Ho paura

Debora

Penso di avere seri problemi... Soffro continuamente di mal di testa ogni giorno. Penso di avere molto stress, da tempo cerco di rimuginare sul mio passato, sui miei errori ecc. ho paura. non so spiegare bene di che cosa ho paura. Inoltre mi è ritornata una cosa che avevo 1-2 anni fa. È come se vedessi questa persona che mi perseguita ed è spaventoso, ogni volta quando cerco di calmarmi, penso al mio cuore che viene strappato dal mio torace e per un momento il mio cuore rallenta e divento piano piano più calma. Poi ho paura di ingrassare troppo, e perciò mi provoco il vomito, so che non dovrei farlo, ma ora non riesco a smettere. Piango ogni giorno, in più non riesco a dormire, mi viene impossibile, è da tempo che ormai non mi piace più fare quello che un tempo mi piaceva. Di recente ho scoperto che mia sorella si provoca dei tagli sul braccio e sul polso, questa cosa mi fa sentire male perché quando me l'ha detto sorrideva, come se mi dicesse che avesse vinto un premio. Poi da sola ho capito che lo faceva per far vedere agli altri che soffriva. Comunque la scuola mi sta distruggendo e non ho più voglia di fare nulla. Inoltre penso di essere ipocondriaca perché mi segno i sintomi che ho negli ultimi 5/6 mesi e cerco di farmi una diagnosi, e sono dsa, perciò mi considero stupida e inferiore agli altri.

2 risposte degli esperti per questa domanda

Salve Debora, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stessa utilizzando parole più costruttive.
Credo che anche un approccio EMDR possa esserle utile al fine di rielaborare il materiale traumatico connesso ad eventi del passato che possono aver contribuito alla genesi della sofferenza attuale.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Cara Debora ho letto con attenzione quanto scrivi. Mi spiace leggere quanto soffri. La paura di cui parli va identificata e approfondita. Porti delle condotte importanti che devono essere condivise con uno specialista. 

Contrariamente a quanto scritto da altri colleghi è opportuno che tu scelga una persona che ritieni affidabile e di cui puoi fidarti. La differenza, in un percorso terapeutico, la fa relazione e l'alleanza terapeutica.