Elaborazione del lutto

Forse sto impazzendo...

Renata

Condividi su:

Parto dal presupposto che questo non sia uno dei periodi più facili della mia vita. È da circa un anno che le cose non vanno che peggiorando. Ho davvero molti pensieri per la testa e mi sento tanto tanto stressata. Tanto che non riesco ad avere un buon rapporto con nessuno ormai, ho allontanato tutti. Mia madre, essendo molto giovane per me è sempre stata un punto di riferimento e più una sorella che una mamma ma ultimamente anche lei è cambiata nei miei confronti. Non fa altro che dirmi cose del tipo che ho bisogno di uno specialista, che sono cattiva e maligna e che lei invece è circondata da tante belle persone proprio perché lei è così solare e bella. Ma queste cose a me fanno solo stare peggio perché dal mio punto di vista le cose non stanno così. Le cose non vanno bene nemmeno con il mio fidanzato, litighiamo quasi sempre e a volte mi da quasi fastidio la sua vicinanza. Oggi ho deciso di scrivere qui per un parere perché mi è capitato di scoppiare a piangere di punto in bianco mentre stavo parlando e le lacrime non facevano altro che scendere e non riuscivo a controllarle. Mi sentivo tanto male e continuo a stare sempre peggio. Non riesco più nemmeno a sorridere e questa non sono io. Un paio di anni fa ero la persona più solare e positiva al mondo ora invece mi sento solo abbattuta e completamente senza speranze.

10 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Renata, io prenderei  in seria considerazione l'idea di farsi aiutare. Da ciò che scrive emerge in maniera chiara il suo disagio. Sinceramente  mi chiedo per quale motivo lei vede questa possibilità come qualcosa di disdicevole. Cercare di fare chiarezza  dentro di noi e aumentare la propria consapevolezza, non significa in alcun modo essere persone "sbagliate";  al contrario significa cercare di capire i motivi alla base della propria  insofferenza verso la vita e di certi strani atteggiamenti.  In parole semplici significa prendersi cura di sé stessi per migliorare la propria esistenza e quella delle persone intorno a noi.  Le faccio tanti auguri e rimango a disposizione per ulteriori consigli e chiarimenti.   

Cara Renata, la vita ci mette a volte a dura prova e può capitare che ci troviamo a vivere momenti di sofferenza che mai avremmo potuto immaginare che capitassero proprio a noi. Il fatto che gli altri ci dicano che siamo diversi, che siamo cambiati ci fa sprofondare ancora di più. Ma quando siamo noi stessi a non riconoscerci più, allora è lì che cade ogni certezza. La testa si affolla di pensieri e domande alle quali difficilmente possiamo dare una risposta immediata. Quello che ci appare senza spiegazione può trovare un senso soltanto andando a scoprire e ripercorrere quello che ci sta succedendo o che ci è accaduto nell'ultimo periodo o negli ultimi anni. Cerchiamo inevitabilmente di farlo da soli, almeno ci proviamo, ma a volte è difficile trovare tutte le risposte. A volte è necessario chiedere aiuto perché tutto diventi meno faticoso, il peso da portare si alleggerisce e possiamo scoprire che non siamo solo noi ad attraversare questa difficoltà, ma come noi anche altri stanno vivendo o hanno vissuto un periodo simile al nostro. E magari scopriamo che lo hanno superato e che anche noi ce la possiamo fare...ne abbiamo tutto il diritto! Il diritto di stare bene e convincerci che ce la possiamo fare. Un caro saluto

Cara Renata,


parla di stress e di tanti pensieri. Qualcosa è accaduto che la fa stare tanto male da non riuscire ad avere buoni rapporti con gli altri, neppure con il suo fidanzato. Lei sta soffrendo e sembra non sapere perchè. Il suo pianto improvviso parla di un dolore intenso che ha bisogno di essere espresso, messo in parola. Che cosa la fa sentire abbattuta e senza speranze? Valuti la possibilità di chiedere aiuto ad un terapeuta per comprendere meglio l'origine del suo forte malessere.


Le auguro il meglio


Dott.ssa Franca Vocaturi

Salve Renata, mi dispiace per il periodo che sta attraversando.


Lei si descrive come una persona solare. Quindi le vorrei chiedere che rapporto ha con la tristezza e come interagisce con quest'ultima?


Da ciò che scrive sembrerebbe una giovane donna che ha bisogno di sfogarsi e parlare con qualcuno, non c'è nulla di male, anzi vedrà che le cose in questo modo miglioreranno.


Credo che per lei sia arrivato il momento di fare un po' di chiarezza. Le consiglio di intraprendere un percorso di psicoterapia.


Rimango a sua disposizione.


Buona giornata.


