Famiglia e bambini

Non so come spiegare ai miei figlii che il fratellino nella pancia non arriverà mai

Nicoletta

Condividi su:

Buongiorno, la mia domanda é: sono in gravidanza al 5 mese e ho altri due figli, uno di 5 anni e una di 8. Purtroppo non potrò portare avanti la gravidanza per problemi di salute del feto ma non so come spiegare agli altri che il fratellino nella pancia non arriverà mai. Vi chiedo aiuto anche al più presto. Grazie Nicoletta

5 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile signora penso che il suo compito sia veramente gravoso, ma più che una risposta vorrei suggerirvi un metodo: spieghi a suo marito/compagno che cosa significa per lei perdere una creatura che da vari mesi tiene in grembo, gli spieghi i sogni e le fantasie che ha fatto su quella creatura che ora c'è e che tra un pò non ci sarà più..gli spieghi tutto questo e chiada a lui di fare altrettanto da quello che vi direte scaturirà naturalmete ciò che potrete dire ai vostri figli. con vicinanza
Gentile Nicoletta, interrompere la gravidanza è sempre un evento traumatico per una donna, carico di emozioni e sentimenti contrastanti e apparentemente in contraddizione l'uno con l'altro. Da quello che lei scrive, la "scelta" è determinata da ... problemi di salute del feto..., questo dovrebbe aiutarla a tenere a bada e convivere più serenamente con vissuti quali: senso di colpa, inadeguatezza, impotenza, forse rabbia. La ragione di questa scelta, può essere tranquillamente spiegata ai suoi figli. Ecco, il problema, forse, è riconoscere e quindi gestire i propri sentimenti, per poter trovare le parole più adeguate, prima di tutto per se stessi, per poi comunicarle ai propri figli. Ai suoi bimbi, interessa prima di tutto sentire che la mamma è serena. Cordiali saluti. Eva Lucchesi Tagliabue
Nicoletta, deve prima superare lei questo disagio/sofferenza e poi affrontare il problema della 'morte' anche con i suoi due piccoli figli. Può spiegare loro che in natura tutto si trasforma e nulla si distrugge mai definitivamente. Fare l'esempio dell'albero che perde le foglie d'inverno ma che in primavera nascono altre foglie e che sono proprio quelle che sono sparite che permettono alle altre di nascere (perché fanno da concime). Questa può essere una buona similitudine per far capire ai bambini il significato della parola 'morte' senza enfatizzarla ma neanche demonizzarla!! Spiegare loro che anche se 'una vita/una persona va via per un lungo viaggio e noi non la vediamo tornare quella persona sicuramente starà in qualche parte dell'universo ma per ora, noi non possiamo saperlo. Se trattasi di persona a noi molto cara diciamo ai piccoli che la ricorderemo sempre ed anche lei ci ricorderà!! Anche se i suoi figlioletti non hanno mai visto questo sfortunato fratellino può dire loro che a volte può succedere che i fratellini non vogliano nascere e vogliano invece diventare subito un'altra cosa: per esempio dire che c'é un angelo custode per tutta la famiglia può sempre funzionare!! Signora Nicoletta non abbia timore che i bambini capiranno perfettamente qualsiasi cosa Lei dirà loro. Dipende tutto da come sta Lei, dalla Sua serenità, dal Suo stato d'animo nell'affrontare questa dura prova. Mi dispiace molto per questa Sua triste esperienza, spero di esserLe stata utile e La saluto molto cordialmente.
Salve Nicoletta, mi dispiace tanto per la difficile situazione che si trova ad affrontare. Perdere un feto al 5 mese, è un vero e proprio lutto, immagino che non sia semplice per lei affrontare questo momento e oltretutto dover informare anche i suoi figli di questa difficile scelta. Ritengo che ai bambini vada detta la verità, naturalmente tenendo conto della loro età. Potrebbe farlo insieme al loro papà, spiegandoglielo nel modo più semplice e rassicurandoli per la decisione presa, come necessaria per il bene di tutti. Ciò che è importante fare è non coinvolgerli nel malessere personale per questa difficile scelta, per questo può chiedere l'aiuto di un esperto, o il sostegno delle persone a lei care. Se ha bisogno di maggiori delucidazioni, sono a sua disposizione.
Cara nicoletta, dici semplicemente, e in maniera autentica, la verità: spiega che il bambino è un essere vivente come noi e, come noi, può soffrire, ammalarsi e morire. Non solo qualsiasi verità, anche la peggiore, sarà sempre meglio di una fantasia irrazionale e della delusione dell'ultimo momento, ma la tua comunicazione li aiuterà ad affrontare il tema della malattia e della morte senza doverlo sperimentare subito su persone a loro più vicine e conusciute del fratellino. Auguri,

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Famiglia e bambini"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Enuresi giornaliera

Buongiorno, sono una mamma di una bimba di 6 anni e mezzo. Mia figlia fino a marzo di quest'anno non ...

2 risposte
Paure di un bimbo di 9 anni

Sono una mamma lavoratrice che lavora anche durante la notte in quanto sono infermiera. Anche il mio ...

3 risposte
Paura di non essere normale, bassa autostima

Buongiorno a tutti. Mi chiamo Elisa e sono una ragazza di 22 anni. Frequento l'università, ho ...

7 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.