Ansia

Soffro di attacchi di Ansia e Agorafobia

marita

Condividi su:

Soffro di attacchi di Ansia e Agorafobia, non so come uscirne. Vorrei un aiuto. Grazie

17 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Cara Marita,

molti miei colleghi Le hanno già risposto e condivido la necessità di farsi aiutare da un professionista.

E' fondamentale conoscere la Sua storia e capire cosa l'ha portata a questa condizione. Comunque grazie a un percorso di psicoterapia questi problemi vengono risolti.

Cordialmente

Buonasera marita,

l'unica cosa che mi viene da dirle è di rivolgersi ad uno psicoterapeuta, con cui eventualmente fare qualche colloquio per inquadrare bene il suo problema. L'ansia è molto spesso un segnale d'allarme, le sta dicendo che qualcosa non va e, quindi, per uscirne, deve innanzitutto dare un senso a quello che le succede. Divenendo più consapevoli, si può intervenire e fare qualcosa, prima che il suo problema diventi sempre più invalidante.

In bocca al lupo!

Cara Marita,

l'ansia è un'emozione complessa, che contiene al suo interno diversi elementi i quali non dovrebbero essere considerati necessariamente "positivi" o "negativi"; una certa dose di ansia nella nostra vita quotidiana, quando dobbiamo affrontare delle cose per noi importanti, è normale ed in un certo senso aiuta perchè ci permette di focalizzarci meglio su quanto sta succedendo, di capirne l'importanza e quindi, magari, di affrontarla in modo più deciso e proficuo. Quando però l'ansia ci sembra ingestibile o spropositata (arrivando a picchi che possono essere definiti attacchi di ansia o di panico) diventa un campanello d'allarme di qualcosa che sta succedendo dentro di noi o nel nostro ambiente; diventa allora importante capire dove risiede nella nostra mente, su cosa cerca di riportare la nostra attenzione, perchè sta comparendo proprio adesso. Io credo che sia da lodare e incoraggiare la tua volontà di affrontare questo problema e quindi di chiedere aiuto; può sembrare piccolo ma invece, secondo me, questo primo passo è molto importante, quindi brava e complimenti per esserti data il permesso di chiedere aiuto e prenderti cura di te!  

Resto a tua disposizione in caso tu volessi.

Un caro saluto

Gentile utente,

i disturbi d'ansia come il suo vengono in genere efficacemente e velocemente curati dalla Psicoterapia Breve Strategica che pertanto le consiglio. Vari studi effettuati secondo questo approccio riportano infatti percentuali di successo molto alte. Le segnalo anche il mio articolo sull'argomento http://www.psicologi-italia.it/psicologia/attacchi-di-panico/1254/attacchi-di-panico-cura.html

Dott.ssa Lara Sciscio Vicenza (VI)

Si racconta che una volta una formica chiese a un millepiedi: “Mi vuoi dire come fai a camminare con mille piedi insieme? Mi spieghi come riesci a controllarli tutti contemporaneamente? Il millepiedi cominciò a pensarci su e non riuscì più, da quel momento, a camminare”.

Le passo questa breve suggestione, e la incoraggio a contattare uno psicologo, in grado sicuramente di darle l'aiuto che desidera.

Vedo, inoltre, che è della provincia di Vicenza, siamo un pochino distanti, quindi se avesse bisogno di un aiuto per quanto attiene la scelta del professionista più adatto a lei non esiti a contattarmi, l'aiuterò volentieri.

Saluto e ringrazio

buona sera

si rivolga ad un terapeuta nella sua citta, si prenda cura di se ...

Gentile Sig.ra Marita, le consiglio di riuscire a trovare la "forza" per contattare uno psicoterapeuta e affrontare con lei/lui il suo problema. L'aiuto concreto di un professionista le sarà utile per comprendere al meglio l'origine della sua ansia e per fare in modo che non continui a rappresentare un limite al suo benessere psicofisico e alla sua vita di relazioni. Un saluto.

Gentile Marita,

la terapia cognitivo comportamentale offre molti strumenti che si rivelano efficaci nella gestione dell'ansia e nel superamento dell'agorafobia. La invito pertanto a visitare il mio sito pe rmeglio comprendere in cosa consiste la terapia cognitivo comportamentale. Se desiderass efissare un primo incontro mi contatti pure e sarò lieta di poterla incontrare.

Cordiali saluti

 

Cara Marita,

immagino come tu ti possa sentire limitata e frustrata da questi disturbi,che vanno a incidere nella tua vita di tutti i giorni limitandola.

Spesso quando si instaurano questi circoli viziosi di paura è difficile uscirne da soli, ma sono assolutamente affrontabili e risolvibili se ti affidi a uno specialista.

Se ti interessa, utilizzando il metodo cognitivo comportamentale, ritengo di poterti aiutare a superare questi problemi, imparando a non avere più paura della paura.

Ricevo a Padova su appuntamento.

