Famiglia e bambini

Ho un bambino di 4 anni e mezzo che ama giocare con le principesse

LUCREZIA

Condividi su:

Buongiorno, ho un bambino di 4 anni e mezzo che ama giocare con le principesse, ama giocare con le bambine ed ha una sensibilità spiccata una dolcezza infinita, non so come comportarmi devo continuare a comprargli i giocattoli "FEMMINILI"????????PER me non è un problema ma vedo che talvolta gli altri bimbi si burlano di lui che non gioca con i supereroi.....

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Cara sig.ra Lucrezia, può succedere che bambini maschi desiderino giocare con giocattoli definiti di carattere 'femminile' e viceversa che bambine desiderino di giocare con quelli definiti di carattere 'maschili'. Per ora io non darei molta importanza alla situazione e cercherei di spiegare al bambino che deve fare anche altri giochi che piacciono ai suoi compagni. Se l'ha già fatto continui a farlo senza stancarsi e facendogli capire che bisogna fare giochi alternativi a quelli da lui preferiti. Sarebbe opportuno che anche suo marito (se c'é) contribuisca a parlare con il piccolo. Sarebbe anche utile sapere cosa ne pensa il padre e quale é il suo atteggiamento verso il figlio. Al riguardo voglio precisarle che ciò non vuole dire che l'identità di genere possa essere compromessa. Mi spiego: non vuole dire che in futuro possa svilupparsi una omosessualità!! Se il bambino va già alla scuola materna ne parli anche con le maestre per avere delle informazioni. Per quanto riguarda se comprare o no 'giocattoli femminili' Le rispondo di sì ma senza esagerare. Ci sono anche giochi che sono per ambo i sessi (es.: i puzzles)!! La saluto cordialmente.
Buonasera Lucrezia, credo che, tra le righe abbia già interpretato l'attitudine "femminile" di suo figlio...E' sicura che per Lei non sia un problema? A quell'età i giochi sono anche modi per imparare a stare con gli altri e incominciare a conoscere e usare il linguaggio dell'Altro. Questa può essere una fase, un periodo, che passerà. Nello sviluppo possono succedere veramente momenti così diversi e, a volte, inconsueti che possono "rientrare", tappe funzionali alla crescita, ma non necessariamente negativi. Con calma, Lucrezia!
Ritengo, in qualità di sessuologa clinica, che sia importante sviluppare nei bambini e nelle bambine sia la parte maschile sia quella femminile ; solamente così ogni persona, in dipendentemente dal genere di appartenenza, sarà forte e dolce. Quando una delle due parti non si sviluppa adeguatamente, la prima cosa che mi chiedo è se il genitore "corrispondente" sia una figura significativa. Intendo dire, nel caso specifico, che se un maschietto, oltre ad essere dolce e sensibile (bellissimo!) non è in grado di apprezzare anche il resto: giochi di movimento, di corporeità, di contatto con la terra ecc, mi chiedo se il padre (la figura paterna di qualsiasi tipo, il "codice paterno" diceva Fornari) sia psicologicamente presente e in grado di veicolare la bellezza della forza, della determinazione, della scoperta del mondo, del padroneggiare gli elementi... tutte caratteristiche che - peraltro - sarebbe bello che pure le femminucce avessero o fossero messe nelle condizioni di acquisire. Certo, in questo percorso di formazione dell' "identità di genere" le "gabbie normative" entro le quali i maschi oggi sono rinchiusi sono molto più costrittive di quelle delle femmine: una bambina può giocare a casetta e anche alla guerra, travestirsi da soldato o da principassa; un maschio non ha queste possibilità, se non a prezzo di essere preso in giro. Per gli educatori resta da interrogarsi quali opportunità di gioco, relazionali ecc. mettere in atto affinchè tutti gli aspetti della personalità e le opportunità evolutive trovino il nutrimento adeguato per potersi sviluppare e per poter garantire così una vita adulta - di persona, di coppia - ricca ed equilibrata.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Famiglia e bambini"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Tornata a vivere in un ambiente familiare dannoso

Buongiorno, sono una ragazza di 26 anni e, dopo il liceo, ho passato 7 anni in un'altra città ...

9 risposte
Come difendersi da una sorella perfida?

Buonasera, è difficile riassumere in poche righe la mia vita, ma cercherò di essere ...

2 risposte
Enuresi giornaliera

Buongiorno, sono una mamma di una bimba di 6 anni e mezzo. Mia figlia fino a marzo di quest'anno non ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.