Problemi relazionali

Genitori che influenzano le scelte di vita dei figli

Luisa

Condividi su:

Buonasera. Sono una ragazza di 24 anni appena compiuti. Ho una relazione di 4 con un ragazzo di 31 anni. L’ho lasciato a dicembre dicendo che alcune cose non mi piacevano di lui, ma, con l’influenza dei miei, sono tornata sui miei passi, credendo fosse solo una crisi personale. Ad oggi, sono convinta che l’amore verso questo ragazzo sia via via svanito nel tempo, e che non sia l’uomo per me, nonostante sia una persona unica. Non ho il coraggio di lasciarlo, sia perché non vorrei farlo soffrire, sia perché i miei genitori sono tanto attaccati a lui… e in più da tre settimane ho conosciuto un collega di lavoro che ha 45 anni, con cui mi trovo estremamente bene mentalmente e con cui vorrei avviare una relazione. Il problema è avere il coraggio di dire ai miei che lascio l’altro ragazzo e che vorrei avviare una nuova relazione con quest’uomo 20 anni più grande… ho paura del loro giudizio e della loro reazione.. non so se accetterebbero mai il tutto, soprattutto la differenza di età. Posso comprendere che si possa pensare che sia una scelta frettolosa, iniziare subito una nuona relazione, ma credo che a 24 anni posso ancora concedermi di fare queste scelte e vivermi certi momenti. Spero mi possiate dare utili consigli per questa situazione in cui sono incastrata. Grazie.
Luisa.

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Cara Luisa, sono la Dott.ssa Paola Ziliani e ho ricevuto la tua lettera tramite il portale Psicologi Italia.


Leggendo le tue parole mi sembra di cogliere la tua preoccupazione per il tuo futuro, per la tua libertà di scelta e per il tuo desiderio di essere felice e di sperimentare ancora nuove esperienze. Anche i tuoi genitori probabilmente sono preoccupati e cercano di portarti il loro punto di vista sulla tua situazione, vedendo la cosa però attraverso i loro occhi. Quello che tu senti quando parli dell'amore "via via svanito nel tempo" è un sentire molto più intimo e personale, che è chiaro e riconoscibile solo da te, ascoltandoti nel profondo. Ciò che noi sentiamo ha sicuramente diritto di esistere e diritto di essere ascoltato, perchè è un nostro bisogno...ma non sempre è facile riconoscere di preciso cosa sentiamo, dargli credito e avere il coraggio per portarlo fuori e fare scelte di conseguenza.


Credo che ti potrebbe aiutare un percorso di consulenza per aiutarti a riconoscere chiaramente i tuoi sentimenti, dargli voce, riconoscerti le risorse per affrontare l'eventuale delusione delle aspettative altrui e darti il coraggio di compiere scelte vere e personali.


Anche io, come te, vivo e lavoro a Parma. Se ti può far piacere potremmo fissare un colloquio conoscitivo senza impegno presso il mio Studio, che si trova in viale Tanara, 13 (zona ex Barilla center-ora La Galleria), angolo via Liguria. Puoi contattarmi oppure scrivermi i tuoi riferimenti per essere ricontattata da me.


Nel frattempo, buona giornata


Paola Ziliani

Gentile Luisa,


come prima cosa non si deve giudicare ma deve cercare di capire cosa la farebbe star bene in primis lei come persona, valutare cosa si è spento con l'attuale compagno, cosa invece le fa provare il collega, ecc.


I genitori pian piano capiranno la sua scelta. La cosa importante è che lei sia felice, che spieghi cosa pensa e prova e che sia onesta con se stessa e con gli altri.


Quando e se vi doveste lasciare è normale all'inizio stare male, provare magari anche emozioni e sentimenti contrastanti ma il tempo ed una attenzione riflessioni possono farci crescere e conoscere anche meglio noi stessi.


Se la difficoltà nella scelta persiste può anche valutare un breve supporto psicologico per essere accolta, supportata, ascoltata e aiutata nella sua decisione e nella conoscenza dei suoi pensieri/emozioni.


Resto disponibile per informazioni, domande aggiuntive e/o eventuale consulenza online.


Cordialmente.


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi relazionali"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Non riesco a mantenere i rapporti

Ciao a tutti, ho 18 anni e da circa 2/3 anni ho notato la mia difficoltà a mantenere le amici ...

1 risposta
Amicizia tossica? Non so cosa fare

Salve scrivo qui perché ho bisogno di una consiglio. Sono una persona molto timida e introver ...

4 risposte
Madre aggressiva

Buonasera, vorrei provare a capire qualcosa in più circa il rapporto che si è creato ...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.