Problemi relazionali

Matrimonio e figli di precedente relazione

Veronica

Condividi su:

Buongiorno,
sono mamma di una bambina di 9 anni. Da 4 anni mi sono separata dal papà di mia figlia. Separazione consensuale ma che ha visto un allontanamento per due anni totale del papà (senza motivo). Da due i rapporti con il papà sono ripresi ma fatti esclusivamente da piccolo incontri nella casa materna e videochiamate.
Da circa 3 anni ho una relazione con un altra persona e nell'ultimo anno a causa del covid abbiamo convissuto.
E' stato un bellissimo anno anche per mia figlia di condivisione sostegno ect.
Siamo giunti alla decisione di sposarsi. Mia figlia però non sta reagendo bene a questa notizia ma non riesce a spiegarne il motivo. Un po perchè sente l'importanza di questa parola "matrimonio". Un pò perchè ha paura di fare un torto al papà. Un pò perchè ha paura che l'amore per provo per lei venga meno.
Come posso aiutarla in questa difficile elaborazione?
Premetto che il rapporto con della bambina con il mio fidanzato è molto buono come pure del papà con il mio fidanzato ed il mio .

6 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve,


nel corso delle separazioni, il bambino teme soprattutto di perdere i genitori o uno dei genitori. È un vissuto generale che dà al minore un senso di insicurezza per la perdita.


Spesso i bambini possiedono internamente il desiderio che i due genitori che si separano per un periodo, ritornano a stare insieme per ricostruire un ambiente familiare conosciuto e sicuro.


I bambini di questa età sono molto bravi ad attuare strategie per riunire la coppia genitoriale!


Informi e comunichi a sua figlia che questo non è possibile spiegando le motivazioni


Ciò comunque tranquillizzi la sua bambina che il suo papà rimarrà sempre il suo papa e che continuerà a vederlo nonostante la sua mamma voglia bene ad un altro uomo e si leghi con il vincolo del matrimonio.


La tranquillizzi ancora di più rassicurandola che anche con il matrimonio, per lei come madre non cambierà l’affetto che dimostra ed esprime alla sua bambina.


Cordiali saluti  


 Dott.ssa Maria Zampiron

Buongiorno Veronica,


la questione del matrimonio porta sicuramente una novità in sua figlia, a prescindere dai fortunatamente buoni rapporti di tutte le parti coinvolte. Il consiglio è quello di aprire una conversazione il più chiara e limpida possibile con lei, spiegandole che questa scelta non è fatta per fare torti a nessuno e che nulla rovinerà mai il tuo rapporto con lei. Potrebbe essere utile anche che lei parlasse con suo padre, visto il timore di fargli torto, e che lui la rassicurasse rispetto al fatto che non è così.


Una volta fatto questo, ricordi che è comprensibile che lei, a soli 9 anni, non riesca a spiegarsi in maniera chiara rispetto a cosa la turba, è giovane per avere un pieno controllo sulle proprie emozioni; inoltre, il matrimonio è per lei un concetto ancora difficile da comprendere (sempre parlando a livello emotivo). Ma il solo fatto di sapere di avere tutti e tre (tu, il padre e il tuo futuro marito) al suo fianco la aiuteranno certamente a vivere bene questa situazione. In poche parole, il consiglio è quello di ricordarle che siete tutti disponibili a parlare apertamente di cosa succederà e di cosa la turba, senza però costringerla ad esprimere a parole qualcosa che probabilmente anche lei stessa fatica a comprendere, ossia le sue paure rispetto a questa nuova situazione. L'importante, però, è che sappia che, se e quando lo vorrà, voi sarete disposti ad un confronto chiaro e sincero.