A presto,

Carissima Marita, per quanto difficile le possa sembrare la sua situazione, c'è una via d'uscita efficace e abbastanza breve: lee consiglio di intraprendere una psicoterapia ad orientamento cognitivo-comportamentale che è quella dimostratasi più efficace per questo tipo di problemi. Auguri!

Buongiorno, Marita! Sono la dott.ssa Elisa Berardi. Innanzitutto volevo chiederle da quanto soffre di attacchi di panico (DAP) e poi se ha avuto particolari problematiche di ansia da separazione in età scolare e nelle sue precedenti relazioni affettive o familiari. Ha mai assunto una terapia ad hoc? Se le manca il respiro, se soffre di insonnia quasi tutte le sere e spesso è come se sentisse di stare per morire, potrebbe trattarsi anche di un disturbo di ansia generalizzata associato ai DAP. Bisognerebbe fare anche una diagnosi diffrenziale con l'ansia sociale (vergognarsi abnormemente della presenza di estranei).

Ma non si allarmi che avere paura delle piazze, dei grandi posti aperti si può superare solo con la volontà di cominciare a premere e riflettere sui legami e i modelli di attaccamento che Lei ha stabilito fin da piccola.

Mi auguro che Lei abbia una relazione stabile, perchè se così non fosse, potrebbe essere dovuto anche, il tutto, a delle forti incomprensioni con la persona con cui Lei sta e a possibili ed eventuali disconferme.

Cerchi di rimanere il più possibile in compagnia di una persona o un'amica o amico sicuro di sè e della vostra stima reciproca.

Ci vorrà del tempo e non si può sapere quanto, se Lei superererà dei sintomi precisi che ancora Lei non mi ha reso noti.

L'importante è cercare di rimanere il meno possibile da sola, anche a casa.

La saluto cordialmente.

In fede,

Dott. Denis Dal Zovo Venezia (VE)

Buongiorno Marita,

l'ansia e l'agorafobia sono delle problematiche che difficilmente la persona riesce a risolvere da sola.

Ciò che le posso consigliare è di contattare un professionista che la possa seguire.
Attraverso un percorso di psicoterapia specifico è possibile trovare beneficio a questo problema.

Cordiali saluti.

 

Riceve su appuntamento a Mestrino (Pd), via Palladio, 2 e a Mestre (Ve), via Olimpia, 2

T. 34802216840

     

 

Gentile Marita,

date le poche informazioni che dai, ti consiglierei di rivolgerti ad uno psicoterapeuta che possa aiutarti a capire

come risolvere le tue difficoltà.

 

 

Carissima Marita, per il problema che lei riporta c'è un approccio psicoterapuetico molto efficace denominato cognitivo-com portamentale che agisce sia sulla modificazione dei pensieri che sono alla base dell'attacco di panico e delle reazioni comportamentali. E' un tipo di intervento breve e il più efficace per questa problematica in letteratura. Spero die sserle stata d'aiuto. 

Buona giornata 

Dott. Artabano Febo Pescara (PE)

Cara Marita, il tuo disturbo Psicologico è dovuto a un accumulo di eventi frustranti subiti in cui ti sei sentita " attaccata " generandoti rabbia trattenuta, sensi di colpa, dispiaceri e paure. Questi eventi frustranti, disseminati nel corso della tua vita ( secondo mie esperienze personali ) sono più concentrati nel periodo intorno ai 19- 21 anni. Ti consiglio di affidarti a uno Psicoterapeuta,possibilmente che utilizzi l'Ipnosi Terapia Vigile al fine di resettare il tuo passato. Ciao, a presto.

Gentile Signora , è un disagio frequente che viene affrontato e curato attraverso un giusto percorso di psicoterapia da effettuare presso uno psicologo specializzato in psicoterapia.

Inoltre ci sono pratiche quali la Mindfulness che, ad integrazione della  terapia psicologica e/o farmacologica, mirano a migliorare i processi di consapevolezza e di attenzione, calmando la mente, l'ansia e insegnando ad affrontare la vita momento per momento senza resistenza o attaccamenti a pensieri.

Un cordiale saluto

Dott. Marco Focchi Milano (MI)

Non dici molto, oltre a indicare i sintomi che soffri. Bisognerebbe entrare nel merito della situazione. Forse la cosa migliore sarebbe che tu ne parlassi con un professionista, che possa farti le domande opoortune per orientarsi e orientarti.

Un saluto

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Ansia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Non riesco a convivere con me stessa e vivo in un perenne stato di angoscia.

Per cinque lunghi anni ho sofferto di disturbi alimentari, legati a comportamenti bulimici, sfociati ...

4 risposte
Non riuscire né a vivere né a morire

E’ un eterno ritorno. Lo sento e penso da anni, e di fatto la strada continua in questa direz ...

3 risposte
E un bel giorno conosci la tua nuova ragazza, si chiama ANSIA

Salve, tralasciando momentaneamente il titolo a sfondo ironico che ho voluto adottare, voglio mette ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.