Stress

Stress e disagio in casa propria per colpa di altri

Marina

Condividi su:

Buongiorno,
Sono una donna di 30 anni, da qualche anno mi occupo di mio nonno di 85 anni diabetico e con problemi causati da ictus (fisicamente è autonomo). Premetto che ha 3 figli ma ce ne occupiamo solo io e mia madre perchè gli altri non hanno interesse. Abitiamo tutti nella stessa casa familiare ma ognuno ha il proprio appartamento. In pausa pranzo esco dal lavoro e vado da lui per cucinare/pulire e la sera e nei week end è con noi a pranzo o cena. I miei zii si fanno vivi solo per chiedere soldi o favori, sono egoisti, ed estremamente maleducati(la sera tengono la TV talmente alta da sentirla anche noi al piano di sopra o giocano alla playstation urlando fino anche alle 2 del mattino nonostante la richiesta di fare meno baccano). La situazione per me è diventata insostenibile a tal punto da voler andare via e acquistare quindi casa nel più breve tempo possibile. Prendo gocce e pastiglie contro l'ansia e la notte non dormo, questo da settimane. Mio nonno non vuole un aiuto in casa perché pensa di essere autonomo ma non lo è. Non so più come andare avanti, ho un forte disagio anche in casa mia. In questo periodo di covid non ho modo di sfogarmi in nessun modo, non vedo più gli amici e non posso andare in palestra, cosa che mi permetteva di scaricare tutta la rabbia. Vivo per lavorare e accudire mio nonno perchè gli altri fanno finta che non esista. Sono arrivata al limite e nonostante tutto me la prendo con me stessa perché permetto alle persone di fare come vogliono e non riesco a godermi la vita per colpa degli impegni che ho e che non è giusto che abbia. Mio nonno da solo non lo posso lasciare e non me la sentirei per come sono stata educata. Mi fa tanta tristezza vedere i miei parenti vivere tranquillamente la loro vita mentre io faccio sacrifici che potrebbero benissimo evitarmi se ci fosse collaborazione.
Ho provato a parlare con loro più volte ma la soluzione per loro è lasciarlo da solo e si sa che con l'ignoranza c'è poco da fare...
Grazie per l'attenzione e i consigli

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno. Capisco cosa sta attraversando. Sono sicuro che, oltre ad eventuale approfondimento dei motivi per cui lei sta facendo tutto questo, sia per lei necessario avere un supporto ed un luogo "tana" dove potersi sfogare, parlare, riposarsi, farsi sostenere, anche allentando le tensioni fisiche che inevitabilmente si accumulano in situazioni come questa. Sono quindi fermamente convinto che occorra per lei un approccio "caldo" e accogliente e che tenga conto del corpo. Io mi occupo di psicologia Funzionale che ha un approccio propiro di questo genere. Non so se lei abbia la voglia e la possibilità di raggiungermi a Lodi, dove lavoro, ma se volesse possiamo farci una chiacchierata. In questo modo le potrò spiegare cosa intendo e rispondere ad ogni suo desiderio di chiarimenti.


In bocca al lupo. Dr. Marcello Schmid

Carissima Marina 


La situazione che descrive è molto complicata. Non credo riuscirà mai a "cambiare" le persone che fanno parte della sua vita. Inutile riparlare con loro. Purtroppo non credo capirebbero e cambierebbero il loro modo di agire. L'unica soluzione, potrebbe essere rivedere il suo modo di agire. Si faccia aiutare da un professionista, che possa darle la forza di attuare il SUO cambiamento. Se lo merita.


Auguro buona fortuna 


Dott.ssa Elisa Danza

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Stress"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Stress e difficoltà relazionali

Buongiorno, Sono un padre di 29 anni. Dalla nascita di mio figlio, nel 2017, ho lasciato la mia ...

7 risposte
Sono stressata e ogni tanto penso al suicidio

Salve, sono una ragazza di 18 anni in questo ultimo periodo sono molto stressata e non reggo per ...

5 risposte
Vorrei piangere ma non ci riesco sempre

Salve, sono Giulia e ho 18 anni, è da molto tempo che provo una sensazione di confusione ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.