi sono mai aperta con ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.