Ho scoperto che fa uso di cocaina a livelli pesanti

Maddalena

Salve, ho da pochi giorni lasciato il mio ragazzo di 32 anni, perché ho scoperto che fa uso di cocaina a livelli pesanti (quasi tutti i giorni). Quando ci siamo messi insieme, 6 mesi fa, mi aveva detto che da quando aveva 15 anni si faceva 2 o 3 canne al giorno, ma aveva smesso 2 mesi prima di conoscermi. Mi diceva spesso che ama l'erba e gli mancava, ma con la fatica che aveva fatto a smettere, non avrebbe più riniziato! Però ogni tanto succedevano delle cose che hanno iniziato a insospettirmi e parlando con la mamma sono venuta a sapere che in passato non si faceva 2 canne al giorno ma si sfondava di canne e cosa ancora più grave, si faceva di cocaina... Ci sono stati mesi in cui prendeva 3000€ di cocaina e 600€ di canne... E la cosa incredibile è che questi soldi glieli dava la mamma, sapendo il motivo per cui li usava! Ho deciso di fargli un test della droga e con mio grande shock, ho scoperto che le mie supposizioni erano vere: negativo alle canne ma positivo alla cocaina. Ha iniziato a dire che aveva fatto solo qualche striscia perché era incazzato (non si è capito ancora con chi, c'è l'ha con tutti, col mondo, nessuno di specifico), ma l'ho tenuto sotto controllo per una settimana e ho scoperto che si prendeva una dose a pranzo e una dopo cena... Tutti i giorni della settimana! L'ho lasciato ma lui diceva che non poteva perdermi, una persona come me non l'aveva mai incontrata, che non avrebbe più toccato niente... Ho aspettato qualche settimana per fare un nuovo test della droga e quello stesso giorno era arrabbiato e non gli andava di farlo ma ha detto che sarebbe venuto negativo... Bla bla blaaaaaaaa... L'ho lasciato definitivamente, sbattendogli in faccia la verità: lui NON VUOLE smettere e ama la vita che fa, la mamma gli da i soldi per la droga, va a lavoro solo quando gli pare, non si impegna su niente... Mi è dispiaciuto dirgli tutte quelle cose e soprattutto mi è dispiaciuto abbandonarlo. È un ragazzo dolce, buono e molto sensibile, penso che proprio questa sua sensibilità l'abbia fatto finire in questo giro maledetto, ma sinceramente non so se riuscirà mai ad uscirne (in passato è andato due volte in comunità ma dopo il terzo giorno è scappato), la mamma continua a dargli soldi per comprare dosi (lei è disperata e quando ha provato a non dargli più soldi, lui è diventato minaccioso e ha venduto molte cose dentro casa)... Da quando gli ho fatto presente la realtà, ha smesso di cercarmi, probabilmente mi odia e sta continuando ad assumere cocaina e forse ha anche riniziato le canne... Io vorrei tanto aiutarlo, ma non so davvero come fare. Ci penso e ripenso, di notte faccio gli incubi con lui e la droga, spesso penso che a breve mi arriverà la notizia della sua morte... Sto male a pensare che forse potevo fare di più e mi sento terribilmente in colpa per questo... Sono scappata per salvarmi la vita, ma alla sua vita chi ci penserà? Lui non è abbastanza forte per smettere, la mamma non è abbastanza forte per tenere il pugno duro... Mi dispiace, mi dispiace davvero perché un ragazzo così dolce e sensibile non si trova tutti i giorni e vedere come si sta rovinando la vita, mi fa andare fuori di testa. Potrebbe avere il mondo invece si accontenta di polvere bianca che lo uccide.

1 risposta degli esperti per questa domanda

Salve Maddalena, mi spiace molto per questa situazione e sono con lei in questa situazione dolorose. Purtroppo il suo ex ragazzo è entrato con tutte le scarpe nel mondo delle dipendenze, il resto per lui non ha significato ed è completamente dedito all'uso e abuso della sostanza. Mi spiace perchè questo è sinonimo di grande disagio ed inquietudine che il suo ex ragazzo nasconde attraverso queste sostanze mettendo in atto evitamenti continui.

A malincuore, ma lei deve pensare a fare le sue scelte tutelando i suoi bisogni.

Cordialmente, dott FDL