Ansia

Piange per andare alla scuola materna

Alessandra

Condividi su:

Buongiorno mia figlia è caduta alla scuola materna un venerdì procurandosi un bel livido attorno all'occhio, dopo due giorni ossia lunedì e rientrata a scuola, mia figlia quando arrivati all'ingresso dell'Istituto ha cominciato a piangere cosa che non faceva da inizio anno dicendo di non volere più andare a scuola urlando di continuo "mamma mamma mamma no no no.". Può essere un trauma causato dalla caduta o da una sgridata o da qualunque altra cosa successo a scuola? perché non mi spiego questo. Grazie mille spero in una vostra risposta

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gent.ma sig.ra Alessandra,


i due fatti sembrerebbero correlati. Se non l'ha già fatto chieda alle maestre maggiori dettagli circa la caduta della bimba, non solo come è successo ma anche se ad esempio è stato difficile calmarla. I bimbi si spaventano tanto, spesso piangono più per la paura che hanno preso piuttosto che per il dolore fisico. Penso che le sarà capitato almeno una volta di assistere ad un pianto intenso della sua bambina in relazione ad un piccolo fastidio. Per questo è molto importante chiedere loro se hanno avuto paura e se confermano di averne avuta è altrettanto importante farli sentire compresi e questo accade quando diciamo loro che ci rendiamo conto della paura che hanno provato, che ci dispiace tanto e siamo vicini a loro per consolarli. 


Rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti e per parlarne in privato mi può contattare mediante il modulo di contatto che trova nella mia pagina personale.


Un caro saluto a lei e alla sua bimba.


Dott.ssa Valentina Zanlari


Ricevo presso il mio studio a Parma e online


 

Gentile Alessandra,


non dice l'età di sua figlia, ma immagino abbia tra i tre e i quattro anni e che stia frequentando il primo anno di scuola dell'infanzia.


È molto frequente che i bambini di quell'età attraversino fasi in cui vanno a scuola volentieri ad altre in cui fanno più fatica al distacco, per i più svariati motivi.


Certamente una caduta dolorosa può avere inciso sul suo benessere, ma può incidere anche la reazione degli adulti attorno: com'è avvenuta la caduta? Come ha reagito l'insegnante? E voi a casa? Ne avete parlato, per tentare di rielaborare l'accaduto? Come si esprime la bambina? Riesce a raccontare i suoi stati d'animo?


Non si possono escludere le altre ipotesi cui lei accenna ("sgridate" o altre cose) ma sarebbe opportuno confrontarsi con le insegnanti, sia per comprendere meglio come sua figlia viva la realtà scolastica, sia per farsi aiutare ad affrontare questo momento un po' difficile. La comunicazione tra scuola e famiglia è molto importante, specie a questa età, per evitare che situazioni come questa diventino più faticose del dovuto.


Faccio i miei auguri a lei e alla bimba e ci riscriva se ha bisogno.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Ansia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Tiroidite di Hashimoto o altro?

Saluti. Da molti anni in cura con Tiche per tiroidite di Hashimoto senza noduli. I valori si sono ...

1 risposta
Ansia o cuore?

Salve, ormai è un anni e mezzo che ho tachicardia, a volte mi prende all’improvviso ...

3 risposte
Mia mamma mi opprime

Salve, Non saprei nemmeno da dove iniziare. Sono una ragazza di 26 anni cresciuta senza il padre...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.