Dott. Fiori

Cara Renata


Probabilmente questo brutto periodo che stai attraversando da un anno, inizia a diventare realmente invalidante e pesante. Non so quali possano essere le cause del tuo malessere, ma credo sia importante poter andare a fondo. Forse la tua mamma, magari sta cercando (non sempre nella maniera più corretta) d spronarti a chiedere aiuto. Capisco, inoltre, tu possa sentirti infastidita ed irritata (anche dalla sola presenza del tuo fidanzato), ma anche questo è un segnale di malessere e di sofferenza. Descrivi di essere sempre stata solare e sorridente. Proprio per questo ulteriore motivo, cercherei di approfondire cosa potrebbe essere accaduto ultimamente, da renderti così differente da un tempo.


Auguro con tutto il cuore buona fortuna.


Dott.ssa Elisa Danza 

Gentile Renata da quello che lei riporta c'è una grande sofferenza in lei che con il tempo è diventata sempre più accentuata forse dovrebbe trovare uno spazio per questi suoi vissuti ( interiori) a cui dare voce e significato e alle difficoltà relazionali che sta vivendo con le persone importanti ( mamma e fidanzato) a un percorso psicologico l'aiuterebbe a comprendere meglio cosa è successo e cosa sta succedendo. 


Saluti 


Dott. ssa Maria Barbara Zottarelli 

Gentile Renata,


la sua sofferenza traspare anche attraverso le poche righe che ha scritto e merita sicuramente ascolto, accoglienza e comprensione. Mi colpisce quando dice che da un lato sua mamma la accusi di essere "cattiva" e dall'altro però le dica che ha bisogno dell'aiuto di uno specialista. E' come se desse voce a delle domande che forse anche lei ha su se stessa. Cosa ne pensa ? Forse è arrivato il momento di ascoltarsi e provare a capire cosa la faccia stare così male con tutti da lungo tempo. Potrebbe certamente giovarsi della guida di una persona esperta in questo percorso per tornare a stare bene. Se desidera, io lavoro da anni con giovani che attraversano periodi di vita critici e sono disponibile a un contatto. Ricevo in centro a Monza e in questo periodo anche online.


Molti auguri


Francesca Fontana

Buongiorno Renata, nella vita ci sono momenti in cui sentiamo che dentro di noi è saltato un equilibrio. E quando ne siamo consapevoli e questo ci crea disagio e sofferenza è importante prendersi cura di quella nostra parte che ci sta comunicando qualcosa. È giovane e ha ancora tante possibilità nella sua vita. Se non siamo serene dentro anche tutto ciò che ci circonda ne viene condizionato, come i rapporti con le persone a noi care. Se ha bisogno io sono disponibile ad accompagnarla in questo percorso di ri-scoperta.


Dott.ssa Sabba Desiree

Cara Renata dalle tue parole emerge tutta la tua sofferenza e anche se ad oggi non riesci a comprenderne le motivazioni è innegabile che tu stia vivendo un momento molto difficile.


Io credo che possa essere utile un approfondimento con uno psicoterapeuta non perché in te ci sia qualcosa che non va, ma perché credo fortemente che ogni dolore vada ascoltato, accolto, raccolto ed elaborato per potere proseguire serenamente la propria quotidianità.s


Contattami senza problemi anche solo per capire come funziona una consulenza psicologica.


I miei riferimenti li trovi sulla mia pagina Facebook, sull'albo degli psicologi della Lombardia o sul mio sito.


Un caro saluto.


Dr.ssa Francesca Boracchi

Buongiorno Renata, lei non sta impazzendo, ma direi che dentro di sé si stanno muovendo diversi e forse nuovi sentimenti, che possono confonderla. Se due anni fa ricorda di essere una persona solare e positiva, vuol dire che questa è la sua personalità. Piuttosto le chiederei come procede la sua relazione sentimentale, che ha citato. Pensa che possa essere cambiato qualcosa da parte sua, a livello di emozioni e sentimenti che prova per lui? È possibile che stia vivendo dei dubbi su questo rapporto, oppure no. È solo una ipotesi che sto avanzando, avendo pochi elementi a disposizione. Se invece va tutto bene con lui, si dovrebbe domandare se ci siano dei cambiamenti nella sua vita, che in qualche modo la stanno mettendo in difficoltà o in crisi.


Spero averle fornito qualche spunto di riflessione su se stessa.


Tanti auguri,


Dr. Cameriero Vittorio 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Elaborazione del lutto"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Senso perpetuo di ansia dopo la perdita di entrambi i genitori

Buonasera a tutti. Da quando ho perso mio padre a causa di un infarto 5 anni fa ho sviluppato questo ...

2 risposte
Ho tradito il mio fidanzato dopo la morte di mia mamma

Circa sei mesi fa è morta mia madre a 57 anni dopo una malattia durata 5 anni. Io sono fidanz ...

4 risposte
Ho perso per un incidente la mia ex compagna

Martedì 17 giugno la mia ex compagna, con la quale ho convissuto per la maggior parte della ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.