Problematiche sociali

Da 2 anni mi son reso conto di non essere soddisfatto della mia vita

Alessio

Condividi su:

Sono sempre stato un ragazzo introverso.
Alle scuole elementari e medie però ho sempre avuto molti amici, andavamo a casa uno dell'altro, tornavamo a casa insiemi dopo la scuola, non mancavamo mai ai compleanni ecc.
Poi sono andato al liceo e sono iniziati i dolori.
Nei 5 anni di liceo ho sempre avuto conoscenze solo nell'ambito della scuola, conoscenze mai tramutatesi in amicizie...fatto sta che finito l'orario scolastico non mi vedevo con nessuno. Le uscite sono sempre state limitate a qualche compleanno o alle gite insieme...
Reputo sia stata anche colpa mia perché più volte ed in più occasioni i miei compagni hanno tentato di coinvolgermi in qualcosa , in uscite ma io ho sempre rifiutato. Ciò che mi dispiace è che in più occasioni son passato per uno che se la tira o maleducato, quando invece semplicemente avevo timore di questi eventi. All'ultimo anno poi tutto è peggiorato per una questione familiare e mi sono chiuso ancora di più.
Avevo grandi aspettative per l'università, credevo sarei riuscito a superare queste difficoltà sforzandomi di parlare con le persone...ma sbagliavo. Il primo anno ho avuto alcuni compagni di corso ma a causa di uno specifico esame che non riuscivo a superare ho deciso di finire il secondo semestre interamente da non frequentante: di conseguenza ho passato oltre 6 mesi senza parlare con nessuno dei miei coetanei. Tutti intorno a me avevano la propria vita che andava avanti mentre io sentivo bloccato. In ogni caso per la fine dell'anno accademico son riuscito a dare tutti gli esami dell'anno e ho passato l'estate seguente completamente da solo ancora una volta e con la.paura.che l'anno successivo sarei stato completamento solo. Il secondo anno è cambiato qualcosa e ho trovato un gruppetto a cui mi sono aggregato e col quale fino ad oggi mi frequento. Tutto bene quindi? No . Siamo usciti poco in questi 2 anni e sicuramente il covid ha influito ma io percepisco una sorta di distanza tra noi...come fossimo ancora poco più che conoscenti. Al fatto quindi che non mi ritengo pienamente soddisfatto del rapporto che ho con loro, si aggiunge il fatto che ogni volta che mi trovo in una situazione sociale nuova vado in ansia .
Rispetto al passato in cui avevo addirittura difficoltà a fare piccole commissioni da solo o a spiccicare semplicemente qualche parola oggi riesco a propormi un minimo ma non riesco mai ad andare oltre una conoscenza superficiale che puoi avere al bar.
Chiudo: non mi sento per niente soddisfatto della mia attuale vita. Non mi stimo per niente (e so che tutto viene da qui), non mi piace la mia facoltà (anche se faccio tutti gli esami è una tortura ma non saprei cosa.altro fare sinceramente), non ho amici ne una ragazza con cui passare il tempo e condividere esperienze come si dovrebbe fare alla mia età (ho 22 anni).
La mia famiglia si è sempre prodigata con me, ho avuto un'infanzia felice e li amo molto ma sento che oggi tutto ciò non mi basta più.
Mi sento come sconnesso dalla mia vita e ho paura di ritrovarmi in giorno senza aver concluso niente.
Chiedo un consiglio

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno Alessio. Inizio con il ringraziarla di tutte le informazioni che ha trovato la forza di dare, in un momento di così grande sofferenza. La situazione è sicuramente complessa sotto il punto di vista di ambiti che il suo disagio va a toccare. Sarebbe importante indagare il significato più profondo che lei dà alle relazioni amicali, significato che però al momento, fisiologicamente, le è precluso e che può emergere con l’aiuto di un esperto. Inoltre, utile sarebbe essere rintracciare un evento significativo nel periodo a cavallo tra il liceo e le medie, periodo in cui lei riporta una drastica riduzione dell’impegno relazionale con l’Altro. In questo modo si potrebbe avere un quadro più chiaro di come lei “funziona” in questo ambito e inserirlo nel quadro d’insoddisfazione generale verso la vita che lei riporta.
Per un consulto più preciso circa il suo specifico caso, mi rendo disponibile per un consulto ed un eventuale percorso, se lo riterrà utile al suo caso.
Cordialmente,
dott. Alfonso Panella.

Gentile Alessio,


da come si descrive mi sembra di osservare importante ansia sociale e bassa autostima. Forse anche paura del giudizio altrui.


Secondo lei cosa può essere cambiato dal passaggio medie superiori? Forse i compagni erano meno disponibili o c'era meno affinità?


Le consiglio di valutare un percorso di psicoterapia inviduale per capire il motivo di questo forte timore nell'aprirsi, per cercare delle strategie personali per riuscire e risbocciare come merita. 


Le linko, inoltre, 3 articoli che potrebbero esserle d'aiuto:


- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/aumentare-la-propria-autostima/


- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/quando-richiedere-una-consulenza-psicologica/


- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/terapia-individuale-minori-adulti-cognitivo-costruttivista/


Resto disponibile per informazioni, domande aggiuntive, eventuale consulenza online o se volesse rispondere in privato alle domande poste.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problematiche sociali"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Ho una figlia di 20 anni non riconosciuta

Buongiorno, ho una figlia non riconosciuta, la madre all'epoca era sposata con due figli e mi ha ...

1 risposta
Andare via e abbandonare

Buongiorno, sono una mamma di 2 bambini, e moglie. Sono anche figlia di una madre che è rimas ...

4 risposte
Arrossamenti e vampate di calore quando parlo con qualcuno o quando ci sono persone, ansia.

Buon giorno,Premetto che sono sempre stata una ragazza in adolescenza con la risposta pronta, estrov ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.