Fobie

Posso superare la paura degli scarafaggi?

Teresa

Condividi su:

Salve, mi chiamo Teresa e dall'estate scorsa, quando sono rientrata dalle vacanze estive, soffro terribilmente la fobia per gli scarafaggi. E' accaduto che mentre sistemavo nei mobili il contenuto delle valigie, mi sono trovata circondata da scarafaggi che correvano da tutte le parti. Da allora, nonostante la presenza di veleno in polvere negli angoli, e di trappole disseminate per casa, capita di vederne sempre qualcuno (uno l'ho visto uscire dal lavandino della cucina mentre lavavo i piatti). La paura di vederne sempre uno mi sta facendo impazzire. Ho paura di aprire le ante dei mobili, di tenere le finestre aperte (abito in un piano basso), quando devo andare da una stanza all'altra, lo faccio di soppiatto perché temo di trovare uno scarafaggio che a causa del rumore dei miei passi possa scappare e non riuscire ad ucciderlo. Di notte le cose peggiorano: li sogno spesso che camminano sul muro accanto al letto o che mi camminano addosso svegliandomi di soprassalto decidendo di andare a dormire sul divano. Sono consapevole del fatto che così come possono salire sul letto (cosa che ho già visto succedere) possono salire sul divano, però ho come la sensazione di stare più tranquilla. La situazione mi sta sfuggendo di mano e non so davvero cosa posso fare. Spero possiate aiutarmi in qualche modo. Grazie

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Teresa, la sua paura è assolutamente legittima perchè effettivamente ha trovato e continua a trovare degli scarafaggi per casa: questa condizione non le permette di rasserenarsi.


Oltre a trovare il modo di eliminare definitivamente il problema con un veleno che sia più efficace credo sia necessario capire perchè in questo momento trovare anche un solo scarafaggio le fa così paura. Sto facendo la fantasia - ma è solo una fantasia non sapendo null'altro di lei - che non ci sia nessuno che la aiuti e sostenga nel "contrastare" questa fobia.


Con chi vive?


Forse avrebbe bisogno che qualcuno che le sta accanto la supporti nel combattere sia gli scarafaggi che la paura degli stessi facendole sentire vicinanza e affetto. Il problema non è nell'animale in sè ma nel sentirsi abbastanza forti da poterlo affrontare e gran parte della nostra forza deriva dal sostegno dei nostri cari!

Cara Teresa, certamente si! Si tratta una fobia specifica. é una cosa piuttosto frequente e può riguardare diversi stimoli, nel suo caso, lo scarafaggio. Per un caso come il suo, sono molto utili le tecniche di "desensibilizzazione", attraverso cui a piccoli passi impara ad affrontare le esposizioni allo stimolo fobico, lo scarafaggio in questo caso, sia quando questo è realmente presente , ma soprattutto, quando questo è assente riducendo l'ansia che l'assale nel timore che possa comparire. Utilizzando questa tecnica si ridurranno gradualmente i livelli di ansia relativi allo stimolo fobico specifico.


Un terapia cognitivo-comportamentale può aiutarla sicuramente a superare questa paura e, quindi, a migliorare la sua qualità di vita.


Per qualsiasi cosa, sono a disposizione.


Cordialmente.

Cara Teresa, la risposta alla tua domanda è sì, puoi superare la paura degli scarafaggi. La tua è una fobia specifica, cioè una paura marcata, persistente, sproporzionata non solo quando lo stimolo fobico (nel tuo caso lo scarafaggio) è presente, ma anche quando aspetti di affrontarlo. Questa si chiama ansia anticipatoria: provi ansia anche solo prevedendo la situazione temuta e per questo metti in atto dei comportamenti di evitamento che interferiscono con le tue normali occupazioni, limitando il tuo stile di vita.


Ciò che ha favorito l’esordio della tua fobia specifica è stato, come giustamente hai descritto, l’evento di questa estate che hai vissuto in modo traumatico: hai associato uno stimolo oggettivamente sgradevole (scarafaggi) ad una sensazione di ansia e paura. In gergo si dice che ti sei condizionata o sensibilizzata allo stimolo scarafaggio. Tutto sta nel desensibilizzati, attraverso l’utilizzo di tecniche che hanno l’obiettivo di far reagire in modo differente la persona in risposta ad un determinato stimolo fobico.


SCRIVIMI nella mia pagina personale se pensi di avere bisogno del mio aiuto.

Gentile Teresa,


lei chiede come superare una fobia. In genere le fobie (che sono delle paure circoscritte a determinati elementi o a certe situazioni) si strutturano come meccanismo difensivo che origina dall'ansia oppure da un contenuto psichico disturbante.


Ci sono psicoterapie più orientate ad eliminare la fobia specifica che sono particolarmente utili nel caso di sintomi invalidanti e finiscono più o meno lì oppure psicoterapie che partono dal sintomo e che poi vanno a ritrovare le cause scatenanti... altri approcci ancora lasciano "essere" la struttura difensiva, affrontandola indirettamente con l'approfondimento relativo alle cause sottostanti al fine di scioglierla...


Secondo me in questo momento, a prescindere dall'approccio e da come lavora, parlarne con un/a professionista le sarebbe molto utile.


Detto questo, personalmente empatizzo molto con la brutta sensazione che rimanda il trovare gli scarafaggi in casa. Intanto, molto prosaicamente, le consiglio di trovare il modo di eliminarne anche la presenza.


Spero di esserle stata utile, se ha necessità mi contatti pure attraverso il modulo "scrivimi".


Un saluto cordiale.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Fobie"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Paura di morire e brutti pensieri nel bambino

Gentilissimi dottori volevo un parere su quello che sta accadendo al mio bambino di 8 anni. Premetto ...

3 risposte
Pensiero aggressivo e paura di se stessi

Buonasera, Sono una ragazza di 21 anni che, dopo un periodo di forte stress, ha riscontrato dei ...

4 risposte
Come reagire e controllare l'ansia per un esame medico?

Recentemente sono entrata in contatto con il mondo degli esami medici: esami del sangue, elettrocard ...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.