Fobie

Terrore di restare incinta

Eleonora

Condividi su:

Buongiorno, vorrei esporre il mio problema. Da moltissimi anni ho una paura folle di restare incinta, al fine di evitare gravidanze ho svolto anche un intervento di sterilizzazione eppure questo non è stato sufficiente ad attenuare la mia enorme ansia.
L'unico rapporto che ho avuto è stato protetto anche dal preservativo al fine di scongiurare una gravidanza, ma da allora la paura mi attanaglia ancora di più. Nonostante sia impossibile un concepimento finisco per leggere contenuti riguardo eventuali sintomi da gravidanza per capire se potrei essere incinta, nonostante sia arrivato il ciclo normalmente. Ovviamente la mia è una paura irrazionale che si manifesta anche con incubi notturni qualche volta. Non ho mai avuto aborti, precedenti gravidanze o traumi, ma allora come mai tutta quest'ansia immotivata? Perché non riesco a vivere serenamente la sessualità?

1 risposta degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Eleonora,


i motivi potrebbero essere molteplici: educazione sessuale ricevuta, "frasi" udite in famiglia, film o musiche o altro magari visto in un momento in cui è stata maggiormente colpita.


Non si giudichi sulla razionalità o meno della sua "paura". Per Lei questo è un aspetto importante ed è giusto darne valore. Magri, invece, per un'altra persona la paura o un pensiero "negativo" si potrebbe focalizzare su altro ma tutto ciò che ci crea emozioni, pensieri o sentimenti è bene e giusto dar loro importanza.


Mi sembra di capire che seppure lei si sia già informata a livello medico, abbia attuato tutto ciò che è possibile (uso di contraccettivi o intervento) La sua paura e il pensiero è comunque presente e ricorrente.


Il problema e la difficoltà, mi sembra quindi sia rivolto ai suoi pensieri e alle sue emozioni associate all'atto sessuale.


Le consiglio pertanto di valutare un percorso di psicoterapia individuale dove poter osservare meglio, da una nuova prospettiva, in un luogo coperto da segreto professionale e senza giudizio questi suoi pensieri e le emozioni ad esso associato per conoscersi maggiormente, per capire dove "risiede" questa paura pian piano trovare la sua risposta e la sua soluzione.


Le auguro di tornare presto maggiormente "spensierata".


Resto a disposizione per eventuali domande, dubbi, richieste aggiuntive e/o per una consulenza.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta cognitiva costruttivista


Ricevo: Torino, Collegno e online 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Fobie"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Prodromico stato ansioso

Carissimi Dott.ri, prima di partire con il mio discorso vorrei porvi una domanda, "perche l'ansia ...

1 risposta
Fobia o depressione?

Salve, la mia breve e triste storia. Sono cresciuta in una famiglia dove mia madre a causa di un ...

1 risposta
Paura di morire e brutti pensieri nel bambino

Gentilissimi dottori volevo un parere su quello che sta accadendo al mio bambino di 8 anni. Premetto ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.