Paura e ipocondria

Federica

Salve a tutti,
Mi chiamo Federica ho 33 anni da un paio di mesi ho sviluppato una forte ansia e attacchi di panico piuttosto pesanti fino a dover andare al pronto soccorso, l'ultimo è successo circa 3 settimane fa tachicardia, sensazione di soffocamento ecc... Ho sofferto per un mese di bolo isterico che fortunatamente ora di e risolto.
Controllo il mio corpo maniacalmente ad esempio se ho una piccola papille gustative gonfia oppure un comune crampo vado in paranoia associando il piccolo disturbo ad una malattia mortale.
5 mesi fa ho perso mio fratello più piccolo in un incidente d auto e da lì i sintomi sono peggiorati in modo grave.... Vorrei tanto stare bene e riprendere in mano la mia vita

3 risposte degli esperti per questa domanda

Salve, le consiglio senz’altro di farsi aiutare da uno psicoterapeuta per affrontare il suo disagio, che lei stessa sente peggiorare. Con l’aiuto di uno specialista potrà capire su cosa si fondano le sue paure e i sintomi che ne derivano, e potrà trovare la strada migliore per superarli. É importante che lei sia consapevole che ciò si ottiene attraverso un lavoro impegnativo, in cui lei dovrà necessariamente mettersi in gioco e avere un ruolo attivo e partecipativo. In bocca al lupo! D.ssa M.Rita D’Onofrio

Gentile Federica,

come prima cosa mi spiace molto e porgo le mie più sentite condoglianze per l'evento accaduto da poco nella sua vita.

Per quanto riguarda i sintomi da lei evidenziati sembrerebbe emergere una difficoltà di controllo e forse qualche paura inr riferimento a malattie e vita personale. Non se ne faccia una colpa, può capitare che la mente e le nostre emozioni diventino maggiormente sensibili. La cosa importante è capire cosa accade prima, durante e dopo quest'ansia, se c'è modificazione essere da soli o in compagnia, quando riesce a calmarsi, ecc.

Le consiglio di valutare un percorso di psicoterapia individuale per poter descrivere a un professionista questo momento di vita faticoso, trovare le sue risposte, osservare possibili strategie, essere ascoltata e aiutata a ritrovare la sua serenità così da poter tornare a vivere la quotidianeità a 360°.

Le linko degli articoli scritti da me per conoscere meglio il percorso proposto:

- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/imparare-a-comprendere-i-propri-pensieri/

- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/quando-richiedere-una-consulenza-psicologica/

- https://www.psicoterapiacioccatorino.it/terapia-individuale-minori-adulti-cognitivo-costruttivista/

Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive e/o eventuale consulenza online.

Cordialmente

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e psicoterapeuta

Ricevo a Torino, provincia e online

Salve Federica, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio connesso. Immagino quanto questa situazione possa essere impattante nella sua quotidianità.

Ritengo fondamentale che Lei possa richiedere un consulto psicologico per esplorare meglio la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi alle varie situazioni scatenanti e cercare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.

Qualora ci siano stati eventi che hanno lasciato un segno significativo su di lei, credo che una terapia cognitivo comportamentale e/o approccio EMDR possano aiutarla ad elaborare la sofferenza sottesa.

Resto a disposizione, anche online.

Cordialmente, dott FDL