Fobie

Fobia dei piccioni

Cinzia

Condividi su:

Salve, sono ormai parecchi anni che ho una fobia allucinante per i piccioni. Non posso più vivere, anche perché sono davvero ovunque, d'estate poi non posso nemmeno bere un caffè in un bar all'aperto perché appena ne vedo arrivare uno dò di matto. Le ho provate tutte, ho provato a far finta di niente, a resistere, a restare immobile fino all'ultimo ma poi urlo e scappo! Cosa posso fare? Esiste una soluzione? Anche perché è davvero imbarazzante, la gente ride quando dico che ho una fobia del genere, dicendomi che non sono squali ma io li temo proprio e non ne posso più. Grazie se qualcuno può darmi qualche indicazione gliene sarei grata, la mia vita quotidiana migliorerebbe.

7 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buonasera Cinzia,

le fobie, purtroppo incidono notevolmente sulla qualità di vita di tutti coloro che le vivono e sono parimenti difficili da affrontare indipendentemente dall'oggetto a cui è rivolto il comportamento fobico (per intenderci, squali o piccioni, assumono la stessa valenza e posso provocare le medesime reazioni comportamentali per chi le prova). Mi trovo d'accordo con il collega consigliandole un percorso di tipo cognitivo- comportamentale che la possa aiutare ad affrontare il problema. I risultati ottenuti attraverso specifiche tecniche comportamentali sono solitamente molto efficaci. Per eventuali domande o delucidazioni non esiti a contattarmi al 3406092819,

Gentile Cinzia,

concordo con i colleghi nel dirle che la tecnica EMDR è la più adatta per lavorare sulle fobie, sui traumi e sui sintomi a loro associati. Se è interessata a risolvere il suo problema con tale tecnica con una decina di sedute solitamente si arriva alla risoluzione del problema, ovviamente se non emergono problematiche correlate.

Se vuole avere maggiori informazioni mi contatti, io sono formata in tale metodologia.

Cordiali saluti

Buongiorno signora Cinzia, la fobia specifica per i piccioni, che lei descrive non è affatto una fobia poco diffusa, e in realtà l'evitamento delle situazioni nelle quali teme di incontrare questi animali, non fa che nutrire la sua paura.

L'origine della fobia va ricercato nella sua storia personale, nel senso che è legata ad uno o più episodi negativi del suo passato, magari molto antico e forse non direttamente legato ai piccioni, ma per qualche motivo i piccioni ne attivano la carica fobica.

Risolvere il problema delle fobie è possibile, ma non esistono rimedi preconfezionati né è utile impegnarsi a fare sforzi di volontà. È invece necessario seguire un breve percorso terapeutico specifico.

Io le consiglio di seguire una terapia EMDR con un terapeuta che la aiuti a scoprire i fattori sottostanti alla sua fobia. Con il metodo EMDR, oltre a riconoscere l'evento spiacevole legato alla fobia, potrà rapidamente desensibilizzare le cognizioni inadeguate e così non avere più la necessità di sfuggire dallo stimolo che attiva la sua paura, i piccioni.

Gentile  utente,

esistono vari approcci psicoterapeutici  in grado di curare una fobia, gliene nomino due: la Terapia Cognitiva e la Terapia Strategica Breve.  Ovviamente deve seguire un ciclo di colloqui, che con il secondo approccio di solito sono molto pochi. Le consiglio perciò di contattare uno psicologo/a  psicoterapeuta perché le fobie sono disturbi risolvibili con un’adeguata psicoterapia.

Cordiali saluti

E' umano cercare da soli un risultato prima di impegnarci in percosi che richiedono tempo ma anche costi.  La soluzione pratica : dopo opportuna valutazione del problema: intervento cognitivo comportamentale specifico per la fobia.

La soluzione non può essere on line ma solo di persona con capace psicoterapeuta

E' necessario rivolgersi ad uno psicoterapeuta cognitivo comportamentale della sua zona che le permetterà di affrontare un percorso adatto ad una fobia specifica come la sua. Può trovare in rete indirizzi di Società Scientifiche con indicati nomi di professionisti esperti per la situazione. Il meccanismo che ha dato origine al suo disturbo potrà forse essere identificato oppure no. Questo non cambia la possibilità di affrontarlo e risolverlo, ma solo variazioni tecniche che il terapeuta valuterà e metterà in atto.

Distinti saluti

Salve Cinzia,

come tutte le fobie anche la sua è irrazionale, per cui non si possono usare metodi razionali, cognitivi o i consigli degli amici per superarla. Non ha scritto se ha già provato qualche forma di psicoterapia per questo problema e se ha avuto risultati. Esistono comunque varie tecniche come PNL, EMDR, EFT, per questi tipi di problemi, a meno che non ci siano altri disturbi che vanno affrontati diversamente o con qualche altro tipo di psicoterapia. Penso che a Trieste vi siano vari colleghi ben preparati che conoscono queste tecniche. Se comunque ha ancora bisogno di informazioni, non esiti a telefonarmi o a scrivermi, così potrò darle delle risposte più specifiche

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Fobie"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Eritrofobia, fobia sociale, solo un fattore psicologico??? Metodi naturali?

Salve, sono una ragazza di 22 anni, due anni fà ho iniziato a soffrire di attacchi di panico ...

5 risposte
Paura ad uscire di casa

Salve, due giorni fá, ho avuto un giramento di testa molto forte che mi ha spaventata molto, ...

18 risposte
Mio figlio ha questi attacchi di panico!

Salve vi contatto per avere una vostra opinione in merito alla situazione di mio figlio: lui ha ...

6 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.