Ansia

HELP PLEASE

Luca

Condividi su:

Gentilissimi medici
Mi chiamo luca e soffro ( credo ) di ansia enorme da parecchi anni. Volevo chiedere: e' possibile mettersi in testa di vedere male (fatta visita oculistica e a parte la mia patologia tutto ok e la dottoressa ha detto che gli occhi stan bene), sentire male (paura di diventare sordo come mio padre)?

Il mio medico, che mi conosce da decenni, dice che io faccio nascere problemi che non ci sono. Possibile?
GRAZIE

6 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Luca, la tendenza all'ansia costituisce una delle caratteristiche di base di una persona. Ti sarai reso conto anche tu che persone diverse possono reagire allo stesso evento con diversi livelli di ansia. Da quello che scrivi e da quello che dice il tuo medico, posso ipotizzare che tu sia una persona che ha una tendenza abbastanza marcata a reagire in modo ansioso agli eventi. A partire da questo, dobbiamo immaginare l' ansia come un fiume in piena che può prendere diverse strade, come quella di ingigantire i problemi fisici o di temere che si verifichino degli eventi catastrofici o di fantasticare altri tipi di eventi ma sono comunque manifestazioni diverse dello stesso problema. Sempre rimanendo nella metafora del fiume in piena, la soluzione è quella di costruire degli argini, nel concreto capire bene in quali situazioni si verifica un incremento dell'ansia e imparare ad attuare delle strategie per "contenerla" e sentirti meno angosciato. Ti consiglio di provare a tenere un diario dove puoi riportare i vari eventi che ti accadono e il grado di intensità di ansia legata ad ogni evento. Questo è già un primo importante passo per capire meglio come funziona la tua ansia e quali situazioni la "attivano". Una volta capito questo, potresti rivolgerti nuovamente al tuo medico, per condividere quanto hai appreso, oppure ad uno psicologo che ti possa orientare alla scelta delle strategie migliori per contenerla, che possono essere di tipo cognitivo o comportamentale o basate sul rilassamento. Se la tendenza all'ansia è davvero una tua caratteristica, prima la conoscerai,  meglio imparerai a gestirla nelle diverse situazioni.


In bocca al lupo!


Dott.sa Vania Tommasini 

Buongiorno Luca,


Si,  è possibile credere di stare male anche a fronte di prove mediche che le dicono il contrario. Spesso le persone credono di avere delle malattie e cercano conferme attraverso indagini mediche e autoanalisi medica. 


Se necessita di un aiuto professionale mi può contattare; io ricevo a Brescia, ad Iseo o a Piancogno.


Buona giornata

Buongiorno Luca, la risposta è sì, l'ansia può fare questi scherzi.


Penso però che per lei sarebbe più utile chiedersi come mai ha tutta questa ansia, perché l'ansia è un campanello d'allarme, come il dolore fisico ci indica che qualcosa nel nostro corpo non funziona bene, così l'ansia ci indica che qualcosa nel nostro cuore non sta andando come dovrebbe.


Io le consiglio vivamente di rivolgersi ad un professionista per capire cosa la sua ansia le sta comunicando.


 

Carissimo Luca,


I suoi disturbi potrebbero essere causati da questioni indisturbi. Questo tipo di espressioni sintomatica potrebbe essere una somatizzazione. 


Si tratta di qualcosa che va al di là della volontà, va piuttosto ricondotta ad una dimensione inconscia.


Se volesse approfondire e trovare una soluzione più vivibile può contattarmi.


Cordialità.

Gentile Luca,
credo sia importante dare importanza al suo sintomo. Inizierei un percorso di psicoterapia volto a definire e sentire le sue emozioni in un percorso di "Alfabetizzazione emotiva", perchè solo riconoscendo e dando un nome a ciò che le fa scaturire l'ansia che può iniziare a prenderla in mano e a superarla. Tanti auguri per il suo futuro
Un cordiale saluto

Gentile utente,


stabilito che non ci sono problemi di natura organica si può ritenere che un disturbo visivo o uditivo sia di natura psicosomatica. Questo non vuol dire che non esista o che non sia un problema per chi ne soffre, ma piuttosto che la soluzione va ricercata in ambito psicologico. Per farsi un quadro più preciso, è utile risalire al momento in cui sono iniziati i sintomi, o sono peggiorati, e cercare di ricostruire il contesto affettivo in cui questo è accaduto (variazioni nei rapporti sentimentali, lutti, dispiaceri di qualsiasi natura, ecc..)


Un cordiale saluto.


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Ansia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Come si affronta una gravidanza nel mio stato ansioso?

Buonasera, sono una ragazza di 29 anni... da 12 anni ho disturbi d'ansia generalizzata, iniziati da ...

1 risposta
Come devo comportarmi se mia figlia si rifiuta di fare qualsiasi attività

Salve, non so più come comportarmi con mia figlia, ha 8 anni. Il mese scorso ha iniziato a ...

2 risposte
Ansia

Salve sono una ragazza di 25 anni e da un paio di mesi soffro di disturbi d'ansia ed attacchi di ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.