Ansia

Mary

Salve sono una ragazza di 25 anni e da un paio di mesi soffro di disturbi d'ansia ed attacchi di panico. Vi porgo il mio problema.

Una sera, senza alcun motivo, ho iniziato ad accusare tremori forti, con sudorazione, tachicardia, senso di svenimento, mi sentivo il corpo fuori di me, non riuscivo più a controllarmi e da lì e stato causato da un paio di mesi fino a qualche giorno fa.

Ne ho parlato con la dottoressa, che mi ha prescritto visita cardiologica ed elettrocardiogramma; passata la visita non avevo niente, tutto perfetto, il cardiologo mi aveva prescritto delle pillole di bisoprololo da 1.25 mg da prendere per 2 mesi.

Finita la cura, adesso non accuso più tremori, però riscontro sempre lo stato di agitazione interno con sensazione di pressione nel petto.

Ho sempre paura di stare sola a casa o in altri luoghi. Cosa può essere, non riesco più a vivere così. Quando arriva la sera mi prende un senso di agitazione, che alle volte mi si chiude lo stato di appetito e non riesco più a mangiare. Cosa posso far?

Grazie

4 risposte degli esperti per questa domanda

Gentile ragazza ,

spero che i medici le abbiano detto di affiancare a un'eventuale terapia farmacologica, una terapia psicologica perchè quest'ultima è l'unica che può contrastare i  fattori psicologici inconsci da cui l'ansia origina e portare perciò a una profonda e duratura guarigione, soprattutto quando, come nel suo caso, la visita medica non ha riscontrato problematiche organiche che possano causare la sintomatologia.

Se vuole saperne di più su cause e terapia di questo disturbo, può leggere l'articolo al link

https://www.psicologi-italia.it/ansia-e-depressione/attacchi-di-panico/articoli/strategie-efficaci-contro-gli-attacchi-di-panico.html 

o andare sul mio sito professionale.

Tenga presente che una terapia breve risolve il problema in media in 2 -3 mesi.

Cordiali saluti

Gentile Mary, il problema che lei lamenta è di natura ansiogena, come lei stessa lo definisce.

Questa tipologia di disturbo è caratterizzata dall'imprebedibilità del suo manifestarsi, ecco perchè lei ha la sensazione di poter star male, anche se poi non le succede nulla, ma è il solo pensarci che le provoca un senso di disagio eccessivo da sopportare. Le consiglio di farsi aiutare con una terapia psicologica, per ridurre lo stato di ansia.Intanto le posso solo consigliare di non assecondare le sue paure, perchè così facendo le rende sempre più forti. Mi rendo disponibile per ulteriori chiarimenti. 

Gentilissima, purtroppo un consiglio non consente di risolvere il problema che la affligge. Sarebbe opportuno intraprendere un percorso di psicoterapia per comprendere il senso e l'origine degli attacchi di panico e il suo timore di stare sola.  Evidentemente qualcosa non va più bene nella sua vita e i sintomi le segnalano che bisogna affrontarla,  creando nuovi equilibri. 

Cordiali saluti

Buongiorno sig.ra Mary,

le informazioni che lei ha dato sono parziali. Sarebbe importante sapere se quello che ha descritto è stato l'unico episodio o il più importante, se era successo qualcosa di importante nella sua vita nei giorni passati o poco tempo prima. Racconta nulla della sua vita, se studia o lavora, se ha relazioni importanti e dove vive, se a casa dai genitori o è indipendente. Queste sono informazxioni importanti da dare. Si rivolga ad un collega della zona, io ne conosco alcuni.

Buona Giornata