Sono circa 10 anni che soffro di Misofonia

Liwia Anna

Salve, Sono circa 10 anni che soffro del disturbo che si chiama Misofonia. Mi da molto fastidio il suono quando una persona mangia, ma non succede con tutti. Mi succede con i miei genitori e con alcune persone con cui convivo. Vorrei tanto non avere questa cosa. Perche provo molta rabbia, disgusto, ansia e divento impulsiva e mi viene voglia di spaccare qualcosa di insultare qualcuno. E anche di imitator quello che fanno queste persone .Mi da fastidio anche sentire le persone che ruttano o il rumore della forchetta sul piatto. Oltretutto anche vedere queste persone che fanno certi movimenti con la bocca mi da fastidio.
Grazie mille

5 risposte degli esperti per questa domanda

Gentile Anna,

l'aspetto più singolare del suo problema di misofonia riguarda il fatto che sia circoscritto all'ambiente famigliare: io inizierei a puntare l'attenzione su questo aspetto, parallelamente ad un breve percorso di desensibilizzazione (dei sintomi ansiosi ecc.) attraverso tecniche specifiche a mediazione corporea. Saluti.

Dr. Gianrico Rossi

dr.gianrico.rossi.79@gmail.com

 

 

 

 

Buongiorno Liwia Anna,

dalla sua lettera non si evince se abbia o meno già effettuato un percorso psicologico per approfondire la problematica, con il supporto di un adeguato assessment psicodiagnostico, valutando l'eventuale presenza di comorbidità cliniche.

Il mio suggerimento è di affidarsi ad un terapeuta preferibilmente di orientamento cognitivo comportamentale della sua zona, con approccio integrato "schema therapy", orientato ad approfondire la correlazione tra stili di attaccamento con le figure primarie e l'insorgenza di schemi non adattivi.

Resto comunque eventualmente a disposizione per chiarimenti in merito. 

Cordialmente

dott.ssa Alessandra Melli

Cara, 

Credo che vivere così sia davvero molto stressante, sia per se stessa che per le persone che fanno parte del suo ambiente.

A mio avviso, sarebbe importante parlarne con un/a professionista psicoterapeuta. Infatti, insieme al / alla terapeuta potrebbe indagare le cause di questo fastidio, comprenderne e le ragioni e alleggerire la sintomatologia associata, nonché gestire meglio la sua reazione.

Credo anche che l'Emdr (una tecnica nata per trattare i traumi ma attualmente utilizzata per molte problematiche) sarebbe utilizzabile in maniera efficace per il suo problema. Qualora dovesse optare per un terapeuta formato in emdr, le consiglio di consultare la lista dei terapeuti che si trova sul sito emdr.it.

Le auguro di stare presto meglio.

Cordialmente, 

Dott.ssa Verusca Giuntini

Ho quasi il sospetto che tutto questo sia legato a qualcosa di "nascosto" da approfondire. Le consiglio un lavoro con un terapeuta qualificato in terapie sensomotorie. Può darsi che occorra valutare e trasformare delle esperienza vecchie, connesse a questa misofonia.

Io lavoro un po' lontano da lei, mi sa. Però se non fosse un problema venire a Lodi, le do la mia disponibilità. Mi trova facilmente su internet.

Marcello Schmid

Gentile Liwia Anna,

spesso ci si sente incapaci ed in difficoltà e, invece di comunicare con il mondo esterno, si tace: allora sarà il corpo a parlare, comunicando attraverso un sintomo il disagio emotivo ed affettivo provato.

La causa potrebbe trovarsi nella relazione tra le dimensioni interiori della persona che ne soffre e la realtà concreta in cui vive.

Alla base dello sviluppo del sintomo potrebbero esserci traumi, esperienze di trascuratezza e deprivazione, ambienti competitivi o stressanti, aspetti che sarebbe consigliato indagare avvalendosi della guida di un professionista.