Fobie

Sono un uomo pieno di vizi

Daniel

Condividi su:

Sono un uomo pieno di vizi....la mia domanda e': Con il vostro aiuto posso smettere di fumare ,di bere e delle macchinette? Grazie

10 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

buona sera

sono la dott.ssa filomena lopez psicoterapeuta credo che un supporto psicoterapeuta possa essere d'aiuto.

Buongiorno Daniel, come prima cosa bisogna tener sempre ben presente che ogni percorso terapeutico deve iniziare necessariamente da una forte motivazione di colui/colei che decide di intraprenderlo. A fianco di ciò, esiste la figura del terapeuta che aiuta il paziente in questo cambiamento facendo con lui un pezzo di strada importante, se presa come un'opportunità per imparare a come superare gli ostacoli che si possono incontrare sulla strada, per affrontare i quali, talvolta si adottano comportamenti dannosi e autodistruttivi. Se è dunque sua intenzione far luce dentro di sè per meglio capire e acquisire maggiore consapevolezza dei motivi che l'hanno portata a comportamenti che non le piacciono ed imparare come superarli in modo costrutivo, non esiti a prendere contatti col terapeuta che possa sembrarle quello più vicino al suo modo di "sentire e di essere". A disposizione per ulteriori chiarimenti. Un saluto

La dipendenza da fumo, alcol o macchinette è affrontabile con un percorso analitico che indaghi il vuoto esistenziale da riempire con questi comportamenti compulsivi. non esiste la bacchetta magica, ne una formula da leggere ed impare, un colloquio di psicoterapia sarebbe più utile per chiarire il tipo di percorso attuabile.

Caro Daniel,

 

...la mia risposta è:  se capisci che queste cose non ti fanno bene nè alla salute, nè al portafogli, sei a metà strada. Certo che si può smettere o limitare questi vizi, ma  con l'aiuto di uno psicologo che possa portarti a mantenere la distanza da queste dipendenze, che altrimenti ti porteranno sempre più in basso...fallo finchè sei in tempo!

Io personalmente lavoro già da anni con giocatori d'azzardo problematici, alcolisti e tabagisti; inoltre faccio parte di un'associazione che da tempo aiuta i giocatori d'azzardo a controllare questo problema ed eliminarlo per migliorare di molto la propria vita: potremmo fare un  quadro della tua situazione per darti innnanzitutto un orientamento sul da farsi e decidere insieme il modo migliore per venirne fuori .

Arrivederci

Gentile Utente,

è difficile rispondere con certezza alla sua domanda poichè mancano una serie di informazioni importanti. Da quanto tempo sono presenti questi comportamenti? Qual'è il suo livello di controllo su di essi? Che impatto e gravità hanno nella sua vita di tutti i giorni? E soprattutto, qual'è il livello della sua motivazione? Ha deciso da solo di cambiare la sua vita o c'è qualcuno che insiste o è preoccupato per lei?

Un percorso di tipo psicologico potrebbe essere utile sicuramente per ridurre la frequenza, l'intensità e la durata dei problemi che lei riferisce. Inoltre avrebbe la possibilità di cercare di capire che funzione hanno questi "vizi". Servono perchè sente di aver bisogno di gratificazioni immediate? Oppure per distrarla da altro?

Questi sono solo alcuni degli obiettivi che lei potrebbe raggiungere con un professionista.

Cordiali saluti

Gentile Daniel, le dipendenze in genere si radicano nel comportamento umano mediante una componente neurologica (il sistema dopaminergico della gratificazione) e una componente psicosociale (le risorse interne dell'individuo e l'ambiente). L'ipnosi terapeutica, che io pratico nel mio studio privato, si è rivelata molto efficace nel trattamento di molteplici disturbi comprese le dipendenze. Se vuole l'ultimo numero della rivista “mente e cervello“ riporta vari articoli scientifici sull'ipnosi, potrebbe farsi un'idea indicativa, visionando altresì il mio sito internet se lo desidera. Un cordiale saluto

Ci deve essere un lavoro integrato di rete tra vari specialisti anche se è fondamentale il supporto psicologico (nel servizio pubblico o in uno studio privato). Al Serd (servizio dipendenze dell' azienda sanitaria locale) di Crema o di Cremona può trovare tutte le informazioni che le possono servire. Quello che lei chiama vizio può essere una dipendenza patologia e va curata per poterne uscire e non peggiorare la situazione.

Daniel, può smettere se vuole e se si fa aiutare a guarire da queste dipendenze. Cerchi un centro specializzato, a Rivolta d Adda il servizio di Alcologia si occupa anche del problema delle macchinette. 

Arrivederci,

Certo che si. Inizi così. Essere un uomo pieno di vizi è una scelta di vita, nessuno le ha imposto nulla nulla o sbaglio. Ora perchè vorrebbe imporsi di smettere di bere , di fumare, di giocare alle macchinete. Ecco per questo le dico inizi così: si veda, si immagini, ricordi com'era quando non aveva vizi, perchè c'è stato un periodo della sua vita nel quale tutti i vizi che lei espone non li aveva. Cominci ad immaginarsi non bevitore, non fumatore e non giocatore , magari uno alla volta non tutti insieme, perchè quando la soluzione viene complicata dal soggetto è perchè non si vuole fare nulla per modificarla. Non si rintani nel repertorio della giustificazione che è da tutti utilizzato per giustificare sempre tutto, provi soltanto a pensarsi diverso da come è oggi anche solo un poco perchè dopo tutto lei può essere fumatore, bevitore, giocatore ma anche no, direbbe Heisenberg. E non pensi nè che sia difficile nè che sia facile deve soltanto "credere" che lei può anche essere diverso da come è oggi. Inizi così e ricordi che anche un percorso di migliaia di chilometri inizia con "il primo passo" che è anche quello che lei ha fatto per entrare nei mondi che descrive nella sua domanda. Un saluto

Carissimo Davide,

alla tua domanda non esiste una risposta facile. Certo, se finora hai provato di tutto ma non sei riuscito a cambiare, questo vuol dire che da solo non funziona, c'è qualcosa che non funziona in quello che hai fatto finora. Uno psicoterapeuta, di orientamento cognitivo-comportamentale visti gli studi di efficacia per questo tipo di problemi, può sicuramente esserti di aiuto. Ma la psicoterapia non è una magia, per funzionare ha bisogno della tua disponibilità e della tua collaborazione al percorso terapeutico... Io ho aiutato diverse persone con problemi simili, e la differenza nel risultato l'ha fatta la disponibilità a mettersi in gioco nel percorso da parte dei miei pazienti. A disposizione per ogni chiarimento

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Fobie"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Eritrofobia, fobia sociale, solo un fattore psicologico??? Metodi naturali?

Salve, sono una ragazza di 22 anni, due anni fà ho iniziato a soffrire di attacchi di panico ...

5 risposte
Paura ad uscire di casa

Salve, due giorni fá, ho avuto un giramento di testa molto forte che mi ha spaventata molto, ...

18 risposte
Mio figlio ha questi attacchi di panico!

Salve vi contatto per avere una vostra opinione in merito alla situazione di mio figlio: lui ha ...

6 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.