Attacchi di panico

Attacchi di panico da due anni a causa di un gioco

Alessio

Condividi su:

Buonasera, circa due anni fa ho utilizzato un visore per giocare in realtà virtuale per circa un paio d ore constatando la nitidezza e la spettacolarità dell essere all interno dell auto o di un astronave in prima persona; la mattina seguente dopo una mattinata a lavoro torno a casa col pensiero vivido del gioco nella mia mente come se la realtà in cui stessi vivendo fosse anch 'essa virtuale, da quel momento comincio ad agitarmi e a pensare che il gioco mi avesse dato effetti collaterali, mi faccio inondare dalla paura, cuore che batte, tremolio, fino a che sono finito al pronto soccorso con la diagnosi di attacco di panico, quindi gocce di lexotan e via. Da quel giorno è iniziato il mio calvario perché la paura della paura mi portava a scappare via da luoghi chiusi , affollati, agorafobia e stati ansiosi. Ho passato circa due anni tra psicologi e cure farmacologiche, la situazione è migliorata di molto, non scappo più da situazioni che per me sembravano pericolose, ma allo stesso tempo permane un senso di allerta e quindi di ansia anticipatoria, fame d aria ecc..nei posti chiusi, al cinema e nei posti affollati. Ultimamente ho anche fastidio nel mangiare e digerire in quanto sento che l apparato addominale cel ho sempre in tensione grazie per avermi dato un attimo del Vs tempo.

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Alessio,


L'esperienza virtuale sta diventando sempre più un fatto sempre più immersivo e totalizzante.


Questo probabilmente è stato anche per lei ma facendole vivere poi delle sensazioni d'ansia e di panico.


Probabilmente si sarebbero attivate lo stesso, anche in altri modi.


La mente ha attinto da un accadimento sensibilmente rilevante ( la realtà virtuale) e l'ha utilizzato per manifestare un conflitto interiore che comunque era già presente ma "dormiente".


Ha fatto bene ad arginare il disagio nei modi da lei scelti ma, se ancora vive gradi d'ansia rilevanti ( anche se non così intensi come quando ha trovato rifugio in pronto soccorso) significa che il suo lavoro interiore e psicologico non è ancora stato completato interamente.


Cordialmente

Gentile utente,


Visto la riuscita positiva degli interventi precedenti, la cosa migliore che potrebbe fare è ricontattare eventualmente il collega per reimpostare una terapia.


Tra l'altro, mi sembra molto ben informato sui meccanismi di mantenimento che peggiorano il problema, conosce il significato degli evitamenti e i sintomi.


In alcune occasioni è probabile che vi sia una ricaduta anche a distanza di tempo. La sua ansia anticipatoria potrebbe avere un significato diverso, ma comunque un accumulo di questa potrebbe sfociare in altri attacchi di panico, con la conseguenza che il problema si ripresenterebbe.


Se vuole, intanto, può leggere questo articolo:


psicologobs.it/diagnosi/attacchi-di-panico-cosa-sono-e-come-si-manifestano/

I comportamenti fobici - e la sua lettera lo testimonia - nascono molto spesso da un episodio banale, che ha un impatto inaspettato nelle ns percezioni. L'ansia che si libera a volte diventa insopportabile, si entra in un circolo vizioso del disturbo ansioso che si autoalimenta e sembra di entrare in una spirale perversa.


Insisterei con la psicoterapia, in particolare con la psicoterapia cognitiva comportamentale, che a tutt'oggi ha dato in questo ambito i risultati migliori. Anche aver consapevolezza dei meccanismi che scatenano i disturbi è utile, e lei sembra ben informato in questo senso. Non si scoraggi e prosegua in questa direzione.


Un caro saluto

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Attacchi di panico"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Ansia da università

Ciao psicologi, ho 19 anni, ho conseguito il diploma a giugno e esattamente due mesi dopo, ad agosto ...

3 risposte
Paura di guidare/ cambiamento dell'umore/ fastidio alla testa

Salve a tutti sono Giuseppe ho 33 anni e da circa 8/9 anni soffro di attacchi di panico ... gi&agrav ...

1 risposta
Soffro di attacchi di ansia

Buongiorno a tutti, sono Ilaria e ho 24 anni. Soffro di attacchi di panico, che mi vengono soprattut ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.