La paura del salto nel buio

Giovanni

Per anni, per due decenni almeno, ho fatto parte di una organizzazione sentendomi a mio agio. A un certo punto, tre o quattro anni fa, è cambiato in parte il gruppo dirigente. Il nuovo presidente ha impresso un nuovo indirizzo alla struttura. Ho perso gli incarichi che avevo, non mi sono più sentito utile. Sedevo in Consiglio di Amministrazione. Ho dato le mie dimissioni da questo incarico. Le dimissioni sono state subito accettate. Mi chiedo se ho commesso degli errori nel mio percorso di collaboratore. Continuo a pensarmi come legato all'organizzazione, quando in realtà ne sono uscito, o ne sono stato espulso, da tempo. Non mi decido a entrare nella logica di chi cerca il suo posto altrove. Tutto questo si spiega anche con la mia età, che è di 77 anni. Reinventarsi quando si ha un lungo passato alle spalle non è tanto facile. Non saprei dire se ho una autostima degna di questo nome, e questo aggrava il quadro. Vorrei trovare il modo per sbloccarmi, ossia chiarirmi le idee e individuare una via d'uscita.

1 risposta degli esperti per questa domanda

Salve Giovanni, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stesso utilizzando parole più costruttive.
Credo che anche un approccio EMDR possa esserle utile al fine di rielaborare il materiale traumatico connesso ad eventi del passato che possono aver contribuito alla genesi della sofferenza attuale.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL