Varie

Voler cambiare nome

Ermelinda

Condividi su:

Salve a tutti e grazie per l'eventuale risposta. Sono una psicologa e devo chiedervi un consiglio. Sono stata contattata da una persona che mi ha chiesto una consulenza e relativa relazione psicologica circa la sua volontà di voler cambiare nome (premetto che il nome non è così strano o brutto).In pratica questa persona mi ha raccontato che il suo nome le crea disagio e per poter avviare la pratica deve presentare una relazione in cui si attesta che il disagio esiste. Ovviamente le ho detto che devo valutare anch'io stessa se ci sono i presupposti per tale valutazione. Come devo comportarmi?Non vorrei sbagliare, com'è la prassi?Grazie tante!

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Cara collega il suo paziente le sta chiedendo una relazione psicologica in merito al suo disagio. E' chiara che il nome è esemplificativo di una relazione familiare.

Non esiste una prassi o procedura particolare in merito. Come farebbe una qualsiasi altra relazione psicologica, cvon uso o non uso di test diagnostici, può fare anche questa.

La procedura per cambiare nome, poi, è una procedura legale che il paziente, se maggiorenne può avviare col suo avvocato.

Quali sono le sue perplessità in merito?

Buon lavoro

Gentile collega,

anche se il nome non è "ridicolo, vergognoso o rivelante origine naturale", per il soggetto potrebbe avere un significato particolare o rappresentare un'eredità che non vuole accettare. Il suo lavoro consiste nel valutare il disagio e la sofferenza sperimentati dal cliente attraverso un'indagine sulle motivazioni e i vissuti che l'hanno portato a maturare la decisione di cambiare nome. Dovrà poi scrivere una relazione su quanto emerso durante la consulenza e le sue conclusioni.

Buon lavoro.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Varie"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Come comportarmi con un figlio adulto ,il quale dicembre di amarmi ,ma non verrà per Natale

Non so come comportarmi con mio figli9 di 45 anni. Un uomo sensibile, affettuoso che dice di amarmi ...

4 risposte
Come gestisco la enuresi secondaria diurna e notturna?

Buona sera, mia figlia ha tre anni e mezzo; a due anni ha tolto il pannolino di giorno e sei mesi ...

3 risposte
NON MANGIA ALL'ASILO

Buongiorno, mi rivolgo a Voi perchè non so più come comportarmi. Mio figlio non &egrav ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.