Aggressività e violenza

Come posso fare per non essere più violenta con il mio ragazzo?

Chiara

Condividi su:

Sto con un ragazzo da un anno e 5 mesi, il nostro rapporto è fatto di molti alti e bassi, inizialmente litigavamo a causa della sua gelosia e fastidi, con il tempo gli feci notare che non potevamo andare avanti così e da lì, piano piano migliorò molto, adesso non è più la persona di prima.

Tutte questi liti provocarono in me uno forte stress, quando litigo con il mio ragazzo lo riempio di parole e a volte gli alzo anche le mani... Non so come smettere di fare tutto questo, ci provo ma non ho la forza... Lui tutto questo non lo merita, ed io non sono una ragazza violenta affatto, sono molto stressata.

7 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Chiara


il punto è riflettere sull'origine di questa sua rabbia, i litigi con il suo fidanzato possono scatenarla, ma probabilmente bisogna riflettere sulle situazioni in cui le succede e perchè. 


Pensi ad eventuali cambiamenti o eventi della sua vita che abbiano potuto provocare le sue reazioni; inoltre le suggerisco di provare a parlare col suo fidanzato di questi momenti e cercare di superarli insieme a lui, trovando insieme le risorse positive della sua relazione amorosa. 


In alternativa potrebbe valutare un percorso psicologico presso uno specialista nella sua zona.


Se vuole chiarimenti può scrivermi in privato, esercito sul territorio di Bologna


Nel frattempo le faccio i miei auguri

Buonasera, 


volevo chiederle quali sono le situazioni che le crea molto stress?


In questo momento, sta vivendo situazioni stressanti, nell'ambito lavorativo e/o universitario?


Vive delle situazioni di insoddisfazione, per cui la figura relazionale risulta quella da usare come un pungiball?


Le sto facendo, queste domande, perche' l'informazione che ha indicato sono poche per darle una restituzione adeguata. 


 


Resto a disposizione 


 

Buonasera...


Sicuramente lo stress può far perdere il controllo delle proprie azioni


Fino ad arrivare a mettere in atto comportamenti che non ci appartengono...


Tale violenza potrebbe a lungo andare deteriorare il tuo rapporto di coppia....


Noi ti consigliamo di procedere con una consulenza in modo da rintracciare la causa del tuo comportamento


e di conseguenza ritrovare uno stato di equilibrio interiore che ti possa consentire di essere più serena...


Siamo a tua disposizione

Buongiorno Chiara,


un modo per evitare di mettere in atto l'aggressione verbale e/o fisica e' quello di fermarsi e allontanarsi nel momento in cui sente l'impulso di aggredire.


Chiara, Lei è molto giovane e anche ben intenzionata a modificare i suoi comportamenti che sono nocivi alla relazione. L'essere umano ha la capacità innata di modificare i propri comportamenti. 


Tenga conto che gli impulsi si possono controllare, in quanto l'IO può scegliere quali azioni mettere in atto, a differenza dell'animale che invece è dominato solo dagli istinti e, quindi, è costretto dalla Sua natura a muoversi solo secondo schemi stereotipati. 


Qualora, però, Lei si rendesse conto di non avere la capacità di dominare gli impulsi aggressivi, Le suggerisco di richiedere un aiuto diretto a un mio Collega della sua città.


 


Cordiali saluti

Gentile Chiara.


Solitamente gli elementi della coppia tendono a compensarsi, ciò che fa uno non fa l'altro e viceversa (questo a sommi capi). I vostri comportamenti si sono invertiti: mentre prima lui era attivo e lei passiva, ora lui è passivo e lei attiva. Probabilmente in lui c'erano già queste due polarità che sono state attivate una dopo l'altra. Probabilmente, bella passività di lui c'è qualcosa che fa scattare in lei, Chiara, questa violenza. Consiglio terapia di coppia perché il problema c'è.

Dalla sua lettera traspare tutto il dispiacere e la frustrazione di non riuscire ad arginare la spinta aggressiva che si traduce negli attacchi verbali e/o fisici contro il suo ragazzo. E questo mi sembra un buon punto di partenza; infatti ci sono molte altre persone che si esprimono in modo violento le quali sono del tutto inconsapevoli del loro comportamento, e soprattutto non intendono mettersi in discussione per migliorarlo. Quindi, leggendo come lei esprime il suo dispiacere e la considerazione verso il suo compagno, direi che una parte del lavoro è già fatto dal momento che lei sembra vedere e riconoscere i propri errori, e che desidera migliorarsi.


Un percorso psicoterapeutico sarebbe auspicabile, affiancato ad un lavoro di gruppo per persone che si esprimono nella coppia attraverso l’aggressività.


Ma talvolta, in noi, sembra agire una forza che prevarica la nostra volontà e che si attiva quasi al di là di noi stessi: in questi casi può essere utile cercare di capire se in noi sta agendo una “volontà sistemica”, ovvero qualcosa che viene dalla nostra famiglia di origine, magari da un passato molto lontano, e quindi cercare di scoprire se, quando ci lasciamo catturare da una modalità distruttiva, in realtà noi stiamo rappresentando “qualcuno” che ha a che fare con la storia della nostra famiglia, quasi “presentificando” nella nostra relazione attuale un passato che ha fatto soffrire altri.


Le Costellazioni familiari di Hellinger, un metodo di lavoro di gruppo ormai diffusissimo, portano rapidamente alla luce gli intrecci e gli irretimenti che talvolta generano reazioni inspiegabili e orientano scelte e atteggiamenti che non sentiamo propriamente nostri.

Cara Chiara,


per entrare nel merito delle dinamiche che scaturiscono nella vostra relazione e che la portano a tali agiti nei confronti del suo fidanzato credo che sarebbe necessario che lei si confrontasse con uno specialista in un percorso di coppia.Dopo una attenta diagnosi potrebbe emergere anche la necessità di attivare un percorso individuale in parallelo per lei ma ciò andrebbe valutato solo dopo un attento inquadramento diagnostico. 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Aggressività e violenza"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Problema di rabbia

Buongiorno scrivo perchè ciclicamente ho dei momenti di rabbia verso cose o persone (non ...

3 risposte
Ho picchiato il mio uomo

Buona sera a tutti. Ho un rapporto un po' burrascoso con il mio ragazzo però ci amiamo da ...

5 risposte
Figlio adolescente estremamente irrispettoso e violento

Buongiorno, sono la mamma di un difficile ragazzo di 15. Scrivo perché, purtroppo, dopo l'enn ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.