Gent. Sig.ra, il dialogo aperto in questi casi è la strada migliore, tra lei e sua figlia. Per far comprendere alla bambina che l'amore non è quantificabile e che vi sono più livelli e gradazioni d'amore; che, anche se separati, due persone non cessano mai di essere genitori e anche per ascoltare le perplessità e gli interrogativi di sua figlia, che ha diritto di avere delle risposte. Spiegando anche che lei, come ogni persona, ha diritto ad essere felice e che la sua felicità la aiuta ad essere migliore anche come genitore. La faccia sentire protagonista delle scelte di vita. Abbia molta pazienza in questo percorso e non affretti una scelta che va necessariamente condivisa con sua figlia. Resto a disposizione, buona giornata

Buongiorno Veronica. Non è raro che i figli fatichino ad accettare il matrimonio della madre con un altro uomo che non sia il padre, possono innescarsi meccanismi di gelosia e sorgere quelle sensazioni che lei stessa riporta. Il dialogo è sempre la scelta migliore, parlare con sua figlia e spiegarle la situazione con pazienza, ascoltando i suoi bisogni e i suoi dubbi giorno per giorno.
Nel caso in cui comunque non si riesca a notare un miglioramento, il consiglio è quello di rivolgersi a un esperto con il quale impostare un percorso utile a sua figlia per indagare il malessere che sente e trovarne le radici, aprendo un nuovo canale comunicativo e aiutandola a dare un nome alle emozioni che prova. Il fatto che sia comunque in buoni rapporti con il suo compagno è di sicuro una risorsa, che in sede di terapia può tornare estremamente utile.
Mi rendo disponibile per un consulto più approfondito se lo riterrà utile, anche online.
Cordialmente,
dott. Alfonso Panella.

Gentile Veronica,


per quanto la relazione di suo figlia con il nuovo compagno sia buona e positiva decretare il matrimonio significa abbandonare per sempre l'idea che lei e il suo ex marito possiate tornare insieme (evento che magari sua figlia, in fondo, desiderava).


Data l'età le consiglio di parlare apertamente a sua figlia, prendetevi del tempo tutto per voi, e si metta in una posizione di ascolto attivo. Le chieda come si sente, quali sono i suoi timori e cosa potrebbe fare per farla stare meglio.


È importante, in questa fase, riconoscere i suoi sentimenti, e non forzarla a dover esprimere emozioni differenti solo per farle piacere. Le lasci il tempo per metabolizzare l'accaduto e la rassicuri riguardo l'amore che prova nei suoi confronti. Con il tempo, se l'ambiente famigliare sarà sereno, riuscirà a superare la separazione. 


Tanti auguri, saluti,


D.ssa Alessandra Loru

Gentile Veronica,


le consiglio di fare come sta già anche facendo e integrare eventualmente alcuni aspetti:


- Continuando a parlare con lei, a starle vicino ed a giocare insieme


- Farle capire magari usando cartoni animati, dei libricini o raccontando delle storie su cosa state per vivere


- Ragionare insieme sul bene che una mamma vuole per un figlio e far presente che un amore per più persone (es. per un figlio, per una mamma, un papà o un'amica) sono vero tutti dei sentimenti ma una persona può voler bene e amare diversamente le persone ma anche 2/3 contemporaneamente come può vedere


- Cercare di ragionare insieme sulle emozioni che prova per non rischiare che abbia paura di un "abbandono"


Se le difficoltà dovessero persistere le consiglio un supporto psicologico per essere aiutata, accolta, ascoltata in questo momento di cambiamento.


Le linko degli articoli:


- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/supporto-psicologico-torino/


- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/lutto-separazione-e-abbandono-nei-bambini/


Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive e/o eventuale consulenza online.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi relazionali"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Problemi di comunicazione. Urlo e aggredisco verbalmente le persone

Buonasera, sono una mamma, moglie e segreteria amministrativa di 33 anni. Fino a 10 anni fa solare ...

1 risposta
Come posso aiutare mio figlio

Salve, sono mamma di un bimbo di 5 anni e mezzo, a breve inizierà la 1 elementare...sono ...

2 risposte
Non riesco a socializzare e il futuro mi crea insicurezza e ansia

Sono un ragazzo di 23 anni e per tutta la mia vita ho avuto problemi a socializzare con le persone...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.