Travestita

Stella

Buona sera sono Stella un uomo che piace vestirsi da donna e sentirmi donna. Mi piace truccarmi e comportarmi da donna. Sono sposata e ho figli, ma vorrei sapere come mai faccio tutto questo, e in più mi penetro molto e mi piace ma dopo mi vergogno!! Grazie

3 risposte degli esperti per questa domanda

Buongiorno Stella, posso comprendere la vergogna che prova anche se, da queste pochissime informazioni, non ho dedotto molte informazioni, ad esempio se ha effettuato o sta effettuando un percorso di transizione di genere.

Purtroppo non si dispone di informazioni sufficienti per poter rispondere in maniera esauriente alla Sua richiesta, è molto probabile che sussista una disforia di genere ma onestamente non mi sento di poter dire altro. 

Mi farebbe piacere comunque saperne di più, ad esempio come ha vissuto e come vive questa situazione e quali sono i pensieri e vissuti emotivi connessi.

Credo fondamentale in questi casi richiedere un consulto psicologico al fine di crearsi uno spazio per elaborare pensieri e vissuti emotivi, trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici e rispondere in maniera esaustiva e completa alla domanda che pone.

Resto a disposizione, anche online.

Cordialmente, dott FDL 

Buonasera gent.ma Stella,

da ciò che ci racconta emerge una discrepanza nell'identità di genere, la cosiddetta disforia di genere, ovvero essere biologicamente appartenente ad un genere, in questo suo caso, maschile, ma sentire di corrispondere maggiormente, in vari aspetti della sua vita (e soprattutto nel suo vissuto psicologico più intimo) al genere opposto, in questo suo caso, femminile. Oppure di non appartenere completamente a nessun genere, come le persone cosiddette, "non binarie".

Ecco, chiarito tutto questo e partendo da qui, cosa la fa soffrire maggiormente quindi? in cosa sente di voler cambiare? cos'è che non riesce a risolvere da sol*? Sa quali possono essere i suoi possibili scenari futuri e le relative opzioni mediche e psicologiche disponibili?

Inizi intanto da qui.

Cordialmente,

Dott.ssa Bianchini Margherita.

Buongiorno.

Come può immaginare non è possibile offrirle risposte precise. I motivi che animano un comportamento possono essere molteplici: il desiderio di vestire abiti femminili,  sentirsi una donna o ricercare modalità di appagamento di cui poi prova vergogna, sono esperienze che si inseriscono nella sua più articolata storia soggettiva. Per come descrive, sembra che queste esperienze siano vissute in conflitto con altri aspetti della sua vita personale, come ad esempio essere genitore e coniuge. Per trovare però una risposta che possa essere sentita come una sua personale soluzione a ciò che oggi avverte come un problema, è necessario prenda in considerazione l’ipotesi di una consultazione: in questo contesto le sarà possibile valutare meglio la sua domanda di aiuto e capire se e come iniziare un lavoro psicoterapeutico o psicoanalitico che le consenta col tempo di riconquistare un suo equilibrio.

Stefano Golasmici

v. Morgagni 32 Milano (MM1 Lima); p.za Marie Curie Bussero (MI) (MM2 Bussero)