Problemi relazionali

Spiegare a tuo figlio che non avrà un fratellino

Ilda

Condividi su:

Salve,vorrei un consiglio per spiegare a mio figlio che purtroppo non avra' un fratellino e soprattutto come fargli accettare che suo cugino ne avra' uno.

9 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve, credo che i figli pongano attenzione a come il genitore si sente. Aldilà del desiderio che suo figlio possa avere di avere un fratellino è molto importante che lei per prima elabori il motivo per cui questo stia accadendo e se questa notizia ha procurato a lei, come immagino, una reazione emotiva importante, è utile elaborare l'impatto personale che per lei ha avuto la notizia. Ma forse questo è già accaduto e allora va bene così. Secondariamente  se è così e lei per prima ha raggiunto una certa serenità, può comunicarlo, come tante cose della vita che possono accadere e che non rispondono ai suoi desideri. Se lei non è troppo preoccupata per lui, suo figlio vedendola sicura e decisa a dargli tanto amore, non mancherà per lui la possibilità di avere un'identità sociale in rapporto per esempio ai cugini, se con loro sta bene ( ho alcuni pazienti che sono molto affezionati ai figli dei vicini di casa o ai cugini). In definitiva può dirgli, so che tu desideri tanto avere un fratello e se potessi realizzerei questo desiderio. Ma non sempre nella vita si può ottenere quello che si vuole, tuttavia a volte la vita ti stupisce e ti dà quella cosa attraverso altre vie che non ti aspetteresti. Per esempio, tu avrai modo di sperimentare l' arrivo di un altro cuginettto e chissà che da grandi non sarete uniti per la pelle. Se non sarà lui sarà un amico. La vita ti stupirà se tu sarai pronto a sorprenderti. Un caro saluto

Ciao Mamma, 


quanti anni ha il suo bambino? per ogni età c'è un modo diverso di affrontare temi "delicati".


Una modalità che potrebbe facilitare la comunicazione con sui figlio è la lettura di libri che raccontano, con parole adatte all'età, quello che lei vorrebbe dire a suo figlio.


Potrei consigliarle "Quante famiglie! tutte le risposte alle domande sul vivere insieme", che mostra la varietà di gruppi di persone che possono essere chiamate Famiglia. Da qui può partire per accogliere tutte le emozioni e domande di vostro figlio, rispondendo nel modo più sincero possibile.


 

Buongiorno Ilda. Per darle una risposta più precisa sarebbe utile sapere l’età di suo figlio, in quanto in base a questa cambiano i parametri che i bambini o ragazzi usano per operare confronti con gli altri, così come cambiano anche i pensieri relativi a se stessi e al proprio contesto, tutti fattori che influenzano il modo di vivere e di elaborare i pensieri nel bambino.
In ogni caso, adeguando linguaggio ed esempi alla sua età, potrebbe spiegargli la vostra situazione come genitori. Influisce nel modo di comunicargli questa notizia anche la motivazione che vi porta a non avere altri figli, se è una scelta presa autonomamente oppure importa da fattori incontrollabili.
I bambini sono più ricettivi di quanto immaginiamo e, nonostante in un primo momento possa provare rabbia o frustrazione o invidia per il cugino, con il vostro contenimento e supporto può arrivare ad elaborare la situazione e capire che non ha niente di meno rispetto al cugino e che ci sarà modo per lui di esprimersi e crescere anche in assenza di un fratello o sorella, come molti altri figli unici fanno.
Se doveste avere bisogno di supporto nella comunicazione o nel contenimento delle emozioni di vostro figlio, mi rendo disponibile, anche online.
Cordialmente,
dott. Alfonso Panella.

Salve,


Tante volte siamo noi genitori per primi a dover accettare una situazione per poi far in modo che anche i bimbi la possano accettare.


Detto ciò, è sicuro che questa situazione non faccia soffrire più i genitori che il figlio?


La mamma e il papà hanno accettato di non poter avere un altro figlio?


Hanno accettato che avranno altri nipoti ma non altri figli?


