Problematiche sociali

Non riesco a mantenere a lungo le mie amicizie

Francesca

Condividi su:

Buongiorno, Vorrei riuscire a capire una cosa di me che purtroppo da qualche anno mi accompagna. Le amicizie.. le mie amicizie durano per un po' con un grande feeling creato sulla fiducia, la condivisione di tante cose, vacanze insieme, merende con i nostri figli, confessioni private e anche intime, amicizie basate sulla piena disponibilità ad ascoltare ed aiutare, amicizie dove ci si sente più di un paio di volte al giorno, amicizie dove il voler stare sempre insieme e fare tutto insieme diventa indispensabile...insomma una vera e propria amicizia che dá un valore aggiunto alla mia vita. Poi all'improvviso le persone si allontanano, cambiano, non parlano io le cerco e loro sfuggono e alla fine mi accusano di cose non vere o hanno comportamenti di totale falsità o voltafaccia e non ho mai la possibilità di difendermi. ( un esempio: una grande amicizia con la mamma di scuola di un compagno di mio figlio. Durata due anni poi all'improvviso vengo accusata tramite messaggio di averla tradito senza una spiegazione e quando cerco di chiamarla per capire o per difendermi e cercare di risolvere il problema non me né da la possibilità è tutto finisce così come se la nostra amicizia non sia mai esistita) Mi chiedo dove sbaglio? Mi sto mettendo in discussione vorrei capire l'errore dove sta? Questo a lungo andare mi rende una persona insicura con la paura di estaurare rapporti con gli altri. Grazie infinite per avermi ascoltata Attendo una Vostra risposta

5 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Francesca, penso che potrebbe esserle utile analizzare all'interno di un percorso psicologico, l'evoluzione delle sue dinamiche relazionali ed amicali dal passato fino ad oggi. Questo potrà aiutarla  a prendere coscienza di atteggiamenti e comportamenti che magari si ripetono portando alla rottura e, nel caso, trovare modalità più funzionali di approcciarsi e gestire nuove relazioni; tenendo comunque presente che l'esito di una relazione non dipende soltanto da noi ma dalla particolare dinamica che si crea con l'altra persona.

Inoltre, mi ha colpita il suo descrivere queste amicizie che poi si rompono, come relazioni inizialmente basate sulla condivisione totale, in una sorta di rapporto quasi simbiotico, in cui a me sembra si perda anche qualcosa della propria identità individuale.

Dice che questo succede da qualche anno, e ciò mi fa presumere che non sia stato sempre così, sarebbe importante capire che cosa è cambiato nella sua vita in questi ultimi anni e da dove viene questo  suo bisogno di certezze e di sicurezza della vicinanza dell'altro.  Un lavoro di questo tipo dovrebbe aiutarla a riacquistare maggior fiducia in se stessa  e a trovare anche un miglior equilibrio che le consenta di mantenere le amicizie, valore aggiunto fondamentale della vita, ma anche la propria individualità ed unicità (altrettanto importante!).

In bocca al lupo!

Francesca buongiorno, da quanto Lei dice all'inizio della Sua lettera/domanda questo disagio di non riuscire a mantenere delle amicizie durature è piuttosto recente!! Sarebbe  molto utile per me sapere se ciò accadeva anche in tempi passati; le amicizie 'del cuore' che si creano in età scolare, adolescenziale, lavorative ci sono ancora? Se quello che le capita in questo periodo è già accaduto anche in passato forse potrebbe dipendere da come Lei si propone e sceglie le varie amicizie. Gli elementi che intervengono in questo  tipo di relazioni sono profondi, molteplici e con varie sfumature e per tali motivi possono essere sia molto forti che molto fragili!! Non avendo sufficienti notizie per poterLe dare ulteriori consigli, ritengo che un piccolo sostegno consultativo con uno/a psicologo/a potrebbe aiutarLa ad individuare  alcuni aspetti critici delle Sue relazioni amicali e quindi ad esserLe di valido aiuto per il futuro!!  Rimango comunque a Sua disposizione e Le lascio un mio cordiale saluto.

Salve in merito alle sue domande, una risposta univoca non c'è! Le relazioni si basano su una infinità di fattori, sia suoi che dell'altra persona. Le posso consigliare di ricercare nella sua città un collega che possa seguirla in un percorso di scoperta di Sè stessa, dato che scrive che vuole mettersi in discussione un percorso personale può aiutarla a conoscere e scoprire Sè Stessa. Spero di esserle stata di aiuto. Cordiali saluti.

Gentile Francesca,

ci dice che questo problema si presenta da qualche anno, sarebbe importante sapere se riguarda anche le amicizie storiche, quelle di lunga data, in quanto potrebbe esserci una tendenza simile anche nel passato. Il lavoro di ricerca di questa tendenza, che negli ultimi anni la vede perdere amicizie, si può svolgere all'interno di un percorso psicologico che l'aiuterebbe a rintracciare i suoi vissuti e comportamenti fin dalle prime amicizie con le compagnucce di scuola, per es. Così on line si può solo generalizzare anche sul valore dell'amicizia ma quello che davvero è importante e crea il cambiamento, è il suo vissuto soggettivo. Se la sua amica si è sentita tradita qualcosa è successo, una parola di troppo su di lei con qualcun altro, un non sentirsi accettata ma giudicata, una leggerezza in qualche scelta che vi competeva e, visto che si tratta di amicizie che partono dai rispettivi figli, qualche indiscrezione trapelata da questi su giudizio o presa in giro... Ma ripeto, queste sono solo ipotesi. Il suggerimento è verso un serio percorso di psicoterapia ad impostazione analitica per sciogliere i nodi conflittuali che ruotano intorno a questo problema che è di notevole importanza nella vita di una persona.

Resto a sua disposizione se lo ritiene necessario

Cordialmente

Salve,

non è facile capire che cosa succede e che cosa arriva alle sue amiche che le porta a rompere la relazione. Sarebbe opportuno che almeno con qualcuna di loro riuscisse a parlare. Riguardo alla persona che ha chiuso un rapporto d’amicizia di due anni tramite un sms che cosa intende dire quando scrive che lei l’ha tradita? A che si riferisce? Ha provato a contattarla per approfondire?

Certo è singolare che le dinamiche relazionali si ripetano uguali a se stesse con persone diverse e ciò porterebbe a pensare che almeno in parte dipenda da lei. Questo non vuol dire che le sue ex amiche non abbiano responsabilità. A mio avviso sarebbe opportuno dedicare un po’ più di tempo e attenzione a questa situazione rivolgendosi a un professionista che possa aiutarla a indagare questo ambito. Di certo potrebbe comprendere meglio se stessa e di conseguenza gli altri.

Un saluto

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problematiche sociali"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Paura di uscire di casa

Salve Sono Roberto Sono preoccupato per mio figlio, che ha 17 anni e sono più di tre settiman ...

1 risposta
Conseguenze del bullismo in età matura

Salve, sono qui a delineare un mio problema oramai consolidato negli anni. Da ragazzo, esattamente...

5 risposte
Bullismo rosa

Buongiorno, sono una mamma di una bimba solare, dolce ed affettuosa di appena 6 anni. Tuttavia, da ...

6 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.