Disturbi dell'alimentazione

Ho un cattivo rapporto con il cibo e con il mio corpo, non so se ho qualche problema oppure no

Anna

Condividi su:

Salve,
Io vi contatto perché dopo anni, vorrei capire cosa sto vivendo e perché mi succede.
Innanzitutto volevo sottolineare il fatto che ho un cattivo rapporto con il mio corpo, mi vedo sempre grassa, anche se peso 47 kg e sono alta 1.60, mi vedo grassa soprattuto sulla pancia e sui fianchi. Mi guardo in continuazione, piu volte al giorno, allo specchio, cercando di capire se la mia pancia sia più o meno aumentata, anche se so che in una giornata non ingrasso. Cosi faccio con la bilancia, mi peso in continuazione.
Sono ossessionata da questa cosa, ci penso veramente in maniera continuativa e cerco conferme dal mio partner sempre riguardo al mio corpo.
Inoltre ogni qualvolta che mangio mi sento grassa, mi tocco la pancia e mi dico "oh mio dio che sto facendo". Per quanto riguarda l'alimentazione, mangio le giuste quantità, alle volte anche troppo.
Non cerco però di compensare questa mia sensazione con attività fisica, sono molto sedentaria. E non cerco di espellere il cibo. Vivo in questa situazione da molto tempo, è diventata un abitudine.
Spero in un vostro aiuto.
Saluti

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Cara Anna, capisco la sua situazione.


Nonostante lei presenti un peso corporeo regolare, si vede "sempre grassa". Questa e altre caratteristiche descritte (ad esempio, guardarsi allo specchio e pesarsi "in continuazione") risultano associate ad un'alterazione dell'immagine corporea, la quale consiste nella rappresentazione mentale del proprio corpo.


Le consiglio quindi di rivolgersi ad uno psicologo esperto in immagine corporea affinché sia possibile verificare l'eventuale presenza di tale problema, affrontarlo e risolverlo.


Rimango a disposizione.


Cordiali saluti.

Gentile Anna, il fatto stesso che lei stessa descriva con molta preoccupazione quella che definisce un'ossessione, così come il suo desiderio di capire, sono indici da un lato della presenza di qualcosa che per lei costituisce un problema, dall'altro fanno pensare che ci siano i margini per lavorarci.


Sarebbe interessante, innanzitutto, sapere da quanto tempo ha incominciato a sentirsi in difficoltà con il suo corpo, e come mai è arrivata a porre la questione proprio adesso.


Al di là del comportamento ossessivo, quello che lei segnala è uno stato di angoscia ("oh mio dio che sto facendo"), che attribuisce al vedersi grassa. Questo mi avverte della delicatezza della questione che lei porta, e per questo motivo preferisco astenermi dall'offrirle un'interpretazione, anche perchè lei non descrive nulla circa il modo in cui questa sintomatologia si è sviluppata.


Sarebbe dunque il caso, attraverso un percorso psicologico, di costruire dei punti di riferimento solidi, per poter affrontare gradualmente la questione: le consiglio di rifletterci, per capire se vuole sostenere un percorso di questo tipo, ed eventualmente di contattarmi.


Un caro saluto

Buongiorno Anna


Lei ci chiede se ha un problema e contemporaneamente si dà la risposta: "ho un cattivo rapporto con il cibo ed il mio corpo". Quindi immagino che lei voglia risolvere questo "cattivo rapporto"; e il fatto che lei è interessata a scoprire "cosa sta vivendo e cosa le sta succedendo" è un punto di partenza.  Più che dall'esterno, la risposta alle sue domande potrà trovarla dal suo interno in maniera più soddisfacente per lei stessa, attraverso un percorso di consapevolezza del suo corpo e delle sue emozioni, rivolgendosi ad un collega possibilmente formato in Gestalt o terapie corporee. Le suggerisco inoltre di leggere il mio articolo "Emozioni e cibo" pubblicato in questo sito web, che potrà sicuramente darle qualche ulteriore spunto di riflessione.

Gentile ragazza,


credo dovrebbe parlarne anche con il medico di base e sentire il suo parere relativamente al giusto peso.


Da ciò che descrive non ci sono sintomi che possano far pensare ad un disturbo alimentare severo come l'anoressia, piuttosto sembrerebbe ci sia una sorta di pensiero ossessivo sul cibo e la possibilità di ingrassare.


I disturbi ossessivi si giovano molto della Terapia Strategica Breve e le consiglierei perciò di consultare uno psicologo psicoterapeuta di questo indirizzo.


Cordiali saluti

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Disturbi dell'alimentazione"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Rifiuto totale di verdure e pesce

Buonasera, sono una ragazza di 23 anni. Il mio problema è il rifiuto verso le verdure e il ...

8 risposte
NON MANGIA ALL'ASILO

Buongiorno, mi rivolgo a Voi perchè non so più come comportarmi. Mio figlio non &egrav ...

4 risposte
Mio figlio di 6 anni si rifiuta di mangiare alla mensa scolastica.

Salve Sono una mamma molto preoccupata. Mio figlio di quasi 6 anni non ha un buon rapporto col cibo...

6 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.