Aggressività e violenza

Mio figlio instabile

Marina

Condividi su:

Buongiorno
ho un figlio di 20 anni...spesso aggressivo e instabile...momenti di dolcezza rari...tanti di nervosismo e chiusura...molto insicuro...e a tratti chiuso...non so a chi rivolgermi per poterlo aiutare in un percorso di recupero...quando ha quei momenti di aggressività è come se ha un blackout...non gli importa più di nessuno...mi ha rotto una porta a vetri con la testa e le ante di un armadio a pugni per scaricare la rabbia...certe volte mi chiudo in camera perché ho paura ma anche per evitare che mia figlia piccolina si spaventi... Vorrei una via per il suo recupero.

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile sig.ra Marina, posso comprendere il dolore che sta provando in questo momento e la difficoltà di comprendere ciò che accade a suo figlio, specie nei momenti di maggiore aggressività. Proprio la non comprensione di ciò che avviene nell'altro e l'imprevedibilità delle azioni che potrebbe mettere in atto può spaventarci notevolmente e contribuire a farci assumere una posizione difensiva e spaventata che potrebbe a sua volta spaventare l'altro o riattivare tematiche connesse al rapporto rabbia-aggressività.


Ciò detto, è possibile apprendere strategie più efficaci di gestione della rabbia nonchè strumenti che possano incrementare l'abilità di regolazione emotiva attraverso un percorso di sostegno che, sin d'ora, le comunico di essere disponibile a fare con il ragazzo, laddove desiderasse un aiuto.


La medesima disponibilità al sostegno è rivolta anche a lei che può essere aiutata nella gestione della relazione con suo figlio, in uno spazio di conforto e supporto emotivo dove possa sentirsi accolta.


Mi contatti pure in totale libertà se avesse bisogno di informazioni o se volesse pormi delle domande o ancora in caso desiderasse concordare una consulenza nel mio studio a Bari o online.


Cordialmente.


Dott.ssa Chiara Polieri


Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale 

Buongiorno Marina,


certamente suo figlio ha bisogno di un sostegno psicologico per imparare a gestire il suo nervosismo e la sua aggressività. Un percorso gli consentirebbe di comprendere da dove possa aver origine per contrastarla e consentirebbe a voi altri della famiglia di vivere più serenamente.


Un ragazzo di 20 anni deve poter imparare a riconoscere e gestire adeguatamente le sue emozioni per progettare serenamente la sua vita. 

Gentile Marina,


da quanto è presente questa situazione? Come è stata l'educazione impartita? Com'è il dialogo tra di voi? Lui cosa riferisce prima, durante e dopo lo scoppio di rabbia? Lui o voi cosa avete cercato di fare fino ad oggi?


Potrebbe essere utile rivolgervi ad un professionista per capire cosa accade durante questa rabbia, cercare una strategia per controllarla e per eventualmente "buttarla fuori" in una modalità maggiormente protettiva sia per se stesso sia per chi è al suo fianco. Gli incontri, inoltro, senza giudizio e coperti da segreto professionale.


Durante questi scoppi di ira seppur capisco la difficoltà emotiva lei dovrebbe cercare di stare il più calma possibile e tenere un tono di voce calmo, rassicurante e basso. Dopo si potrebbe parlare insieme per capire cosa ha provato e come superare questa "ira".


Alcune persone creano per esempio in camera un luogo dove "potersi sfogare" con gomma piuma per esempio per non farsi male, o tengono delle palline di gomma in tasca da schiacciare, o gli si può consigliare di uscire e andare a fare una corsa prestando attenzione all'aria che gli sfiora il viso o al respiro che entra ed esce dal corpo


Resto disponibile per informazioni, domande aggiuntive, eventuale consulenza online o se volesse rispondere in privato alle domande poste.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Aggressività e violenza"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Come posso difendermi dalla violenza di un figlio tossico

Da due anni mio figlio adesso diciottenne fa uso e abuso della marijuana, da quando l'ho scoperto ...

1 risposta
Come capisco se lui è troppo violento?

Sono una ragazza di 26 anni sto col mio ragazzo da cinque, Abbiamo sempre litigato molto, siamo due ...

2 risposte
Sono arrabbiata con me stessa

Incontro molto spesso uomini che fanno uso di droghe sia pesanti che leggere e qualche volta queste ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.