Famiglia e bambini

Come reagire a una situazione difficile tra i miei genitori?

Matilde

Condividi su:

Vorrei parlare di una cosa che mi è appena successa… sostanzialmente i miei genitori hanno una relazione complicata da tempo, stanno insieme da tantissimo e litigavamo spesso. Poi mio padre ha iniziato ad avere sospetto riguardo una relazione esterna (a lavoro) di mia madre, e sembrava la seguisse per capire e anche che avesse trovato delle cose “certe”, a quanto ne so lei non ha mai ammesso ma ci litigavano tanto su. Poi circa due anni fa mia madre ha scoperto che mio papà aveva una relazione da 5 anni, a quanto pare solo “fisica” e affetto, niente di più serio. Sono passate delle settimane infernali, tante liti, si erano separati (non divorziati). Non sono mai andati a vivere separatamente, sempre vissuti a casa nostra. Col tempo le cose sembravano essersi sistemate, noi non sapevamo come (ho due sorelle più grandi), ad episodi alterni ci avevano detto che ci avrebbero riprovato. Da allora le cose vanno bene e sembrano felici, anche se ogni tanto ci sono dei comportamenti che noto della mamma che mi fanno pensare non sia innamorata del papà e in papà comportamenti un po’ distaccati, un po’ triste, ma è anche lui fatto così. Comunque davvero si stava bene, solo che oggi, notando da tempo che la mamma scriveva nascondendo un po’ il telefono a questo suo collega, ho guardato i messaggi e sostanzialmente ho scoperto che hanno una relazione. O meglio, si chiamavano amore, piccina, ecc, scriveva “ho voglia di te” e anche altre cose un po’ sessuali. Mama tanto attaccata mi sembrava come al solito, lei da sempre sente “mancanza di affetto” e lo cerca molto. Non so affatto cosa fare perché non so quale sia la situazione tra di loro, non so se parlarne con la mamma, dirle che lo so, parlarne con mie sorelle (o con una di loro che è un po’ meno fragile in queste cose). Col tempo ho anche imparato a stare bene a prescindere da questo e a capire che la loro relazione non è un mio problema, però naturalmente se ci penso mi sento un po’ un fallimento, visto il fallimento del loro rapporto, un po’ sbagliata, di poco valore. Mi dispiace pensare al papà che sia triste, se è triste; e mi dà un po’ d’ansia .

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buonasera Matilde,


immagino questa situazione familiare altalenante in cui lei è stata a conoscenza di varie vicissitudini relative al rapporto tra i suoi genitori non sia semplice per lei da gestire.


Relativamente al suo quesito mi verrebbe però da chiederle: come la sta facendo sentire il fatto di essere a conoscenza di questo scambio tra sia madre e un altro uomo? Cosa la farebbe stare meglio:parlarne o non parlarne?e con chi? Ma soprattutto cosa comporterebbe ognuna di queste scelte?


Riflettere su se stessa e le diverse possibilità spero la possa aiutare. Potrebbe essere inoltre a mio avviso utile farsi supportare in questo momento o se la situazione dovesse diventare per lei difficile da sostenere.


Un caro saluto


Dr.ssa Sara Stancari


 


 


 


 


 


 


 


 

Ciao Matilde, come già da sola hai un pò compreso, benchè sia molto difficile non farsi coinvolgere, la relazione di coppia è una realtà separata dall'essere genitori. Cerca il più possibile di non lasciarti abbattere o influenzare dal riflesso del loro malessere. Se poi proprio non riesci a farlo autonomamente, ti suggerisco di rivolgerti a qualcuno per svolgere un percorso di conoscenza interiore, che ti permetta di evolvere e, chissà, forse anche essere d'esempio ai tuoi genitori e soprattutto da supporto alle ture sorelle.


Un caro saluto


Dott.ssa Paola Gianfrotta


Treviso-Padova

Gentile Matilde, 


scoprire alcuni eventi in famiglia non è mai una situazione e un momento facile. Forse è proprio come dici te: "Cosa farà star bene me, mamma e papà?"


Mi sento di consigliarti di:


- Quale soluzione ad oggi ti sembrerebbe la migliore?


- Te senti la necessità di parlarne con qualcuno vicino? Vorresti che la cosa uscisse o vorresti discuterne e confrontarti solo con mamma?


- Come hai reagito quando hai letto quei "nomi" sui messaggi? 


- Come è la vita famigliare standar in casa? Parlate? Avete una  buona apertura? 


Se i dubbi persistono e non si riesce  a trovare serenità potrebbe anche valutare un breve supporto psicologico dove potersi aprire in un ambiente esterno alla sua famiglia, essere ascoltata, accolta e trovare la strategia migliore per affrontare questo evento di vita. Gli incontri sono coperti da segreto professionale e senza giudizio.


Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza online o se volesse rispondere in privato alle domande poste.


Le auguro di trovare presto una soluzione al suo problema.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino e online

Salve Matilde, mi spiace molto per la situazione  che riferisce e comprendo quanto possa essere complesso conviverci.


Perchè si sente un fallimento e di cosa è preoccupata nello specifico? L'ansia che prova è legata a quale paura precisa?


Ritengo che possa essere utile un consulto  psicologico al fine di approfondire le informazioni inerenti la situazione familiare, esplorare i suoi  pensieri e vissuti emotivi connessi alla situazione riportata e per trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde  evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.


Resto a disposizione, anche online.


Cordialmente, dott FDL 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Famiglia e bambini"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Mia figlia non accetta il mio compagno

Buongiorno, sono una mamma di 2 bambine di 16 e 6 anni.. Ho 39 anni e da circa 5 anni sono separata....

9 risposte
Come sopportare una madre che non ti capisce ?

È da qualche mese che faccio veramente fatica con mia madre. Mi sono lasciata con il mio ...

2 risposte
Bimbo Di 7 anni non ubbidisce e non sta mai fermo

BuonaseraSono una mamma di 34 anni, separata da 4 anni e con un bimbo di 7 anni.Mio figlio non ubbid ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.