Tante volte i bambini sono lo specchio di noi genitori

Cara Ilda, la sua preoccupazione è lecita ma i bambini sono in grado di capire tutto ciò che diciamo loro se si utilizza un linguaggio semplice e fornendo le informazioni che realmente possono comprendere. Detto ciò mi chiedo se la vera difficoltà sia del bambino nel ricevere informazioni oppure negli adulti nell'interiorizzare tale circostanza. Le consiglio di parlare al bambino in un momento di tranquillità col supporto del papà del piccolo in modo che sia più naturale possibile.


Spero di esserle stata utile, le auguro una buona serata


Dott.ssa Alessia G. Saracino

Gentile Amica o gentile Amico (non indica il suo genere nella sua domanda),

quando si tratta di comunicare con un bambino occorre tenere presenti alcuni fattori: innanzitutto l'età del bambino (che non ci indica), e quanto sia coinvolto nel tema che vogliamo condividere con lui.
Da quello che scrive, ho immaginato che il problema sia innanzitutto suo: cosa significa per lei che non può avere altri figli? Non ci dice molto al riguardo, ma posso ipotizzare che questo sia un tema in qualche modo "sensibile". Di regola, i bambini accettano con grande serenità quello con cui noi genitori, per primi, abbiamo fatto i conti. Se lei e il suo partner avete questa chiarezza emotiva (che non significa non mostrare emozioni, ma non spaventarsi di averne, non essere turbati se si prova tristezza, amarezza, dolore e così via, piuttosto spiegarle in parole semplici e adatte ad un bambino), suo figlio comprenderà di buon grado. E' del tutto normale non avere figli o no poterne avere, è una eventualità della vita, che non mina il vostro valore personale o l'amore che avete per lui.

con i migliori auguri,


dr. Ventura


 

Cara Ilda,


capisco come la situazione debba essere difficile per voi.


Suo figlio desidera un fratellino?


Credo che possa essere utile comprende, in prima battuta, cosa questa situazione rappresenta per voi genitori, poiché elaborandola al meglio sarete anche in grado di comunicare in modo funzionale con vostro figlio.


Se desiderate un consulto sono disponibile, ricevo anche online.


Un caro saluto
Dott.ssa Irene Salvatori

Buongiorno, intanto il modo per spiegarlo presuppone l'utilizzo di un linguaggio adeguato all'età, sia per forma che per contenuto. Sarebbe quindi importante conoscere l'età del bambino. In ogni caso, c'è una cosa che viene prima di qualsiasi spiegazione diretta a suo figlio: qual è il suo sentimento verso questa situazione? E' una rinuncia ponderata e consapevole o imposta da eventi avversi della vita. Credo che sia indispensabile, per lei e il padre del bambino (interlocutore altrettanto importante che dovrebbe partecipare alla spiegazione: si è genitori in due, non "comanda" la mamma), chiarire con estrema franchezza verso voi stessi cosa sentite rispetto a questa decisione. Solo dopo potrete trovare le parole giuste per comunicarlo a vostro figlio. Se le va di fornire altre informazioni in proposito, non esiti a chiedere un approfondimento. Un cordiale saluto, Annalisa Ilari

Salve Ilda, comprendo quanto questa situazione possa generarle tensione e disagio. Suo figlio desidera tanto avere un fratellino? Sarebbe innanzitutto opportuno cercare di esplorare quanto questa situazione possa generare in voi genitori disagio, non conosco le motivazioni che vi impediscono di avere un figlio ma deduco che questo tema sia difficile per voi.


Una volta che voi avete accettato questa situazione, con stati emotivi e pensieri connessi, vi sentirete forti a tal punto di aprirvi con vostro figlio e capaci di tollerare e accogliere i vissuti emotivi di tristezza e/o rabbia che ne potrebbero scaturire.


Con questa poche informazioni, onestamente, mi sento di poter dire solo questo.


Qualora abbiate ulteriori necessità, resto a disposizione anche online.


Cordialmente, dott FDL

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi relazionali"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

13 anni di differenza!

Buongiorno a tutti,mi chiamo Laura e sono una ragazza di 24 anni. Da circa due anni sto e non sto ...

2 risposte
Bimbo di 3anni e le relazioni

Buongiorno sono la mamma di un bimbo di 3 anni e mezzo, nato prematuro ha iniziato questo anno a ...

1 risposta
Aiutatemi con la mia famiglia

Soffro molto per i miei genitori.Li amo, ho una famiglia bellissima, mi sono sempre stati vicino, si ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.